Giovedì 20 Febbraio 2020
   
Text Size

Bando pubblico per sei posti presso la Polizia Municipale

vigili urbani

È indetta la selezione pubblica per soli esami per il conferimento di n. 6 contratti di formazione e lavoro al profilo professionale/posizione di lavoro di “POLIZIA MUNICIPALE" Cat. C/1. Per poter partecipare al bando è opportuno avere un’età compresa tra 18 (avvenuto compimento) e 32 anni non compiuti (pari ad un massimo di 31 anni e 364giorni) alla data di scadenza del bando. Essere in possesso del diploma di maturità quinquennale o eventuali titoli riconosciuti equipollenti, dal Ministero dell’Istruzione devono essere elencati con citazione del relativo decreto a cura del candidato in sede di presentazione della domanda e di indicazione del titolo.

Per i candidati cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di Paesi terzi, la verifica dell’equivalenza del titolo di studio conseguito all’estero, e posseduto avrà luogo ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D. Lgs. 165/2001. Nel caso in cui il titolo di studio sia stato acquisito all’estero e non sia ancora stato riconosciuto in Italia con una procedura formale, è necessario richiedere l’equivalenza dello stesso, al fine della partecipazione alla presente selezione. Avere cittadinanza italiana – o in possesso della cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea; - o familiari di cittadini dell’Unione Europea, non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; - o in possesso della cittadinanza di Stati non appartenenti agli Stati dell’Unione Europea, in possesso di titolarità del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.

I cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea o di Stati terzi devono possedere, ai fini dell'accesso agli impieghi presso la Pubblica Amministrazione, i seguenti ulteriori requisiti:
- godere dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza;
- essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
- avere adeguata conoscenza della lingua italiana (in caso di possesso di laurea straniera, possesso del Certificato di conoscenza della Lingua Italiana, rilasciato da enti pubblici abilitati dal MIUR, che attesti un livello di competenza corrispondente almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento per le competenze linguistiche, approvato dal Consiglio d'Europa)
- Iscrizione nelle liste elettorali


La domanda

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere:
- redatta su carta semplice
- indirizzata al Comune di Polignano – Area I
- firmata personalmente dal candidato (ai sensi dell'art. 39 del D.P.R. 445/2000 non è più richiesta l'autenticazione della firma). Si ricorda che la mancata apposizione di firma autografa non è sanabile e comporta l'automatica esclusione dalla selezione, salvo che la domanda non sia stata trasmessa tramite PEC intestata al candidato, o firmata digitalmente.

Nella domanda il candidato deve dichiarare sotto la propria responsabilità ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R.445/2000 e consapevole delle sanzioni anche penali previste dall'art. 76 del medesimo D.P.R. per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazione mendaci, e della sanzione prevista dall’art. 55 quarter comma 1 lett. d) del allegare la ricevuta del versamento di euro 10,00 per tassa di concorso che può essere effettuato, all’ufficio postale tramite bollettino di c/c postale n. 18324707 intestato a Comune di Polignano a mare -Servizio Tesoreria.

La domanda e le previste dichiarazioni devono essere indirizzate al Comune di Polignano a Mare, e può essere inoltrata a mano, direttamente all'Ufficio Protocollo negli orari di apertura al pubblico dalle ore 9,00 alle ore 12,30 dal lunedì al venerdì – Viale delle Rimembranze, 21 - 70044 Polignano a Mare. Oppure con raccomandata A.R. all’ indirizzo sopra precisato, sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore.

 

Le prove d'esame

Le prove saranno espletate da una Commissione Giudicatrice, appositamente nominata, composta da n. 3 componenti (un Presidente e due esperti). Ogni componente avrà a disposizione per ciascuna prova un massimo di punti 10.

Le prove d'esame si articolano in:

1) PROVA SCRITTA: consistente in domande a risposta chiusa e/o aperta ovvero quiz a risposta multipla sulle materie della prova orale. La prova scritta si intende superata con la votazione minima di 21/30.

2) TEST PSICO-ATTITUDINALI E COLLOQUIO INDIVIDUALE: volti alla verifica del possesso dei seguenti requisiti psico-attitudinali ritenuti necessari per lo svolgimento delle mansioni di Istruttore di Polizia Municipale: I test psico-attitudinali verranno svolti di seguito alla prova scritta, nella stessa giornata.

I primi 120 candidati (e quelli collocati in graduatoria a parità nell'ultimo punteggio utile) saranno convocati per il colloquio individuale psico-attitudinale.

3) PROVA ORALE sulle seguenti materie:
1. Sicurezza urbana e sicurezza pubblica con particolare riferimento alla legislazione regionale (Puglia) in materia
2. Ordinamento, ruolo e funzioni della Polizia Locale
3. Il Potere prescrittivo, regolamentare e sanzionatorio del Comune
4. Circolazione stradale
5. Diritto e procedura penale
6. Nozioni sulla legislazione nazionale e regionale in materia di Commercio, Edilizia, Ambiente e Polizia Amministrativa
7. Disciplina degli stranieri
8. Nozioni di prevenzione e sicurezza sugli ambienti di lavoro

La prova orale si intende superata se il candidato otterrà il punteggio minimo di 21/30.

Alle prove i candidati dovranno presentarsi, pena l’esclusione, muniti di valido documento di riconoscimento.

La domanda scade il 3 febbraio 2019.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI