Martedì 25 Febbraio 2020
   
Text Size

Biblioteca Comunale chiusa per guasto ai termosifoni

biblioteca polignano

La biblioteca "R. Chiantera" di Polignano continua ad essere chiusa. Da circa due mesi, infatti, a causa del guasto al sistema di riscaldamento, la biblioteca comunale che si trova nel centro storico del paese è chiusa al pubblico fino a data da destinarsi. Sui social tanti cittadini polignanesi, che considerano questo spazio come un vero punto di riferimento, avevano lamentato la chiusura senza alcun preavviso e si erano detti preoccupati per la mancanza di una politica culturale.

Sulla questione era intervenuto prontamente anche il consigliere comunale di Forza Italia Domenico Pellegrini, che a dicembre aveva dichiarato: “Non posso accettare che Polignano perda la sua biblioteca e per questo mi attiverò in prima persona affinché venga riaperta al più presto. Non potendomi rivolgere all’assessore alla cultura, che a Polignano non abbiamo, il mio referente sarà il sindaco Vitto”.

L’azione rapida e decisa, diffusa attraverso i social prima, e dalla stampa dopo, aveva prodotto i suoi frutti perché l’Amministrazione era corsa ai ripari pubblicando sull’albo pretorio del comune una determina con la quale era stata presa la decisione con urgenza di procedere all’acquisto di un “Mini Chiller inverter”, da installare proprio presso la biblioteca comunale. Il nuovo impianto di riscaldamento avrebbe dovuto sostituire quello non funzionante e non più riparabile. Su questo aspetto, l’amministrazione aveva invitato la ditta “Lorusso Impianti s.r.l.” di Conversano a presentare un’offerta, ponendo a base della trattativa l’importo di €.5.737,70, oltre IVA al 22% pari ad € 1.262,30, per un totoale di 7mila euro.

“A distanza di mesi, la biblioteca comunale rimane ancora chiusa – afferma il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – e da parte dell’Amministrazione non c’è nessuna comunicazione attinente ai tempi della riapertura. I cittadini continuano a segnalare disagi e vorrebbero che questo spazio fosse aperto il prima possibile. E’ inaccettabile perché questo luogo rappresenta un punto di riferimento per tanti ragazzi che in biblioteca vanno a studiare e a fare ricerche. Inoltre, l’Amministrazione ha appena comprato dei libri di autori particolarmente vicini alla maggioranza. Nonostante questo, la biblioteca rimane chiusa. Neil Gaiman, famoso scrittore inglese, diceva che una città non è una città senza una biblioteca. Magari pretende di chiamarsi città lo stesso, ma se non ha una biblioteca sa bene di non poter ingannare nessuno.

I polignanesi che devono restituire i libri presi in prestito o vogliono prenderne qualcuno devono rivolgersi agli uffici Comunali o consultare l’indice telematico dei volumi presenti nella nostra biblioteca. Questa soluzione va bene se si tratta di temporeggiare qualche settimana, in attesa di ripristinare il guasto. Ma tutti i cittadini polignanesi non possono accettare di perdere la biblioteca Raffaele Chiantera. Ciò che è sconfortante è anche la totale assenza di comunicazione da parte dell’Amministrazione. Non è stato dato nessun preavviso sul disservizio.

Qui a Polignano perdiamo pezzi importanti, mentre nei comuni a noi vicini, come ad esempio a Monopoli, si fa leva proprio sulla cultura per far crescere tutto il territorio, come è successo a Monopoli, dove si è svolto un importante evento culturale, con ospiti e scrittori di fama nazionale, tutto dedicato alla biblioteca comunale”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI