Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

Le cucine torneranno all'Alberghiero di Polignano. "Operazione Vernì inutile"

peppino mastrochirico alberghiero di polignano

Articolo pubblicato su 'La Voce del Paese - edizione Polignano', nelle edicole da venerdì 24 giugno.



Le cucine torneranno all’Alberghiero di Polignano

Il prof. Mastrochirico disapprova l’azione di Vernì

“Portarle via a Castellana non è servito a nulla”



L’Alberghiero di Polignano riuscirà a recuperare le cucine che Vernì si è portato via? Questo l’interrogativo a oltre una settimana dal fattaccio di San Vito. Questa settimana intervistiamo il prof. Peppino Mastrochirico dell’Alberghiero, il quale si dice fiducioso e stigmatizza l’azione del preside.

 

Il dirigente Verni aveva ragione? Ha fatto bene a portarsi via le cucine, dato che ne avrebbe il diritto...

“Le attrezzature di cucina sono di proprietà dell’Ente ospedaliero “De Bellis” e nel 2012 furono affidate all’Alberghiero di Castellana Grotte – Polignano a Mare con un contratto di comodato. Contratto stipulato tra tre parti: l’Ente ospedaliero, la Provincia di Bari e l’Istituto scolastico. Il contratto prevede che nel caso di distacco di Polignano le attrezzature tornino a Castellana salvo ulteriore negoziazione. Il distacco di Polignano avverrà il 31 agosto e l’”ulteriore negoziazione” può avvenire solo dal 1 settembre quando l’istituto avrà la sua dirigenza.

La provincia oggi Città Metropolitana ha speso parecchio per installare quelle attrezzature nel laboratorio di Polignano, di questo bisogna tener conto. Ritengo che quando si vuol far valere un diritto all’interno di un contratto è necessario accordarsi con le altre parti. La posizione della Città Metropolitana è stata chiara e immediata diffidando la continuazione dell’azione. Ma questo aspetto riguarderà gli enti interessati che prenderanno le loro iniziative.

L’aspetto pratico all’interno del sistema scolastico è quello della continuità didattica e formativa. Il dirigente Vernì aveva diverse opzioni, quale dirigente fino al 31 agosto della sede di Polignano, al fine di assicurare l’offerta formativa promessa agli studenti e alle famiglie, poteva optare per l’opzione contrattuale di un “ulteriore negoziazione” e lasciare operante il laboratorio, ma ha scelto diversamente. Quelle attrezzature sono inservibili senza l’intervento della Provincia per costruire intorno un laboratorio, molto più costoso del valore delle stesse attrezzature. A che è servito portarle via?”.

 

Il sindaco ha agito bene a riguardo? I carabinieri non hanno potuto fare nulla...

“Il sindaco Vitto ha difeso l’offerta formativa dell’Istituto e la dignità della nostra cittadina. Ha interpretato la volontà dei cittadini che lui rappresenta. La sua azione, sono convinto, porterà a risultati positivi”.  

 

Lei come avrebbe agito? 

“Ho avuto funzioni amministrative nel passato, conosco il meccanismo di governo del paese, avrei agito nello stesso modo, non so se sarei stato bravo come Vitto ma sarei andato fino in fondo”.

 

Qual è ora il futuro? Come farete a recuperare le cucine?

“Sono sicuro che le attrezzature torneranno a Polignano o la Città Metropolitana provvederà a sostituirle. L’Istituto conserva sempre il laboratorio precedente che ha assicurato l’attività dal 2006 al 2012, con la riforma del 2009 e quindi a scorrimento dal 2013 anche le quarte e le quinte vanno in laboratorio… ed è proprio a loro che serviva il laboratorio smantellato. La soluzione ci sarà, gli studenti e le famiglie siano fiduciose!”.

 Da sinistra, il prof Peppino Mastrochirico in un evento culinario del 2013 Alberghiero di Polignano innocente galluzzi

 

Quale futuro si prospetta per l'Alberghiero? Non crede che la concorrenza con la storica Castellana sia penalizzante per noi?

“Un futuro di crescita e di tanti successi. La concorrenza con Castellana non c’è, per ubicazione abbiamo bacini diversi”.

 

Quali iniziative intendete promuovere per lanciare la sede di Polignano e di cos'altro ha bisogno? 

“Questo non spetta a me deciderlo, sarà il nuovo dirigente a farlo con i collaboratori che riterrà opportuno utilizzare. Sono molto fiducioso, gli Istituti alberghieri sono coinvolgenti; iniziative e sperimentazione di progetti vengono spontanei.

A questo proposito chiarisco che questo mio intervento è reso da libero cittadino con le sue prerogative costituzionali, non a titolo diverso”. 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI