PORTO TURISTICO: PROTESTA

protesta_porto_2

E’ apparso stamane, per le vie della città, un manifestino che annuncia sit-in di protesta contro l’ampliamento del porto turistico di Polignano, i cui lavori sembrano fermi da tempo.

Come si apprende dalla nota, la protesta è domenica 26 luglio alle ore 11, presso il porto in contrada S. Caterina.

Il Comitato spontaneo di cittadini per la tutela del mare e coste, firmatario del comunicato, rivendica i diritti e le ragioni della protesta e scrive così: “Ci vogliono negare il nostro bel MARE…distruggere la nostra costa in nome di un falso progresso…Noi non siamo contro il porto, vogliamo solo che siano rispettati anche i diritti di tutti quei cittadini che una barca non la posseggono”. Qualche settimana fa la Capitaneria ha imposto il divieto di balneazione e di accesso al porto turistico. Numerosi bagnanti ignari del provvedimento si sono riversati in spiaggia.

ACCESSI AL MARE - Il Comitato chiede urgentemente l’apertura di nuovi accessi al mare, altra questione incresciosa che il nostro giornale ha più volte denunciato unitamente alla scarsa pulizia delle spiagge e all’inefficienza imbarazzante e mancanza dei servizi elementari, alla sporcizia delle acque. Agli occhi dei turisti una città ormai devastata e impresentabile, certamente non un buon biglietto da visita.

Nella galleria fotografica in basso, potrete scorrere alcune foto di archivio realizzate qualche anno fa da Nicola Teofilo in occasione dell’ultima protesta, un foglio con raccolta firme con petizione popolare, immagini recenti di accessi al mare negati, e annuncio della manifestazione di domenica.

http://picasaweb.google.it/redazionepolignanoweb/Anno2009?authkey=Gv1sRgCJitzJjkz4Thag&feat=directlink
portoprotesta