Lunedì 22 Luglio 2019
   
Text Size

Consolidamento cavità marine, aperta la procedura per l’appalto

cavita marine

Quando si parla di frane, viene in mente subito la montagna. Ma cosi non è. La frana è tutto quello che può capitare in qualsiasi situazione di instabilità di masse rocciose, sia che si trovano in montagna ma anche in riva al mare.

Ed ecco che a questo punto viene in mente il costone roccioso di Lama Monachile oppure la famosa grotta Ardito. Due luoghi fondamentali ma altrettanto importanti per Polignano per i quali si discute da anni su quale futuro predisporre e su quanto sia importante intervenire il prima possibile, prima che sia troppo tardi.

Per questo la Regione Puglia mise a disposizione dei comuni delle risorse agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, chiedendo di presentare delle proposte di interventi finalizzati alla riduzione del rischio idrogeologico e concorrere all’assegnazione di eventuali finanziamenti a valere su risorse statali in materia di difesa del suolo.

Proposta che faceva proprio al caso di Polignano costituito da zone interessate da movimenti ad alta pericolosità idraulica ed idrogeologica oltre ad avere fenomeni di erosione delle cavità marine sottostanti il centro storico, come Via Garofalo e Via Viola e nella quale sono presenti cavità marine. Entrambe le aree hanno necessità d’interventi di consolidamento e risanamento statico funzionale al fine di evitare il collasso strutturale delle stesse cavità con conseguenze disastrose per le abitazioni sovrastanti.

La Città Metropolitana di Bari, con nota prot. n. PG 0008776 del 24.1.2017, ha comunicato che il Consiglio Metropolitano, ha approvato il Programma Operativo del Patto per lo sviluppo della Città metropolitana di Bari, che prevede il finanziamento del progetto POL 09 Consolidamento e recupero della cavità marina e delle pareti rocciose della Grotta Ardito per l’importo di € 5.000.000,00.

Lo scorso anno il comune di Polignano ha provveduto ad approvare il bando di gara, il disciplinare di gara e relativi allegati per l’affidamento dell’incarico professionale di progettazione definitiva, indagini geologiche, acquisizione pareri, progettazione esecutiva, direzione lavori, misure e contabilità, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione delle opere di Consolidamento, Risanamento e Recupero Statico Funzionale delle cavità marine e delle pareti rocciose tra la Grotta Ardito, dell’importo complessivo di Euro 417.361,48.

Pertanto sono state identificate quattro aziende, partecipanti al bando ed ammesse alla seconda fase:
RTP a costituirsi CONSORZIO UNING
RTP a costituirsi PROMETEOENGINEERING.IT S.R.L.
RTP a costituirsi ENGEKO S.C.AR.L
RTP a costituirsi B5 S.R.L.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI