Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

SAN GIOVANNI MIGLIOR SPIAGGIA ITALIANA

La consegna della bandiera blu 2018

Intervista a Roberto Benigno: “Servono collegamenti con l’esterno.
Pensare che il turista venga solo per vedere Polignano a Mare è assurdo”


È il lido Cala San Giovanni ad aggiudicarsi il primo posto nella classifica “Best Italian Beach 2018”. Il concorso nazionale indetto dal portale Mondo Balneare ha visto trionfare la spiaggia di Polignano a Mare, già nota per essersi aggiudicata ben 11 bandiere blu consecutive e 3 bandiere verdi come spiaggia riconosciuta adatta ai bambini dall’Associazione Nazionale Pediatri Italiani. Oltre 100 mila sono stati i contatti ottenuti dal portale Mondo Balneare durante la durata del contest e, di questi, oltre due mila hanno votato per la spiaggia della Città di Domenico Modugno che si è aggiudicata così il titolo di miglior spiaggia di Italia 2018.

“Si tratta di un risultato importante per il nostro lido, ma anche e soprattutto per l’intera Regione Puglia ormai leader indiscussa del turismo”, ha commentato l’amministratore del Lido Antonio Pellegrini in rappresentanza dell’intera famiglia Calderaro - Decillis che, da generazioni, gestisce la struttura balneare polignanese. “Il nostro” ha aggiunto, “è un risultato ottenuto tramite un intenso lavoro di squadra, frutto di tanti sacrifici e di tanto impegno da parte di tutti, ed in particolare modo dell’intero staff del lido. L’augurio è di riuscire a fare sempre meglio per accontentare il più possibile i clienti che, ogni giorno, ci scelgono ed a cui dedichiamo questo riconoscimento. Siamo orgogliosi di rappresentare la Puglia di qualità e la Città di Polignano a Mare”.

La premiazione si terrà l’11 ottobre alle 16 presso la Fiera Internazionale di Rimini dedicata al settore balneare. Il Lido Cala San Giovanni ritirerà il premio ed, inoltre, una gigantografia della spiaggia sarà esposta per tutti e tre i giorni di durata della fiera. Per l’occasione, abbiamo intervistato Roberto Benigno.

 

PREMIO FRUTTO DI NOTEVOLI SACRIFICI

Come si ottiene questo importante risultato?

“Il risultato raggiunto è frutto di notevoli sacrifici. È facile pensare che la gestione di un lido sia semplice, ma posso assicurarvi che non è così. Al di la del piacere di avere un ufficio vista mare, come in tutte le aziende ci sono impegno e fatica. Mi riferisco all’ottimo lavoro che quotidianamente svolge la direzione nell’intercettare le necessità dei clienti e di conseguenza, nel saper offrire il giusto servizio, ma anche all’intero staff che, oltre a doversi impegnare per fare in modo che la mattina alle 9 la spiaggia sia perfetta, allo stesso tempo si impegna per non perdere il sorriso e per accontentare centinaia di ospiti, quasi tutti con esigenze diverse.

Ci vuole pazienza, dedizione, professionalità e tanto lavoro di squadra. Noi di Cala San Giovanni ci impegniamo affinché ogni giorno sia migliore del precedente”.

 

QUEST’ANNO PIÙ TURISTI STRANIERI

Come va il turismo a Polignano?

“Quest’anno, come stabilimento balneare, abbiamo registrato una maggiore presenza di turisti stranieri. Abbiamo lavorato molto bene con gli abbonamenti, ma anche con gli ingressi giornalieri. Questo per noi significa che Polignano è una città molto gettonata e che può ancora dare tanto al turismo dell’intera Regione. Devo ammettere che quest’anno hanno funzionato molto bene i servizi di trasporto urbano. Faccio riferimento non solo agli NCC ma anche ai bus dell’iniziativa “Make me move” che quotidianamente hanno messo in collegamento la frazione di San Giovanni con la Città di Polignano, ma anche con San Vito e la vicina Cozze. Credo che sia stato un servizio molto utile che noi abbiamo apprezzato parecchio. Polignano ormai è un brand turistico, basta vedere gli hashtag #polignanoamare su Instagram per farsi una vaga idea di cosa sia Polignano: ci sono migliaia di post. E devo ammettere con orgoglio che anche #calasangiovanni ne ha un bel po’. Bisogna insistere in questa direzione”.

Che tipi di turisti abbiamo a Polignano?

“A Polignano giungono tutti. Non lo dico in senso negativo, anzi. È naturale che una città come Polignano che ha dato i natali al più popolare cantautore italiano (Domenico Modugno) attiri tutti senza distinzione. Senza contare i film, la gara dei tuffi, il libro possibile e tutte quelle iniziative che ogni anno muovono vere e proprie masse di turisti. Credo che non ci sia una categoria di turista: credo ci siano diverse esigenze. Sta alla Città farsi trovare pronta sempre e comunque”.

 

PIANO COSTE: TANTE SPIAGGE DA VALORIZZARE

Che importanza ha il piano delle coste ancora fermo?

“Il piano delle coste è fondamentale per una Città come Polignano. Ci sono tratti di costa bellissimi ed è un peccato non vederli valorizzati adeguatamente. La fruizione delle coste va certamente regolamentata nel rispetto di tutti, ma in particolar modo degli operatori turistici che da anni operano nel settore. Sono certo che questa amministrazione riuscirà a portare a termine il cammino intrapreso”.

 

QUEST’ANNO HA FUNZIONATO LA MOBILITÀ

Cosa chiedono i turisti che vengono a Polignano? Quali servizi?

“Il buon cibo. La maggior parte delle richieste riguardano l’ambito culinario e devo dire che Polignano da questo punto di vista sa difendersi molto bene. Ci sono locali straordinari in cui poter mangiare.. dai ristoranti al take away, c’è l’imbarazzo della scelta.

Sul fronte servizi, come detto in precedenza, tanto si è fatto sulla mobilità urbana. Sono convinto che si possa fare ancor di più tenendo conto che Polignano non è grandissima. Mi piacerebbe che la rete dei collegamenti si espanda anche nei paesi limitrofi. Pensare che il turista venga solo per vedere Polignano a Mare è assurdo. È chiaro che si viene a visitare un territorio ed è per questo che i collegamenti con l’intera Città Metropolitana di Bari vanno assolutamente potenziati”.

 

STRADE PULITE E MAGGIORI CONTROLLI

Cosa manca ancora per la crescita del turismo?

“Io non credo manchi nulla. Nel senso che il turismo io lo vedo già in crescita. Gli eventi, la pubblicità, i film hanno già creato un vero e proprio marchio turistico sul quale bisogna insistere. Certamente non bisogna considerarsi arrivati. Bisogna sempre fare meglio, cercare di offrire qualità e di soddisfare il più possibile le esigenze della clientela.

Ci si augura di avere sempre strade pulite ed ordinate e maggiori controlli al fine di evitare situazioni spiacevoli. Polignano è una città di vacanze ed in vacanza ci si diverte e rilassa. Ragion per cui ritengo che debba realizzarsi tutto ciò che punta in questa direzione”.

 

CALA SAN GIOVANI DEVE MOLTO A GIACOMO CALDERARO

Come avete ottenuto questo importante riconoscimento? Quali cambiamenti avete adottato negli ultimi anni?

“Il lido Cala San Giovanni deve molto a Giacomo Calderaro prima ed alla compianta Maria Luisa dopo. I nostri cugini hanno saputo mantenere alto il nome della famiglia De Cillis da cui poi discende la nostra storica concessione. Sono riusciti, negli anni, a far distinguere Cala San Giovanni per qualità ed eccellenza. Oggi che non ci sono più, sta a noi portare aventi questo compito iniziato tanti anni fa dalla famiglia della nonna e delle zie.

Negli ultimi 4 anni a Cala San Giovanni sono cambiate un po’ di regole. Lo si è fatto per cercare di rendere la spiaggia più vivibile, più sicura e maggiormente adatta alle famiglie. Non sono state scelte facili, ma trattandosi di uno stabilimento balneare con cabine, abbiamo scelto di renderlo sempre più accogliente. Maggiori servizi, più privacy, meno confusione, più sicurezza. Ne sono un esempio gli 8 bagnini a cui si aggiungono il personale di staff, le telecamere di videosorveglianza, la vigilanza privata ed il rispetto di tutte le regole imposte dall’ordinanza regionale e della capitaneria.

Sono dettagli a cui io e gli altri miei soci, teniamo molto e che, oltre a permetterci di prendere 11 bandiere blu e 3 bandiere verdi, ci classificano come migliore spiaggia all’italiana 2018. Da noi i clienti devono trovare comodità e sicurezza e per farlo abbiamo avviato un cambiamento che pian piano i nostri clienti stanno condividendo.

Credetemi non è facile garantire ogni giorno dell’estate la spiaggia perfetta: mi riferisco alla pulizia soprattutto, ma anche ai servizi ed all’accoglienza. Non importa quanto personale serva, ma i nostri clienti lo meritano. Quest’anno li abbiamo anche omaggiati con borsa, pochette e teli.

Nonostante il premio ottenuto, siamo perfettamente consapevoli che si possa fare molto di più. Il 9 settembre chiude il lido, ma vi posso garantire che dal 10 siamo già a lavoro per il prossimo anno. Ritireremo il premio l’11 ottobre alla fiera internazionale di Rimini. Per i tre giorni di fiera sarà realizzato un pannello 3 metri per 2 con una foto della nostra spiaggia. Parleremo alla stampa nazionale ed internazionale del settore turismo. Saremo orgogliosi di rappresentare la Puglia e la Città di Polignano a Mare.

Mi auguro di salire con tutta la squadra che ha animato questa estate 2018 e quello sarà un momento di grande riflessione per la programmazione del prossimo anno”.

Commenti  

 
#2 V:D:De Crudis 2018-09-14 07:50
Complimenti a tutti gli operatori del lido.E' il caso di divulgare al massimo questo risultato. Una eccellenza da condividere e diffondere per il bene di tutto il territorio. Si punti a fare sistema nel campo turistico- culturale.
 
 
#1 Kennedy 2018-09-13 07:16
Non chiederti cosa il tuo paese può fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI