Martedì 16 Luglio 2019
   
Text Size

Multe: perdita d’incasso di 70 mila euro!

multa1-mb

Polignano nel caos. I vigili scrivono le multe ancora con carta e penna

Nell'ultimo Consiglio comunale, martedì 26 giugno, è stata denunciata una perdita d'incasso, per le violazioni del Codice della Strada, di 70 mila euro! Il consigliere Domenico Pellegrini e l'assessore Francesco La Volpe si sono confrontati sul dilemma: "Sono poco efficienti o insufficienti i controlli ed i controllori". Sono più civili gli automobilisti ed i nostri ospiti".

Dunque, nel paese delle allegre e continue violazioni di tutti i tipi, dove automobilisti e motociclisti sfrecciano e rumoreggiano a qualsiasi ora del giorno e della notte! Entrano e sostano persino nelle isole pedonali. Guidano cliccando o parlando al cellulare, mediamente, 4 o 5 automobilisti su 10, come niente fosse e finanche passando davanti agli uffici di Polizia Municipale! Parcheggiano in doppia fila e sui marciapiedi, negli stalli dei portatori d'handicap, spesso non avendo diritto ma solo la targhetta visibile nell'abitacolo - alcuni le usano scadute, fotocopiate o false - e sugli scivoli degli stessi! Ed a fronte di tutto ciò, vi è questo vistosissimo calo di incasso! Vi sarà "del marcio in Danimarca"?

Sicuramente vi è una palese mancanza di volontà, e vi è un fatalismo culturale e storico che sopporta l'abbondono del paese al caos e al caso nonché a furbi ed incivili! Tutto ciò viene da lontano e non trova, ancora, soluzioni! Potenziare l'ufficio di P.M. e metterlo nelle condizioni tecnologiche pari a molti altri corpi di polizia municipale dei dintorni, è urgente e necessario!

Vigili che scrivono le multe ancora a mano, mentre il personale della ditta privata che gestisce le aree di sosta lo fa con smartphone all'avanguardia ed in 5 secondi, è da terzo mondo. Vigili che non si servono o non hanno mai il supporto e l'aiuto dei video pur installati negli uffici di P.M. ma che nessuno visiona!

Vigili, che non hanno, quasi mai - solo durante i riti religiosi - il supporto dei carri attrezzi costantemente ed in loco! Mezzi che sono un grosso deterrente per i furbi o gli indisciplinati. La multa può anche essere impugnata o non pagata per varie ragioni, il pagamento di 150 euro, per ritirare l'auto va fatto in contanti! Altrimenti si rimane a piedi. A mali estremi, estremi rimedi!

Quindi con diverse volontà politiche e sociali e con i giusti input, gli incassi possono migliorare di molto ed anche i comportamenti di molti automobilisti, rendendo anche più serena e civile la quotidianità dei residenti a qualsiasi titolo!

GIUSEPPE SANTE GIALLUISI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI