Meraviglioso Natale, GPuglia promette battaglia

meraviglioso_natale

Gli organizzatori pronti a portare l'amministrazione in Tribunale!

È terminato il tanto chiacchierato meraviglioso Natale a Polignano a mare ed è tempo di bilanci. Tutt’altro che negativo per le attività commerciali del paese che registrano un segno più nelle casse, ma anche per i lavoratori che si sono visti confermare l’assunzione fino a dicembre. Di altro tenore il rapporto tra il Sindaco Vitto e l’organizzazione Gpuglia guidata dal presidente Michele Lestingi.

Nato sotto una buona stella con complimenti reciproci in pubblico è terminata tra ordinanze comunali restrittive e ripicche organizzative. Una cosa è certa, l’organizzazione né esce con le ossa rotte e per colpa del fuoco amico – le parole dell’organizzatore - che invece di tutelare quello che Vitto all’inizio definì un “lavoro meritevole di un privato” si è rivelato un muro insormontabile per l’organizzazione.


Meraviglioso Natale è terminato qual è il bilancio di questa prima edizione?

“Un bilancio super positivo, esaltato dai tre anni precedenti di fallimenti da questa amministrazione che ha cercato invano di destagionalizzare senza riuscirci. Gli imprenditori hanno dimostrato che quando scendono in campo persone capaci, al di fuori dell’amministrazione riescono a mettere in atto un progetto serio che ha dato dei risultati.”

 

Ecco i risultati, e quali sarebbero?

“Sicuramente sotto il profilo della destagionalizzazione. Penso a tutti quei licenziamenti che non sono stati effettuati nel mese di novembre. Anzi, potremo dire un risultato in controtendenza. Alcuni studi di consulenza del lavoro mi hanno parlato di un segno positivo rispetto ai circa 370 licenziamenti degli anni passati.

Dei risultati positivi anche per i paesi limitrofi , il presidente delle grotte di Castellana si è complimentato con noi visto l’aumento dei visitatori nel mese di dicembre. Quindi meraviglioso Natale ha disseminato benessere ovunque, oltre che a Polignano. Abbiamo notizie positive anche da Alberobello, Fasano insomma un grande risultato.”

 

Non possiamo dire lo stesso del rapporto con il Sindaco Vitto?

“Hanno cercato sempre di togliere importanza a questo evento, ridimensionando, facendo revoche. Penso a quei mercatini che avevo piazzato sul ponte Lama Monachile. Hanno creato un danno enorme all’associazione. Quei mercatini ci aiutavano economicamente per la gestione dell’evento dal costo notevole. Così facendo hanno tolto potenza all’evento, anche perché tanta gente è ritornata proprio per quei mercatini. Infondo volevamo riproporre una piccola “spaccanapoli”. Senza parlare della revoca dei tavoli in piazza Aldo Moro, come anche il palco per i concerti.”


Insomma una guerra interna?

“Aggiungo anche la mancata concessione per il concerto di fine anno. Avevamo proposto Fedez, la Bertè, ma anche Caparezza. Insomma cercavamo di completare l’evento con questa piccola cornice di fine anno. Non ci è stato concesso. E quell’ ordinanza ci ha danneggiato tantissimo e abbiamo intenzione di rivolgerci agli organi competenti, ci hanno creato dei danni notevoli ed è giusto discuterne nelle sedi opportune.”


Ormai è rottura con Polignano?

“No, è tutto da vedere! Dipenderà dagli operatori di Polignano se si uniranno a noi. Entro fine febbraio presenteremo meraviglioso Natale 2019, sentiremo tutti gli operatori commerciali, turistici della zona se abbiamo il loro supporto lo presenteremo e poi sarà cura dell’amministrazione decidere se autorizzarlo o meno, prendendosi la propria responsabilità. Noi abbiamo tutte le intenzioni di rimanere, nonostante i continui inviti dei comuni limitrofi. Tutti vogliono Meraviglioso Natale.”