Lunedì 24 Settembre 2018
   
Text Size

Come va il turismo a Polignano?

Peppino Mastrochirico

L’analisi con l’esperto Peppino Mastrochirico, segretario cittadino del Partito Democratico


Come commenta l'ultimo Consiglio comunale?

“Mi dispiace ma non sono in grado di commentarlo, sono stato impegnato in commissione agli esami di maturità e non ho potuto seguirlo. Ho provato a seguirlo sul canale predisposto su youtube e mi sono reso conto dell’enorme difficoltà. Interventi troppo lunghi, dispersivi, spesso incongruenti, si perde il senso della delibera in discussione. Nel complesso follemente noioso impossibile da seguire. Penso all’opportunità di impostare la discussione con interventi di massimo tre minuti (i cosiddetti “tempi europei” obbligatori al parlamento europeo) e coerenti con l’argomento discusso. Più che all’azione del Presidente De Donato, sempre anche eccessivamente disponibile, ritengo che dovrebbe essere interesse di tutti e ognuno aderire con impegno a queste regole.

L’opposizione ritiene che quanto più mantiene il “microfono” maggiore è l’attenzione dell’ascoltatore e ci mette di tutto anche quello senza attinenza. Ammetto che anche la maggioranza concorre ritengo erroneamente, di contrastare l’invasione. In effetti le cose stanno diversamente. Scarsa partecipazione dal vivo alle sedute, gente annoiata persa tra smartphone e uscite a “prendere una boccata d’aria”. In streaming pochissime visualizzazione e se fosse possibile verificare i tempi di attenzione sicuramente il risultato sarebbe bassissimo. Anzi se si indagasse quanti hanno seguito tutta la seduta il risultato sarebbe “zero””.

 

Vuole fare un primo bilancio di questa stagione turistica? Pare che i tempi di soggiorno si siano accorciati e ci sono sempre più last minute... almeno questo lamentano i gestori di b&b che abbiamo contattato...

“A me risulta una situazione diversa. Certo l’aumento dell’offerta, più B&B disponibili, riduce un po’ l’attività dei singoli. La stagione si calcola sulle presenze complessive non su quella dei singoli. Sicuramente quando verranno fuori i dati ci accorgeremo che abbiamo avuto ancora una stagione da record.

Sono in questo campo da diversi decenni e ho vissuto tante stagioni alterne. Oggi è anche più semplice “tastare la situazione” con le piattaforme di vendita online, le OLTA (OnLine Travel Agency), tipo Booking. Monitorandole è possibile ottenere dati importanti. Numerosità delle offerte, tempi di esaurimento, prezzi, origine dei contatti. Elaborando questi dati è possibile ottenere risultati interessanti. Andamento della stagione in atto e prospettica, mercati di interesse, prezzi di attrazione, qualità dei servizi.

Per professione continuo a fare questo lavoro (oltre all’insegnamento svolgo l’attività professionale). Il dato interessante di Polignano è la qualità del turista ormai stabilmente sul medio alto e con ottimo livello culturale. Ovviamente tutti gli operatori che ritengono di trovarsi di fronte a un turista di “bocca buona” incompetente e pronto ad ingozzare di tutto è destinato ad uno scarso successo, o meglio ad un sicuro insuccesso.

Lo storico sistema di valutazione delle strutture ricettive lo Star Rating, classificazione a Stelle, è stato ampiamente soppiantato dal Guest Rating ovvero la valutazione del cliente. Consultando qualsiasi piattaforma OLTA ci si accorgerà che per ogni struttura ricettiva visualizzata c’è una valutazione in punti, non è fissata da una agenzia corruttibile ma è data dai clienti che vi hanno soggiornato; in più è possibile leggere le recensioni di tutti i clienti che hanno voluto lasciare il loro commento.

Da una ultima statistica, riguardante i motori di ricerca e prenotazione, emerge che prima di prenotare il cliente visualizza mediamente più di 75 strutture. Anche il cliente che prenota direttamente ha precedentemente cercato informazioni sulle piattaforme OLTA. Ovviamente con una clientela medio-alta e di buon livello culturale c’è poco spazio per furbi ed incapaci”.

 

Su quali servizi bisogna ancora puntare?

“Le pubbliche amministrazioni non si possono sostituire al privato e alle sue offerte commerciali. La PA deve creare opportunità e assolvere a quelle attività di pubblica utilità. Ritengo che l’attuale amministrazione, come la precedente, abbia svolto bene il proprio lavoro. Arredo urbano e degli ambiente pubblici, tenore delle pulizie, partecipazione e creazione di eventi, predisposizione alla fruizione del mare, potenziamento dell’ufficio informativo. Mantenere questi livelli sarebbe già sufficiente. I privati devono fare la loro parte, il trasporto su calessini a motore è un esempio da coltivare. Sicuramente bisognerebbe dare più spazio alle nostre grotte marine e al potenziamento dei collegamenti con l’entroterra di interesse turistico come Alberobello e le Grotte di Castellana”.


Che ne pensa della questione inceneritore tra Conversano e Polignano, che la Regione starebbe per approvare?

“Nessuno vuole gli inceneritori, o meglio termovalorizzatori, vicino casa ne vogliono le discariche quindi spediamo i rifiuti a smaltire fino all’estero con costi esorbitanti. Ma nessuno vuole pagare tasse elevate sui rifiuti. Come si fa? Sì, penso sbagliato chiamare la tassazione “raccolta” rifiuti si chiama “raccolta e smaltimento” dei rifiuti. L’ultimo aumento subito non è stato dovuto all’aumento dei costi di raccolta ma a quello dello smaltimento, circa 600 mila euro. Dobbiamo imparare a selezionare i nostri acquisti oltre a differenziare con accortezza. I termovalorizzatori sono essenziali, la tecnologia nuova offre il massimo della sicurezza sui fumi e gas emessi. Non possiamo continuare a fare buchi nella terrà o spedire a termovalorizzare in Norvegia”.


A proposito di Regione, Emiliano si prepara per la campagna elettorale. Quali sono le insidie maggiori?

“Presto per fare analisi, aspettiamo i risultati dell’azione di governo nazionale. Se mantengono le promesse elettorali non c’è partita. Se, invece, si rivelerà una presa in giro elettorale la partita e tutta aperta. Dalle prime mosse si profila un disastro tra plateali populismi ed incapacità a capire ed intervenire sul socio economico. Vedremo”.


Come farà il Pd a risorgere dalle ceneri?

“L’alternanza in democrazia è una necessità, la sconfitta o la vittoria sono parte essenziale. Non ci sono ceneri. Bisogna mettere in campo strategie e politiche innovative. Penso che aveva ragione Renzi con le sue proposte; le cose sono andate diversamente il PD non era pronto ancora ingabbiato nei caratteri della fusione da cui era originato”.


Zingaretti si propone quale candidato segretario. Renzi teme i neo-Ds. Lei da ex Ds che ne pensa?

“Zingaretti è un’ottima persona e politico di valore. Non penso che Renzi tema qualcuno. Tutti noi del PD dobbiamo dimenticare di essere ex di qualcosa ed essere pronti ad affrontare tutti i cambiamenti necessari in aderenza alle mutazioni in corso nella nostra società. Il Novecento è passato definitamente, problemi nuovi sorti dalla modificazione dei sistemi produttivi e nuovi equilibri mondiali”.

 

Renzi cosa dovrebbe fare?

“È in grado di decidere da solo senza suggeritori, spero in una sua nuova partecipazione alla vita del partito e della nazione”.

 

Teme l'effetto Lega anche in Puglia, la cui delegazione ha partecipato numerosa a Pontida?

“Ho già risposto prima. Vediamo se oltre i proclami e dimostrazione di virilità c’è qualcosa. Solitamente nella infanzia in quel delicato passaggio alla pubertà si gioca a “chi ce la più…”l’ardito vince, spesso più con l’audace delle parole che con i fatti. Il popolo italiano è già grande: vuole i fatti”.

 

Il sindaco Vitto è saldamente nel Partito Democratico?

“Nulla fa pensare diversamente, non ci sarebbe ragione nell’attuale panorama”.

 

Il centrosinistra polignanese che futuro ha?

“Il nostro centrosinistra ha vinto spesso, governa bene la città. In questa condizione è destinato a continuare la sua esperienza. Sicuramente nel prossimo futuro nuove evoluzione potrebbero influire positivamente o negativamente. Io conservo una sicura speranza”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI