Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

Porto, cimitero e città svenduti ai migliori offerenti

Polignano -porto turistico

Non è mai più stato aperto alcun dialogo con Fusillo.
E il porto resta inaccessibile

 

II titolo di un articolo di Repubblica del 22 aprile 2015, riguardante il nostro paese, così argomentava: “Polignano rinnega il nuovo porto turistico che è ormai inaccessibile”.

Successivamente alla realizzazione del porto, poi è stato realizzato il Resort da 48 stanze con piscine e due campi da tennis.

Quindi un nuovo porto turistico, un albergo a poca distanza dal mare ed un centro commerciale da realizzarsi, però quel porto a noi polignanesi non è mai piaciuto.

All’interno dell’articolo di Repubblica, si leggeva che: “… non piace neanche l’albergo, accusato da una consigliera comunale di sfregiare il paesaggio. Il luogo dello scontro si chiama Cala Ponte, angolo di costa dove fino a qualche anno fa c’era un porticciolo per pescatori. Il gruppo Fusillo (la stessa che ha costruito l’ospedale Miulli di Acquaviva e l’Auchan di Casamassima) ha rilevato i terreni e ha avviato i lavori per realizzare quello che il gruppo imprenditoriale di Noci definisce uno dei più prestigiosi porti turistici d’Italia”.

Non piaceva allora quell’albergo, tanto che nell’articolo veniva riportato il seguente periodo: “… una consigliera comunale, Lucia Brescia del gruppo Polignano Futura, chiede di verificare se i lavori siano stati fatti nel rispetto dell’ambiente: “Quell’albergo è stato costruito su una lama, così si blocca il naturale decorso delle acque piovane”. “… Porto prestigioso, ma anche inaccessibile per i cittadini di Polignano, che da tempo protestano per rendere davvero fruibili pontili e banchine. È quanto conferma il sindaco Domenico Vitto: “Vogliamo aprire un dialogo con l’azienda.”

Purtroppo ad oggi l’amministrazione non sembra abbia aperto alcun dialogo con l’azienda, tant’è che i pescatori ed i cittadini polignanesi non possono usufruirne a meno che non si paghi la retta annuale ai Signori Fusillo. Porto come al cimitero. La nostra cittadina purtroppo vede sempre il saccheggio di questi signori che vengono da lidi lontani facendola da padroni.

Chi sono i signori padroni? Quali e quanti dirigenti comunali hanno approvato questi progetti?

Nel prossimo numero si approfondirà!

Commenti  

 
#1 up 2018-04-17 16:24
i nostri scadentissimi amministratori nella stipula della convenzione coi Fusillo ,non hanno mai pensato di far realizzare uno scivolo pubblico e gratuito per il varo delle barche
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI