Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

La vergogna di via San Vito e del cimitero

Lo scempio della B4 nel 2015

Lomelo sul cimitero: “È roba che scotta”
“Certificazioni false di lavori mai eseguiti…”


Focarelli continua a denunciare nuovi abusi in Via San Vito. Mimmo Lomelo che ne pensa? Glielo abbiamo chiesto, e parla di vergognosa speculazione.

“Che ha ragione da vendere. Un ammasso di speculazioni in totale difformità rispetto alle elementari norme urbanistiche e in difformità al regolamento edilizio in vigore. Una vera vergogna! E tutti muti e omertosi. Una indecenza che più volte abbiamo denunciato con un solo ex collega. Non c’è una sola strada, un solo metro di verde, è un solo parcheggio. Voglio vedere chi darà le varie agibilità. Tante complicità troppe!”.


Lo stesso Focarelli ha parlato di infiltrazioni mafiose. È così?

“Angelo forse si riferisce ai metodi con la quale è stato messa in piedi quella zona. Non si può proprio vedere una speculazione come quella. Ripeto sono saltate tutte le norme e i controlli!”.


Cambiamo argomento. A Pasquetta c'è stato il grande afflusso. È stato un momento positivo o no per i commercianti?

“Ma certo che è positivo! Quando le attività commerciali lavorano vuol dire che c’è gente che lavora e dà lavoro. Chi afferma il contrario è un cretino. Ci vuole solo impegno e capacità a capire come contemperare le diverse esigenze dei nostri concittadini con gli ospiti. O non è così!?”.


Il PUM è entrato in vigore. Che ne pensa? Funzionerà?

“Vedremo. Bisogna capire quanti cedimenti ci saranno. Il cammino è lungo. Privilegiare i nostri concittadini è fondamentale e aiuta alla convivenza con i turisti!”.


Il cimitero cade a pezzi e le opere promesse non ci sono. Di chi sono le responsabilità?

“Già! Quella è roba che scotta! Certificazioni false di lavori mai eseguiti e una lenta e inesorabile decadenza. Fra un po’ forse i nostri cari li accompagneremo ai paesi limitrofi per degne sepolture. Che vergogna! Le responsabilità di chi ha certificato cose mai fatte. Roba da corte dei conti (che è già intervenuta) e di autorità giudiziarie!”.


E sul porto? Le opere non sono state completate...

“Progetto realizzato a metà! E il resto !? Il centro commerciale!? Boh chi se ne frega! Chi vivrà vedrà. Forse… Sempre incertezza e opere non completata. Comunque meglio di prima. Forse aspetteremo ancora un po’ di anni… Come il tronco per la fogna di San Vito”.


Quali sono le prossime iniziative del partito dei Verdi?

“Parli a livello nazionale!? Qualche idea per il rilancio la sto proponendo a livello nazionale anche se l’ambiente è stato cancellato dall’agenda politica e dai media. Se solo al posto di dichiararci cristiani e cattolici leggessimo almeno qualche capitolo della bellissima enciclica di Papa Francesco “Laudato sì”una enciclica sulla cura della casa comune. Ma oramai vale più l’apparire dell’essere”.


Che altro farà per Via San Vito?

“Chiederò a Focarelli di pensare una iniziativa comune. Una denuncia forte”.


Un consiglio che darebbe al sindaco?

“Lasciamo perdere! Non ho consigli da dare. Ne ho già dati troppi e tutti inascoltati. Al paese invece direi di diventare protagonista del proprio futuro. Anche se nutro forti dubbi. Siamo diventati un popolo di individualisti e aridi spiritualmente. Il deserto è dentro di noi dice Papa Francesco!”.


Altre osservazioni...

“Io ho l’impressione che si naviga a vista e prima o poi senza bussola si va a sbattere!”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI