Lunedì 21 Gennaio 2019
   
Text Size

DATI ARPA: POLIGNANO E' BALNEABILE

mare_polignano_eutrofizzazione

IL MARE DI POLIGNANO OTTIENE L'IDONEITA' DELL'ARPA

Finito il pericolo alga tossica, nel fine settimana ancora mucillagine.

Sostanzialmente in linea con i dati del 17 luglio scorso. L’Arpa Puglia conferma lo stato di idoneità alla balneazione delle nostre acque, nonostante i recenti sviluppi: dall’alga tossica lungo il tratto di costa tra Molfetta e Polignano (una cinquantina gli intossicati, in tutto) e l’onnipresenza di schiuma biancastra.

Legambiente Circolo Hippocampus di Polignano ha diffuso ieri gli ultimi riscontri sulle acque di balneazione di Polignano a Mare, disponibili anche sul sito web dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA).

I DATI - I prelievi delle acque sono stati effettuati nella mattinata del 10 agosto, tra le ore 10 circa e 12.45. Le tavole complete (potrete visionarle cliccando sul link in basso) riportano percentuali, dati, sigillo d’idoneità di ciascuna località specifica della litoranea polignanese: campo sportivo, cala Ripagnola, cala San Giovanni, cala Aprifico, porto Paradiso, Macello, Pozzovivo Marmeria, ditta Carone Bartolomeo, scarico emergenza EAAP, fogna cittad.na Polignano 500 mt nord.

La mappa di balneazione dell’Arpa indica la quasi totale assenza di batteri quali: salmonelle, coliformi, streptococchi fecali. Come per la volta scorsa, non risultano disponibili i dati relativi alla presenza o meno di oli minerali, tensioattivi e fenoli, mentre il pH di acidità è in media a 8,3, di poco sotto il limite di tolleranza.

“IL MARE NOSTRO E’ PULITO” - Si dice soddisfatto, Vito Montalbò da Festambiente, manifestazione in occasione Mare_con_schiuma_3della quale i partecipanti hanno espresso il loro parere contrario al nucleare. “Il mare di Polignano è balneabile e pulito”- aveva assicurato il presidente dell’associazione ambientalista locale, riponendo totale e incondizionata fiducia verso l’ente regionale Arpa.

NELL’ULTIMO WEEK END - La presenza di macchie biancastre e mucillagine, ben visibili lungo il tratto di costa, ha certamente segnato la stagione balneare 2009 di Polignano.

Ancora, nel fine settimana tra sabato 22 e domenica 23 agosto, il fenomeno non ha dato tregua a turisti che hanno affollato le spiagge per le ultime tintarelle nei ritagli di ferie disponibili. Forse la scarsa e poco dettagliata informazione e lo stato di abbandono di gran parte delle insenature (vedi questione rifiuti) hanno spinto molti bagnanti alla cautela e, in taluni casi all’indignazione generale.

Per Vito Montalbò la questione va imputata all’eutrofizzazione: “troppi e inutili allarmismi”. Ciò nonostante, secondo alcuni esperti l’eutrofizzazione sarebbe una reazione chimico-biologica non del tutto scevra dall’inquinamento.

_____________

Link correlati:

CLICCA QUI PER VEDERE GLI ULTIMI DATI ARPA SU POLIGNANO

VEDI ANCHE DATI ARPA DI LUGLIO

SCOPRI COS'E' L'EUTROFIZZAZIONE

VEDI RIFIUTI SPIAGGIA SABA BEACH

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI