Giovedì 16 Agosto 2018
   
Text Size

Via le barriere architettoniche

Alcuni esponenti dell'opposizione

Sarebbe ora se a Polignano abbattessimo ogni tipo di barriera architettonica ma anche mentale. Ebbene, si andrebbe rafforzata la sensibilità nei confronti di questa tematica cercando di progettare ogni tipo di servizio pubblico accessibile a tutti i cittadini. Il P.E.B.A ovvero Piani di eliminazione delle barriere architettoniche servono proprio a questo, si tratta di strumenti in grado di monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità per tutti i cittadini.

A questa tematica si sono mostrati particolarmente sensibili i consiglieri di opposizione, i quali hanno proposto una mozione comunale datata e protocollata durante i primi giorni dell'anno 2018.

Con questa mozione, fa sapere Domenico Pellegrini “volevamo far prendere atto all'amministrazione come numerosi cittadini diversamente abili o colpiti da invalidità (permanente o temporanea) hanno lamentato la difficoltà o impedimenti nel spostarsi negli spazi urbani attraverso i marciapiedi, cosi come rimarcavano la difficoltà nell'accedere agli edifici pubblici e semipubblici.

Per essi anche l'accesso alle spiagge è del tutto difficile, anche percorrere un marciapiede è del tutto impossibile per via dei pali dell'illuminazione che ne impediscono la percorrenza vista la loro centralità. Nella mozione richiamavamo l'attenzione alla normativa vigente che sin dal 1986 impone ai comuni l'adeguazione a tali principi attraverso la programmazione del P.E.B.A.

L'eliminazione delle barriere architettonica è per l'amministrazione un dovere morale e civico negli interessi di tutti i cittadini, reso inoltre non solo alla comunità ma ai tanti visitatori che ci scelgono come meta turistica.

Per queste ovvie ragioni noi di FI proponevamo la costituzione di un tavolo tecnico al fine di tracciare una nuova mappatura del paese abbattendo ogni tipo di barriera architettonica rendendo il paese più fruibile per tutti.

Per questo ribadisco il mio invito all'amministrazione nel prendere atto della proposta da noi effettuata al fine di rendere Polignano più accessibile ma soprattutto in questo modo si dimostrerebbe di essere attenti nei confronti di tematiche sensibili come la disabilità”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI