Martedì 11 Dicembre 2018
   
Text Size

“Meraviglioso Natale” vale più’ dell’indotto turistico estivo

L'organizzatore Michele Lestingi

Sig. Lestingi, Meraviglioso Natale è partito, si aspettava tutto questo clamore?

“Sinceramente si. O meglio tutte queste polemiche no, ma per il successo della manifestazione non avevo dubbi. Si è trattato di un’attenta analisi del progetto verificatosi in altri comuni. Le polemiche ci sono e stanno dando eco a questa manifestazione. Qualche giorno fa sono stato chiamato da Belluno, perche hanno visto in televisione l’evento ci hanno contattato per avere spiegazioni su come soggiornare. Ricevo notizie di centinaia di bus turistici in arrivo, ormai siamo partiti e posso dire che Meraviglioso Natale vale più del mare e l’obiettivo di destagionalizzare è stato centrato pienamente. Altro obiettivo raggiunto è quello di promozione di tutta la regione. Mi giungono notizie di B&B pieni anche nei paesi limitrofi. Purtroppo quando un evento diventa cosi importante, sfugge al controllo della politica ed ecco che nascono polemiche, antipatie e guerre mediatiche. Noi siamo imprenditori puri. Anche perche siamo le persone piu capaci perche abbiamo mezzi e idee.”

 

Come vi state preparando al prossimo week end?

“Incontrerò tutti gli operatori del paese per far fronte al fiume di gente che si prospetta per il prossimo week end. Dobbiamo cercare di non farci trovare impreparati per non deludere nessuno, pertanto stiamo pensando di spostare qualche evento fuori dal centro storico in modo tale da portare l’attenzione in altre zone. Anche perche credo che non tutti riusciranno ad entrare.”

 

Come si spiega questo attacco mediatico. Se ovviamente c’è una spiegazione?

“Si capisce che la Gazzetta è di parte, che ha un problema suo personale, penso nei confronti dell’amministrazione. Può anche essere che abbia qualcosa contro di noi, ma sinceramente non ricordo di aver avuto in passato nessun problema. Noi andiamo avanti per la nostra strada, ti dico in anteprima che stiamo organizzando un’altro mega evento in Salento a Pasqua e subito dopo partiamo sul Gargano. Insomma alle polemiche rispondiamo cosi.”

 

Torniamo sulla questione tornelli e soprattutto sulle dichiarazioni del questore, cosa ne pensa?

“E’ vero il questore non ha chiesto i tornelli, pero se li autorizza vuol dire che sapeva, che era a conoscenza. Anzi di dirò di più, sono stati anche graditi, abbiamo l’autorizzazione. Abbiamo fatto richiesta ed erano entusiasti di aver visto un mezzo che regoli l’accesso. A proposito vorrei sottolineare che l’episodio capitato sabato scorso, con i tornelli tolti alle 23 e lasciato il libero accesso, non si potrà più fare. Alle 23 si spengono le luci, si chiudono le casette e si tolgono i tornelli e si lascia libero il passeggio a chi vuole. La responsabilità è veramente troppa su un fiume di gente.”

 

L’opposizione ha chiesto di destinare parte dell’incasso alla ristrutturazione della Chiesa Matrice. Si potrà fare?

“Perche no! Rimane pero il senso dell’evento che è quello di far vivere un Natale magico ai bambini e alle famiglie. Con il vero Babbo Natale ci stiamo organizzando per visitare l’ospedale pediatrico di Bari, dove porteremo i giocattoli per i bambini ricoverati, stessa cosa faremo con l’ospedale di Monopoli. Sono giocattoli che GPuglia ha deciso di acquistare e di regalare ai bambini. Inoltre raccoglieremo dei fondi da destinare ad una casa di accoglienza di Castellana Grotte e infine, quando tireremo le somme capiremo se c’è qualcosa da destinare alla Chiesa Matrice.”

 

Prima parlava di obiettivo destagionalizzazione raggiunto, bene ma questo non si può definire obiettivo raggiunto per un solo anno di attività, non crede?

“Infatti questo è considerato l’anno zero. E come anno zero abbiamo superato alla grande l’obiettivo prefissato. Ora abbiamo i numeri, abbiamo la squadra e abbiamo l’esperienza. Vi ricordo che in questo evento paghiamo circa 130 dipendenti tra, personale della sicurezza, ragazzi alle casette, elettricisti falegnami, senza dimenticare il personale invisibile, stampa, grafica logistica. Vi sembra poco? Purtroppo devo constatare che l’appoggio degli imprenditori polignanesi è stato minimo, ma capisco che questo deriva da anni di insuccessi e che quindi un po' di diffidenza c’è stata.”

 

E’ anche vero che l’indotto aziendale che c’è a Monopoli è il doppio di Polignano

“Si questo è vero. Infatti i maggiori sponsor sono proprio di Monopoli, lo stesso comune che mi tira per la maglietta per portare questo evento l’anno prossimo da loro. Ho avuto la piena disponibilità del Sindaco Annese. Comunque per ora pensiamo a quest’anno, la base c’è e sono sicuro che con il Sindaco Vitto troveremo il punto d’incontro.”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI