Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

Porto, cimitero, povertà. I nodi al pettine!

Giuseppe Gialluisi

1) Il porto con i suoi spazi pubblici chiusi, salvo quando "la monarchia imperante" elargisce qualche ora di ingresso ai suoi sudditi felici e belanti, è sempre non completato e l'ente pubblico è silente! S, E. ed O.

2) Il cimitero, anch'esso ancora cantiere incompletato, con il rischio di rimetterci milioni di euro di noi contribuenti locali! Se vi è qualche eletto/a che vuole dire qualcosa su questi temi, siamo tutt'orecchi e con gli occhi aperti!

3) L'esagerato e non dovuto aumento-ciliegina su di una torta rancida- della Tari! Grazie, pare, "al bubbone" inserito e presente in quel contratto del 2012. Concittadini-elettori, di questo appalto avevamo chiesto: Scusate come mai noi faremo la differenziata ed i vantaggi vanno alla ditta? Risposta: Loro guadagneranno sulla differenziata, ma a noi contribuenti rimarrà invariato il costo! L'aumento medio del 25% non è "costo invariato"! Anzi! Adesso, cosa sta accadendo e quanto incide l'umido, realizzato delle tante attività turistiche varie, e l'indifferenziata prodotta dalle decine di migliaia di visitatori dei fine settimana? Questi costi sono, con una opinabile scelta politica, spalmati al 90% "sul popolo bue" che al massimo muggisce! La politica ed i consiglieri comunali, ci vogliono informare e, soprattutto, tutelare -NOBLESSE OBLIGE-?

I cittadini con redditi o pensioni minime e misere nonché le coppie di giovani con lavori precari hanno difficoltà a vivere! Il dilagare incontrollato ed in ogni spazio -sottoscala compresi- di posti letto da fittare a nero e non, non gli fanno più trovare più buchi da fittare ed a costi accessibili! Molti, spesso, hanno difficoltà a coniugare pranzo e cena! Noi, loro e tutti, già sopportiamo il caos e l'inciviltà straripante di molti cosiddetti ospiti, subendo, anche!, i costi spropositati del libero ed allegro arbitrio di molti operatori commerciali! Questi ultimi, fanno e disfanno i prezzi dei generi di prima necessità e da un giorno all'altro! Purtroppo, vista la carenza ed i pochi vigili in servizio i controlli non se ne vedono. Pertanto, o ci mobilitiamo -organizzandoci e lottando-, rifiutandoci di subire abusi vari, e di pagare, anche, quel che spetterebbe più a loro operatori -l'immondizia di clienti ed avventori- che a noi!

GIUSEPPE GIALLUISI

Commenti  

 
#2 La puntina 2018-05-30 06:40
Guarda un po' da chi viene la predica
 
 
#1 up 2018-05-28 11:19
siamo alle solite benefici per pochi e solo danni per gli altri
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI