Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

Cari adulti, siate d’esempio per i ragazzi!

Il dirigente prof. Lino De Donato

Il preside Lino De Donato augura un felice anno scolastico. L’intervista

Come vi abbiamo anticipato nello scorso numero, quest’anno il tema delle Scuole di Polignano è: educare alla resilienza.

Come mai questa scelta? Lo abbiamo chiesto, tra le altre cose, al preside dell’Istituto Comprensivo ‘Sarnelli-De Donato-Rodari’, prof. Lino De Donato.

“Innanzitutto, che cos’è la resilienza? In psicologia è la capacità di reagire di fronte alle difficoltà (dai problemi più semplici a veri e propri traumi). Non si tratta solo di "andare avanti", ma di uscire dalla situazione con un cambiamento (adattamento) e con maggiore forza. Si tratta, dunque, di una combinazione di forza e flessibilità. Le persone resilienti hanno una personalità caratterizzata da impegno (coinvolgimento nelle attività con entusiasmo), controllo (convinzione di poter dominare le situazioni almeno in parte) e gusto per le sfide (concepite come molla per il cambiamento e non come impedimento).

Perché, con l’altro Istituto Comprensivo, abbiamo scelto di introdurre questo tema unitario a scuola? Sicuramente i bambini resilienti godono dei benefici di questa loro attitudine a scuola, così come negli altri ambiti di vita, come pure lo stesso personale docente e non docente. La resilienza ha degli effetti di "secondo grado" attraverso il successo scolastico che ne consegue: autostima, autoefficacia, consapevolezza di sé, ecc.

Come favorire nei bambini questa adattabilità alle situazioni, questa predisposizione al cambiamento per il raggiungimento dei propri fini? Il contributo ambientale (della scuola) alla resilienza dipende da insegnanti che vogliano rafforzare quell'insieme di componenti che migliorano l'adattamento e la creatività con cui in parte, si nasce.

L'interazione con l'ambiente permette di mettersi alla prova e di sperimentare gli effetti positivi del cambiamento. Percorsi didattici che impongano continue modifiche e adattamenti e che premino la flessibilità possono dare un grande contributo nel lungo periodo.

La resilienza ha una doppia radice. Da una parte c'è il contributo biologico/personale: si tratta di risorse interne proprie dell'individuo dalla nascita. Un pacchetto costituito da problemsolving, pianificazione, progettazione, costanza, autostima, ecc. Dall'altra parte ci sono i fattori ambientali. Ed è qui che si trova il contributo che può dare l'ambiente scolastico, oltre a quello familiare.

La nostra esperienza di vita ci insegna, dunque, ad essere resilienti e, soprattutto -in qualità di educatori- a formare i nostri alunni ad acquisire questa meravigliosa capacità di gestire le difficoltà quotidiane”.

 

Prof. De Donato, vuole rivolgere un appello alla cittadinanza, per questo inizio di anno scolastico?

“Gli istituti Comprensivi polignanesi, da anni ormai, sono vicini ai cittadini, non soltanto dedicandosi alla formazione dei propri figli, ma anche curando l’educazione permanente, il lifelong learning. Attraverso i corsi di lingue straniere, informatica ecc, noi cerchiamo di tenere i cittadini al passo con i tempi e con i progressi in corso. Chiediamo, nel contempo, agli adulti di essere di esempio per i ragazzi e di vigilare sulla loro crescita, con discrezione, ma di vigilare e di collaborare con le Istituzioni (Comune, Scuole, Forze dell’Ordine…). Educare alla cittadinanza è un dovere di tutti!”.

 

Ci saranno cambiamenti per quest’anno scolastico?

“Certamente, nell’organico dei docenti, ce ne saranno, in seguito ai pensionamenti (Scuola dell’Infanzia, l’ins. Caterina Lamanna; Scuola primaria, l’ins. Filomena Mancini; Scuola Secondaria di primo grado, la prof.ssa di Lettere Anna Zullo). In base alle iscrizioni, invece, alla Scuola dell’InfanziaPascali, si è formata una seconda sezione di treenni, per cui sono giunte due nuove insegnanti e ne aspettiamo una terza(alla Collodi); alla Scuola Primaria Rodari, avendo formato una sola prima a tempo pieno e una a tempo normale, grazie al pensionamento dell’ins. Mancini F., l’ultima insegnante della graduatoria d’Istituto, (Anna Maria Coscia è stata trasferita d’ufficio all’altro Istituto Comprensivo); alla Secondaria di Primo Grado, in sostituzione della prof.ssa Zullo è arrivata la prof.ssa M.Sciangalepore”.

 

Come procede la certificazione dei vaccini? Ci sono intoppi?

“Per fortuna, grazie alla collaborazione dei genitori, al momento non stiamo registrando né resistenze, né ritardi di alcun genere”.

 

L’edilizia scolastica si sta muovendo? Ci sono nuovi finanziamenti? Cos’altro manca nelle scuole?

“Dai giornali locali, ho appreso che il progetto di riqualificazione del plesso Collodi è stato approvato e finanziato, ma i lavori non saranno avviati nel corso di quest’anno scolastico. In effetti, bisognerà attendere l’arrivo effettivo di questi soldi, al momento assegnati sulla carta. Il plesso di Scuola dell’Infanzia Pascali e il plesso di Scuola Rodari hanno ricevuto oggettive e visibili migliorie. Il plesso “Sarnelli De Donato” necessita ancora di una sistemazione definitiva dell’Auditorium, con l’installazione di condizionatori/pompe di calore”.

 

ORARI SCUOLE

Da lunedì 17 settembre a venerdì 21 settembre 2018

Scuola dell’Infanzia:

Ore 10.00 - 13.30 (lunedì 17/9/2018)

Ore 8.00 – 13.30 (da martedì 18/9/2018 a giovedì 20/9/18)

Ore 8.00 – 13.00 (venerdì 21/9/2018)

 

Scuola Primaria:

Ore 9.00- 13.30 (da lunedì a giovedì)

Ore 9.00- 13.00 (venerdì)

 

Scuola Secondaria di 1° grado:

Ore 8 – 13.00 (lunedì 17/9/18)

Ore 9.00 -13.00 (da martedì 18/9/18 a venerdì 21/9/18)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI