Sabato 23 Marzo 2019
   
Text Size

Parco giochi Pinocchio, vandalizzata la 'giostrina inclusva'

parco pinocchio polignano (2)

Serve immediatamente un bando di affidamento

Il parco giochi Pinocchio di Polignano ha bisogno di una nuova gestione, che si occupi anche di controllare e contrastare gli atti di vandalismo. La settimana scorsa vi abbiamo raccontato, attraverso l’assessore ai Servizi Sociali Doriana Stoppa, quello che si sta cercando di fare per il parco giochi. Qualche passo avanti è stato fatto con l’inserimento della giostrina inclusiva, però come al solito è stata usata male. Anzi è stata subito messa in sicurezza, perche l’uso improprio e superficiale del gioco non avrebbe fatto altro che arrecare danni, e quindi renderla inutilizzabile ancor prima di essere inaugurata.

parco pinocchio polignano (1)

Sia chiaro, in questo la Politica può fare poco, se poi aggiungiamo che nei pressi della giostrina erano presenti alcuni genitori, allora si capisce che è più un problema sociale che di organizzazione. Anche se è inutile, quasi ripetitivo dire che è indispensabile correre ai ripari e l’unico modo fattibile è darlo in gestione.

Anche se in questo si aspettano i tempi politici, perche il parco giochi è stato inserito nel nuovo bando della Regione Puglia per il recupero delle aree abbandonate. Si rischi di aspettare molto, conoscendo la burocrazia Italiana.

A non abbassare la guardi su questo problema ci ha pensato il consigliere di Forza Italia, Domenico Pellegrini.

“Ho ricevuto alcune segnalazioni telefoniche – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – le quali mi hanno messo al corrente che la giostra inclusiva appena installata è stata già presa d’assalto da alcuni ragazzi, che l’hanno utilizzata in modo inopportuno. A mia volta ho segnalato sui social l’episodio spiacevole e l’amministrazione è corsa ai ripari, sigillando nuovamente l’altalena. Questo episodio dimostra quanto il parco sia un luogo che abbia bisogno di un monitoraggio costante. Pertanto invito l’amministrazione a pensare ad una nuova gestione, piuttosto che assegnarlo esclusivamente con il bando regionale Luoghi Comuni. Infatti, questo bando regionale non prevede la gestione del parco, ma solo la realizzazione di progetti sociali e inclusivi”.

Il mancato controllo e la vigilanza non sono solo gli unici problemi che riguardano il parco giochi Pinocchio. Infatti, segni di degrado e abbandono sono evidenti un po’ ovunque, come dimostrano i lampioni rotti e gettacarte arrugginiti, che rappresentano talvolta anche un rischio per chi il parco lo frequenta.

Dopo la cessazione del contratto con i vecchi gestori, la situazione del parco giochi Pinocchio è precipitata sempre di più. Incuria, degrado e abbandono hanno reso uno dei luoghi più frequentati dai bambini poco sicuri, tra rifiuti e vegetazione alta, che solo recentemente è stata sistemata. Nel corso di questi anni, l’Amministrazione ha tentato una prima soluzione cuscinetto affidando il parco per alcune ore del giorno alle associazioni locali. Ma questo progetto ha avuto una breve durata.

“Le segnalazioni continue dei cittadini – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – ci fanno capire quanto i polignanesi tengano a questo luogo, che è del resto l’unico polmone verde della città. E’ un luogo amato dai bambini, ed è frequentato da molte famiglie. Non possiamo accettare che il parco giochi Pinocchio continui ad essere un luogo dimenticato e abbandonato. Non è più tollerabile una gestione del parco così approssimativa”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI