Giovedì 21 Marzo 2019
   
Text Size

PROPOSTA: OTRANTO COME MODELLO PER POLIGNANO

otranto2a

IL REPORTAGE A OTRANTO DI GIAMBATTISTA GIULIANI

Otranto: turismo tutto l'anno, classe imprenditoriale e commerciale sviluppata.

Polignano: speculazione edilizia e amministratori assenti.

 

Seconda settimana di settembre e come al solito mi godo qualche giorno di meritato riposo. Dopo un'estate massacrante quest'anno decido di passare 4 giorni in Salento e di unire l'utile al dilettevole. Mi sono dedicato al riposo e al mare, ma anche alla ricerca di nuovi artigiani e nuovi prodotti da proporre nella prossima stagione turistica. Per chi come me vende prodotti artigianali, ceramiche e souvenirs, importanti ispirazioni possono venire recandosi in località turistiche più sviluppate della nostra Polignano.

La mia meta preferita è Otranto, per diversi motivi, per me rappresenta un modello. E' una località turistica nata nei primi anni '90, un pò come Polignano, ma che nel giro di pochi anni ci ha surclassato arrivando a livelli per noi inimmaginabili.

IL VIAGGIO A OTRANTO - Mi aggiro per il centro storico di Otranto e cerco di notare i particolari, di spiegarmi il perchè di tale successo, pur essendo Otranto infinitamente meno bella di Polignano. Si percepisce immediatamente che li si fà sul serio, la vocazione turistica è perseguita da tutto il paese, amministrazione e cittadini, non è solo una cosa da scrivere nei programmi elettorali. I politici locali si sono realmente impegnati, ma i cittadini non sono rimasti a guardare, in tanti hanno investito sul territorio, si sono moltiplicate le attività commerciali, i negozi, i b&b, gli alberghi. Gente seria ha investito il proprio denaro nell'unico settore che poteva garantire un futuro ai propri figli, il turismo appunto.

COSA OFFRE IN PIU' OTRANTO RISPETTO A POLIGNANO - Un turista che arriva a Otranto hanegozio_otranto 1000 modi per spendere il proprio denaro se ne ha e se vuole farlo: negozi di oggettistica dei più disparati, bar e ristoranti, gite e visite guidate, concerti e spettacoli. Spendono tanto in parcheggi, quelli vicini al centro sono giustamente molto costosi, poco meno quelli più distanti.

L'amministrazione ha investito tantissimo nella promozione turistica, cartelloni di eventi impressionanti che coprono anche il periodo invernale fino al concertone di capodanno. Il centro storico è vietato alle auto h24, si scarica solo a mano, stessa cosa per quanto riguarda la zona antistante che comprende lungomare, piazza e strade adiacenti.
Tutto il resto del centro cittadino è pedonalizzato dalle 14 alle 7 del mattino successivo, in 3 giorni ho visto solo 1 macchina accedere con un permesso speciale.

Questo giova alle attività commerciali che possono realizzare esposizioni esterne molto pittoresche che fungono da attrazione per i turisti. Le stesse attività sono aperte full-time, nessuna pausa pranzo, i commessi si alternano in turni che coprono l'intera giornata. A nessuna ora è possibile trovare una serrata che invogli a cambiare paese.

posacenereI SERVIZI - C'è un ufficio turistico ricco di materiale informativo, ci sono i bagni pubblici.
Cestini dei rifiuti ogni 5 metri, dappertutto il comune ha distribuito grandi contenitori in ceramica pieni di sabbia con lo stemma del paese per la raccolta delle sigarette. Una pulizia indescrivibile, la raccolta differenziata è obbligatoria e viene fatta porta a porta.

 

Sono tornato dalla mia breve vacanza rammaricato, il 10 di settembre il salento è pieno di turisti, a Polignano è già inverno pieno. Dal primo di questo mese è stata già soppressa la zona pedonale sul ponte Lama Monachile (che assurdamente partiva alle 22), a giorni anche il centro storico tornerà ad essere terra di nessuno e parcheggio per tutti.

 

L'EDILIZIA E I PARCHEGGI A POLIGNANO - Il nostro bene più prezioso è adibito a parcheggio gratuito, chiunque bidonipuò scorrazzare liberamente, molti immobili sono in mano a speculatori che hanno comprato a poco e vogliono vendere a moltissimo. La maggior parte delle attività commerciali apre solo a tarda sera, i tantissimi turisti che ci visitano di giorno, da marzo a ottobre, sono come fantasmi che nessuno vede, nè commercianti nè amministratori.

Alcuni dicono che siamo fermi al turismo "mordi e fuggi", come se la colpa di questo fosse di chi viene a Polignano e non degli amministratori e degli imprenditori che non sanno offrire nulla di più di un gelato.

La politica a Polignano ha colpe enormi, ma anche la classe imprenditoriale e commerciale è praticamente assente.

Auspico che ognuno faccia la propria parte, ci sono anni di ritardo da recuperare.

DSCF0495

Commenti  

 
#10 giambattista giuliani 2009-09-18 20:56
ho scritto questo articolo da commerciante del centro storico e ho criticato la mia categoria. Ho riportato le mie sperienze personali e le aspettative di chi da anni lavora a Polignano e per Polignano. Confermo che le colpe sono diffuse, di quelle politiche ho parlato ripetutamente.
Chiedo ai miei colleghi commercianti un pò di coerenza, non predichiamo bene per poi razzolare malissimo. Qui la maggior parte di noi se ne frega di Polignano e si comporta malissimo. Diamo l'esempio per primi...
 
 
#9 luisi 2009-09-18 20:30
daccordo con pit-Pitecus, ci hai preso in pieno è questa la vera differenza tra noi e gli altri , tutto il resto sono chiacchiere.......Vittoria
 
 
#8 pit-Pitecus Pubblicatelo per favore 2009-09-17 21:59
Il problema fondamentale è che polignano e quindi i polignanesi non hanno ancora deciso cosa fare del proprio paese.....da anni questa domanda il paese doveva porsela....invece a distanza di quindici anni la gente del centro storico chiama i carabinieri, lancia l'acqua come una volta si lanciava la pece, quando qualcuno realizza un posto bellissimo come il plenilunio gli amministratori fanno di tutto affinchè vada via, oppure se una manifestazione culturale supera le ore 24 viene immediatamente sospesa, se si chiude una strada al traffico si forma il comitato di protesta,non ci sono discoteche e/o comunque una struttura per il tempo libero dei villeggianti gli alberghi e i B&B hanno dei prezzi come gli alberghi a quattro stelle, quando un turista arriva non sà dove andare a chi rivolgersi cosa guardare, ecc. ecc. ecco qual'è la differenza con questi posti turistici (e si!!..a noi piacciono gli interventi come la C2 di via conversano..per vivere meglio!!). Questa è la realtà e la differenza tra noi e gli altri
 
 
#7 antonio-43 2009-09-15 20:57
P.S. Ho condiviso in pieno i suggerimenti di Giuliani, approvo le sue idee e quanto constatato nella città di Otranto. Parliamone con il Sindaco o con un suo delegato, presentiamo delle richieste e cerchiamo se con la comunicazione e suggerimenti le cose cambiano. Collaboriamo insieme per il bene di tutti e della nostra polignano.
 
 
#6 antonio-43 2009-09-15 20:17
Caro Gianni, con grande interesse ho apprezzato il tuo post e sono sicuro che qualcosa di buono uscirà dal tuo progetto. Continua ad elaborare le tue idee e da parte mia personale ci puoi contare avrai tutta la massima collaborazione ed un valido contributo al tuo progetto, solo ed esclusivamente per il progresso della nostra bella cittadina e dei polignanesi tutti. Sia dalla parte dei commercianti tutti e sia dalla parte politica o di destra o di sinistra puoi contare su di me, perchè io credo nelle invettive e nella nuova cultura dei giovani. Sarò il primo ad apprezzare e far approvare il tuo studio, ci puoi contare al cento per cento. Ti saluto ed un "in bocca al lupo".
 
 
#5 augusto cernò 2009-09-15 19:51
siete dei rompiscatole ! perchè Polignano và bene cosi...........................E' Nizza che deve copiare da Polignano !!.........Otranto ? dove si trova ?............
 
 
#4 Gianni LAbbate 2009-09-15 16:54
Sirmione come ulteriore esempio. Città pulita e centro storico totalmente adibito a zona pedonale.
Ragazzi vorrei intraprendere un progetto serio di attrazione turistica via web, il sito della città di Ostuni è il più cliccato della Puglia, con migliaia di visite provenienti dalla Cina e da altre nazioni come Germania e Svezia.
Abbiamo il doppio dei nostri abitanti tra Brasile, Argentina e Stati Uniti ma non abbiamo mai attuato rapporti a distanza. E pensare che la festa di San Vito li è cosi sentita..

Noi e il nostro giornale ci impegnamo tanto per diffondere quello che più abbiamo delle nostre potenzialità. Purtroppo, oltre il poco interesse dell'amministrazione, è di fatto presente l'incuranza del cittadino.
Siamo qui per le vostre proposte.

Io, personalmente, ho l'idea di pubblicizzare nel modo opportuno(e non come siti aperti con il nome di polignano e mai funzionanti, oppure creati e mai curati..) la nostra bella (perchè è cosi ma non lo dimostra) Polignano. Preparerò durante l'inverno un progetto e ne parlerò con chi di competenza. Spero nell'appoggio di tutti i commercianti e di coloro che potranno avere l'opportunità di crescere grazie a questo progetto.
 
 
#3 Gordian 2009-09-15 15:15
Ciao Giambattista, purtroppo quello che dici è tutto vero. Che ne pensi di riunirci tutti e discutere i vari problemi? Io penso che qualcosa di marcio ci sia anche tra i gestori dei negozi del centro storico.
 
 
#2 mork 2009-09-15 14:30
caro Giambattista, perche' non organizziamo una bella gita itinerante per tutti i nostri amministratori, nei paesi con vera vocazione turistica come ad esempio Otranto, Capri e Sorrento, Sirmione e Desenzano ....etc., per fare alcuni esempi, chissà forse si renderebbero conto delle differenze.
E pensare che Polignano non ha niente da invidiare a queste località anzi......
Un vero peccato!!!!!!!!!!
 
 
#1 nicolateofilo 2009-09-15 06:58
Carissimo Giambattista, mi sono permesso di aggiungere una foto che ho scattato quest'estate a corigliano, 20 km da otranto. Un paesino più piccolo di Polignano. Ciascuna abitazione o camera d'albergo, ha al suo interno un'isola ecologica, con raccolta vetro, plastica, umido. E' singolare per noi.

Questa foto l'ho scattata all'interno della mia camera d'albergo. La raccolta è rigorosa e obbligatoria per noi, un fatto culturale e abitudinario per loro.

Poi sono stato a Otranto; sottoscrivo tutto quanto ha raccontato nel tuo reportage.
Grazie e spero che qualcuno finalmente mediti.
Nicola Teofilo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI