Mercoledì 23 Ottobre 2019
   
Text Size

CENTRO STORICO, INTERVINE MIMMO RUGGIERO: CANE CHIUSO DA 15 GIORNI

Santo_Stefano_1

CATTIVI ODORI NEL CENTRO STORICO, L'ASSESSORE MIMMO RUGGIERO CHIEDE BONIFICA

Un cane nel locale, vicino al b&b, da 15 giorni. Domani incontro con i gestori alberghieri.

Cattivi odori in Vico Santo Stefano? Dopo le numerose sollecitazioni, articoli di giornale, proteste, stamane qualcosa si è mosso. Prima le piante (ora rimosse), poi le liti tra i vicini di casa e infine un cane rinchiuso nello scantinato per più di dieci giorni.

Ieri pomeriggio la signora Rosa, moglie del titolare del b&b Santo Stefano, Augusto Cernò, si è sentita male a causa degli odori. Gli ospiti della struttura alberghiera erano visibilmente imbarazzati e nauseati. Sono poi intervenuti i vigili urbani e l’assessore al turismo Mimmo Ruggiero.

L’ASSESSORE RUGGIERO - “Un cane è rimasto chiuso per quindici giorni nel locale del vico, di fronte alla struttura ricettiva. Il cattivo odore dei bisogni ha creato forti disagi. Ho parlato con i vigili e i vicini, i quali hanno promesso l’immediato ripristino della pulizia nei luoghi”. Ruggiero ha preso di pugno la situazione e convocato per domani, all’una, una riunione straordinaria con i responsabili delle quattro strutture ricettive presenti nel centro storico. “Mi sono sentito con tutti. E’arrivato il momento di mettere in campo le problematiche e avviare una nuova progettualità. Vorrei ascoltare per capire; poter essere un punto di riferimento per loro”.

IMG_3182“VICINATO LITIGIOSO” – Esausto e in collera il sig. Cernò. “Non si doveva arrivare a questo punto. Stamattina hanno finalmente bonificato il vico. Nel locale incriminato c’erano due cani da più di dieci giorni. Siamo stanchi. Troppe sollecitazioni e da ultimo il mio esposto all'ufficio igiene. Tutto questo non è un buon biglietto da visita per la città. Spero che il centro storico torni ad essere vivibile e pulito. Si fa turismo anche con la collaborazione di tutti e non con un vicinato litigioso”.

__________________

A seguire, l’ultima lettera, un grido di disperazione, che il sig. Augusto Cernò ha inviato alla nostra redazione lunedì scorso, che fa leva, a nostro avviso, su più problematiche con spunti per i quali dovremo intavolare una discussione: TRAFFICO, PARCHEGGI, RIFIUTI, EDUCAZIONE CIVICA, TURISMO, PULIZIA E DECORO URBANO.

Egregi Signori, anche per questa estate - oramai alle spalle - si sono prepotentemente riproposti (ed insoluti) i numerosi problemi che "legano" ancora oggi Polignano ad una frequentazione di basso livello sociale. Lungi da me l'essere classista ma la buona educazione, il rispetto verso il prossimo, l'educazione civica non si sono viste. Fatta eccezione per una esigua schiera di turisti si è solo notata una fiumana di gente ineducata, eccessivamente chiassosa al limite della decenza e del codice penale. Non mi si chiami "movida" quel grande bordello che diventa Polignano dopo le 23 e fino alle 4 del mattino.

Per non parlare poi del sudiciume che questi trogloditi lasciano nelle strade, nei vicoli, sugli scogli. A Polignano è concesso tutto: entrare con rumorose moto nel centro storico anche alle 6 del mattino, pisciare nei vicoli, gettare di tutto (mozziconi, carte, coni, cornetti, nocciolini, lupini ecc ecc ) nelle strade, far cacare i cani sotto gli occhi dei vigili urbani (!!!)…ma sanno costoro che è obbligatorio il sacchetto ecologico? E chi non lo porta è sanzionabile?

Comandante Centrone: più di attenzione per favore! Accade anche che si lasciano licenze a locali che non ne hanno i requisiti; perchè?....I parcheggi di scambio sono una chimera quando avrebbero potuto alleggerire traffico e aria dall'assedio delle auto e delle moto. E' ridicolo far pagare solo €,50 per ora nei parcheggi limitrofi al centro storico, si porti a 2 euro la tariffa oraria e col ricavato si pensi a ripulire la città che fa schifo.

Assolutamente da realizzare i park e ride con navette elettriche che passano ogni 15 minuti e lasciano i visitatori e i turisti innanzi all'arco marchesale. Con altri titolari di B&B abbiamo rilevato tutte queste disfunzioni, esposte a chi di competenza con la speranza che Polignano faccia un salto di qualità e non sprofondi nelle città da bollino nero. Non è con la bandiera blu (comprata) che si fa serio turismo.

Saluti Augusto Cernò

______________________

Link correlati:

VICO SANTO STEFANO: FOGNA A CIELO APERTO

ESPOSTO IGIENE E PIANTE A SANTO STEFANO

Commenti  

 
#14 luisi 2009-08-31 14:32
daccordissimo con ''fine agosto'' Sento spesso ultimamente parlare di turismo di qualità, che a Polignano manca perchè mancono i servizi ecc.....ma la professionalità dove la mettiamo ci dimentichiamo spesso di lei.... A Polignano fino a quando il settore turistico non verrà lasciato nelle mani dei profesionisti non ne verremo mai a capo so che dicendo questo alzerò un polverone ma è la realtà. Il settore turistico è diventato l'ultima spiaggia dove investire i propri soldi o il proprio futuro....Da un lato abbiamo i grossi imprenditori che solo perchè la vita gli ha sorriso un pò di più investono i loro soldoni comprando strutture e promettendo posti di lavoro , formano una brigata di cucina in pochissimo tempo e a distanza di un anno la mancanza di professionalità torna indietro come un boomerang ,le cose vanno male e i dipendenti giù tutti a casa;-)all'altra parte abbiamo i ragazzetti che giustificandosi non c'è lavoro o odiando la dipendenza esclamano''cen gi vo'' si aprono locali portano a casa un contentino e tutti fanno tutto in malo modo...e poi ci lamentiamo dei turisti mordi e fuggi purtroppo senza professionalità Polignano offre solo questo .Il professionista non aprirà mai strutture senza adeguati servizi, lui non lieviterà i prezzi per il semplice fatto che le camere hanno dei lampadari d'epoca o la connessione a internet tutta la notte,e la mattina seguente spedirà i propri ospiti al bar di un altra zona per la colazione o al ristorante distante km per il pranzo....il professionista non si vanterà solo della vista mare e non accorgersi che i suoi piatti sono senza sapore perchè chi li ha fatti non ha passione per quello che fà...non possiamo dare addosso ai politici se il settore turistico è nelle mani di tutti.................Vittoria
 
 
#13 fine agosto 2009-08-30 22:23
Polignano che vorrei......
il sindaco che vorrei....
l'assessore che vorrei....
la comandante che vorrei....
i turisti che vorrei.....
gran dibattito estivo, complimenti o emarginati di polignano(web).
Come attrarre flussi turistici nel prossimo futuro?
L'arretramento rispetto ad altri paesi è imputabile ad alberghi
troppo cari,servizi di dubbia qualita,cittadini incivili,pulizia
insufficente dei luoghi pubblici fuori i locali e tutela inadeguata
del territorio.L'obbiettivo è quello di superare l'emergenza turistica.
Più turismo qualificato,rispettoso sono le carte vincenti.
Il nemico è ancora il turismo mordi e fuggi che crea molti problemi di
gestione e restituisce poco in termini finanziari.Noi siamo campioni di
bellezza,paesaggio,cultura ma abbiamo perso in capacità di attrazione ed
è dunque necessario recuperare mantenere conservare da abusi vari.
I mordi e fuggi portano confusione ma non soldi,i turisti chiedono maggiore
cura nella gestione,denunciano luoghi poco valorizzati in stato di
abbandono.Il mordi e fuggi è solamente un danno,sono giornalieri mai al
massimo livello,rimane poche ore,visita sempre e solo gli stessi luoghi
mangia un pezzo di focaccia producendo rifiuti non riconosce i parcheggi
non porta nulla neppure in pubblicità,il turista si ferma più giorni
spende per alberghi,negozi,musei,ristoranti quindi risarcisce economicamente
polignano che lo ospita.
L'invito è raccontare per migliorare tutti,sparlare sempre per motivi
personali contro il politico di turno non è interesse pubblico ma personale.
 
 
#12 augusto cernò 2009-08-30 14:56
Cari amici di Polignano,è finita l'ora di essere considerati sudditi.Riprendetevi la qualifica di cittadini e fate sentire la vostra voce.Certi personaggi possono cadere anche con " un colpo di tosse ".
 
 
#11 scocciato 2009-08-29 19:16
Sig. Cernò anch'io penso che la libertà di parola, pensiero, non sono gradite alle istituzioni. Le Istituzioni, dovrebbero essere garanti della legalità, far rispettre le leggi.....E i controlli.... Chi esercita i controlli? Non ci sono più controlli. La legge Bassanini è stata stravolta e abusata.... Lei ha visitato il sito del Comune di Polignano a Mare? Non c'è traccia neanche dei titoli delle deliberazioni o degli altri atti( determinazioni, decreti o ordinanze) . Senza l'informazione non c'è trasparenza, senza comunicazione non c'è partecipazione e senza partecipazione, trasparenza ed informazione è più facile raggiungere "certi obiettivi" ... poi bisogna vedere quangto questi siano efficaci e rispondenti ai bisogni dela comunità.
 
 
#10 dylan 2009-08-29 16:09
il problema è che per certa gente che viene a Polignano ci vuole un vigile ed uno spazzino appresso. Bisogna dare regole al turismo in questo paese. Vanno istituiti i park & ride e vanno istituiti i volantari ambientali dandogli potere di multare in determinate situazioni (ad esempio chi fa fare i bisogni degli animali ovunque fregandosene di tutto e tutti, chi sporca in qualsiasi modo per terra, sulla scogliera, etc.) corrispondendo loro una percentuale sugli introiti. I primi anni sarebbero lucrosi!!!
 
 
#9 sgomento 2009-08-29 13:55
Ma scusate, che vi aspettate dai Vigili? Che si occupino del centro storico? Ma se i cassonetti della spazzatura sono già strapieni alle 2 del pomeriggio (e con sto caldo Dio solo sa cosa succede al loro interno) e nessuno fa nulla...Avete sentito parlare di un fioccare di multe per questo? Non mi pare. E vogliamo parlare di Via Don Luigi Sturzo? Davanti al Pronto Soccorso ci sono continuamente auto parcheggiate. Se mai ci fosse traffico in quel tratto e rimanesse bloccata l'ambulanza in uscita o in ingresso e per questo morisse il paziente, con chi ce la prenderemmo? Con chi ha parcheggiato o con chi non ha mai controllato? In Via Magnesi, nel tratto dietro l'Agip, i Vigili (grazie ad un'ordinanza del sindaco non indicata su alcun segnale) hanno fatto apporre un segnale di divieto di sosta (che immagino non sia valido, dato che non v'è indicata alcuna dicitura "Comune di Polignano a Mare") e disegnare un posto "zebrato" per far si che un signore (che a questo punto immagino sia una persona di cui avere riguardo) possa accedere con la sua auto al garage, che però è dall'altro lato della strada.Illogicità pura.A questo punto i residenti di Via Sarnelli, di Via Martiri di Dogali, di Piazza Aldo Moro o di Via Neapolis potrebbero richiedere, sempre con ordinanza, un posto riservato a testa.Per lo meno sarebbe più logico per loro, che addirittura pagano per avere la macchina sotto casa. Ora, quanto ci metterà il Comune a realizzare una segnaletica orizzontale equivalente di fronte al Pronto Soccorso (magari con rimozione coatta del mezzo)? Si accettano scommesse. Cominciamo a contare i giorni da oggi, senza considerare la decina d'anni già passata.

P.S. Certo, che anche una controllatina ai permessi per i disabili non sarebbe male...
 
 
#8 diaboliko 2009-08-29 13:39
Concordo con Lei perchè pur essendo una struttura nel centro storico vede le cose come me e descritte in vari post non ultimo in quello aperto da G.Giuliani. Sono d'accordo IO QUESTA GENTE NON LA VOGLIO.
Sui locali "inidonei" mi piacerebbe saperne di più.
 
 
#7 Raziel 2009-08-29 00:14
A proposito di sporcizia :sad: ieri pomeriggio ho parcheggiato di fronte al meccanico presente in viale trieste, e ho notato che i titolari dell'officina oltre ad impossessarsi abusivamente di tutti i parcheggi presenti nei paraggi,per terra c'era un pò ovunque di fronte all'officina un luridume di unto di olio esausto di automobili, macchie di tutti i tipi e sporcizia varia.Ho ravvisato in pochi istanti molteplici infrazioni al codice stradale da parte dell'officina in oggetto per non parlare del larciume presente in zona, e incredibilmente in quel momento una macchina dei vigili urbani è passata tranquillamente da quella zona senza fermarsi non notando niente :o .Dov'è il tenenete rambo spinelli paladino della giustizia ,visto che mi risulta anche risiedere in zona è possibile che non si sia mai accorto di niente?>:sad: . Ormai nella comandante non abbiamo più speranze ora il sindaco si è preso anche l'incarico della polizia municipale:sad: siamo messi proprio male, l'unica speranza è nel nostro super partes Tenente Spinelli sono sicuro che ci penserà lui.grazie
 
 
#6 augusto cernò 2009-08-28 21:04
Annuncio che la libertà di pensiero,di parola e di scrittura non sono gradite alle Istituzioni ! Siamo in pieno Fascismo ???
 
 
#5 BattiPanni 2009-08-28 17:32
Ma come... I vigili urbani con l'assessore al turismo?E dov'era l'assessore al ramo?Ci siamo dimenticati che il sindaco ha trattenuto per se la delega,perchè, come ha spiegato lui, voleva essere maggiormente presente ed esercitare un controllo sopra la maedia?La pulizia e il decoro del paese, così come il controllo da parte dei Vigili Urbani sono ruoli appannaggio dell'Assessore alla Polizia Municipale, e non di sicuro dell'Assessore al Turismo. Bovino dorme... e i polignanesi,e il turismo, soffrono a causa della sua negligenza, da assessore e da sindaco!
 
 
#4 zanzibar 2009-08-28 17:02
ma quale paese turistico... possiamo attualmente essere paragonati al massimo alla Torre a Mare degli anni '90!!! ( per chi ha buona memoria). Piena solidarietà al Sig. Augusto.
Il turismo non è questo bisogna azzerrare e partire da zero, dialogare con gli operatori del settore e trovare delle soluzioni condivisibili per tutti e poi Polignano non e solo il centro storico.
 
 
#3 curiosando 2009-08-28 15:55
Sono daccordissimo con il signor Augusto....
Polignano è l'unico paese in cui tutto è permesso, anche entrare nel centro storico con l'automobile, solo per bere al bar...."tanto quando vengono i vigili me ne vado..." è questo il commento che fanno.
A proposito ma i pilomat quando entreranno in funzione?
 
 
#2 freemind 2009-08-28 12:23
Sempre piu' vergognoso e medioevale, sembra che alla fine dovremmo pregare chi è pagato al controllo e sorveglianza per poter aver un paese piu' pulito e giusto.
Il problema è sempre quello nessuno fa veramente il proprio mestiere.
Spero che un giorno tutto questo lassismo faccia svegliare i polignanesi e reagire di conseguenza in qualsiasi maniera, a questo punto tutto è permesso.
 
 
#1 Lindigeno 2009-08-28 11:46
Bravo Sig.Augusto,
nella sua missiva personalmente avrea aggiunto solo un rigo...quando ci si indigna con i vigili urbani questi ci rispondono con "dobbiamo essere tolleranti!"...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI