Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

COSTA ABUSATA E CHIUSA!

Giuseppe Gialluisi

Gli 11 km della splendida ed originale costa polignanese manomessa, scempiata e privatizzata, a cominciare dagli anni sessanta!, data la perdurante ottusità o complicità di dirigenti ed amministratori pubblici che negli anni sono stati al servizio ed in affari, forse leciti ma assai discutibili visti i doppi ruoli in commedia, e spesso in combutta con gli abusivi!

I risultati si vedono tutti! Assessori e Sindaci, cittadini ed attori protagonisti non fate gli gnorri o quelli che cadono dal pero!, gestivano attività o punti vendita negli abusivi insediamenti! "Loro" di certo non avevano il tempo e l'interesse a bloccare gli abusi, mentre il paese beota e beato si trastulla a seguire - quando non servire- i tribuni e capipolo improvvisati!

Cari compaesani, mentre voi al massimo mugugnavate e spesso lo continuate a fare, la costa tutta è sempre meno accessibile e sempre più privatizzata! Mentre voi, fra un mugugno e l'altro, in gran parte, avete continuato a votare ed in massa capipolo o madonne pellegrine nonché molti di quei responsabili! Alcuni, sono tutt'ora presenti! Pertanto, ieri come oggi, l'attenzione e le scelte messe in atto dall'ente pubblico e dai suoi dirigenti per tutelare e difendere 11 km di costa e grotte è, quasi, pari a zero!

Riassunto: La costa Nord fu riempita e pregiudicata dai falsi campeggi. Anche a discapito delle ancor'oggi vigenti previsioni di P:R.G.! Abusi e deturpazioni che sono ancora in fase procedurale PIRT - condoni - da circa 10 anni. L'ex sindaco Di Giorgio, per ultimo, non mosse un dito contro la concessione edilizia che realizzò la grossa ed invadente colata di cemento - l'ex Pietregea - a pochi metri dal mare! Intervenne la magistratura, fu sequestrato e fu definito da La Repubblica "uno dei 10 ECOMOSTRI D'ITALIA"! Di questi, quasi tutti abbattuti, solo il nostro ricevette una miracolosa procedura è fu d'emblèe condonato dai nostri dirigenti e politicanti di bocca buona!

La costa a Sud, è quasi intatta e libera. Però è lasciata allo stato brado e abbandonata a se stessa. Oltre un decennio fa, approvarono un Campo da Golf e relative strutture in cemento - che si è riusciti a non far realizzare -, in cambio, loro, diedero in proprietà all'interesse pubblico una vasta area terriera prospiciente l'area di Pozzo Vivo. Quest'ultima è, a tutt'oggi, fantasma e non delimitata e indicata da cartellonista informativa ed esplicativa! Su tutta la costa si è in presenza di gravi omissioni d'atti d'ufficio ultradecennali e nessuno che abbia mosso un dito, sinora!

ULTIM'ORA! la spiaggia di Torre Incina, da sempre e nei secoli ritenuta di Polignano, è dal 2000 del Comune di Monopoli! I vigili urbani di Monopoli si stanno recando dai nostri pescatori - i pochissimi rimasti - e gli dicono di sloggiare di là! Stiamo interessandocene e cercando documentazione che provi il contrario! Sindaco ed amministratori, nonché Consiglieri Comunali tutti, volete interessarvene anche voi? La Procura della Repubblica di Bari vorrà interessarsi di tutti questi fatti ed abusi nonché le relative colpe ed omissioni? Ora, gli ultimi arrivati, "I Pastori della Costa di Conversano" dichiarano di voler tutelare ed appropriarsi di 3 km della nostra costa lato Cozze, per farsi l'affaccio costiero!

GIUSEPPE GIALLUISI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI