Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

VICO SANTO STEFANO: FOGNA A CIELO APERTO

Santo_Stefano_1

Vico Santo Stefano, Polignano, centro storico.
Di notte, una signora accovacciata all’angolo, appena riparata dietro le piante. Tra le braccia suo figlio piccolo che urina all’ingresso del cancelletto, accanto al bad&breakfast della signora Rosa e di spalle al grazioso negozio di Francesca.
Questo è solo uno dei tanti episodi che si consumano nel vicolo, quotidianamente, in particolare nei fine settimana.

Ci ha contattati il marito di Rosa, la titolare del b&b Santo Stefano da sei anni.
Abbiamo trascorso un’oretta di conversazione, una chiacchiera tira l’altra, vi possiamo assicurare che il tanfo di piscio è ancora rappreso dentro le narici. Non va più via.

"BARESE ROMPISCATOLE" - “Dopo anni, io e Francesca spendiamo soldi per prodotti, deodoranti. Ho chiuso i fori dei tombini. Quando arriva lo scirocco poi, c’è solo da scappare”.
Non si da pace Rosa. Le ha provate tutte: “ho interpellato l’Asl e mi prendono in giro, dicono di essere intervenuti, ma non è vero. Mi danno della barese rompiscatole, ma io porto ricchezza a questa bellissima città e, nonostante ciò mi sento penalizzata. Offro un servizio, pago le tasse, la pulizia funziona solo quando ci sono i grandi eventi”. Conferma Francesca: “Sono venuti a pulire solo durante il festival del libro, o comunque nell’ultimo giorno della settimana”.

Rosa ha più volte segnalato il caso alle autorità, inviato lettere al comando dei  vigili urbani, ha pure telefonato. Tutta fatica inutile. “Ho preso pure una multa, credo di 186 euro” - sorride.
Vico Santo Stefano è il bagno pubblico per eccellenza del centro storico di Polignano. E’ deposito di bottiglie in vetro di birra e rifiuti vari.

Ha provato tutti i rimedi, Rosa: deodoranti, spray, profumi. Ora ci sono pure le piante, un trionfo di palme, proprio accanto all’ingresso della struttura ricettiva. Il terreno dei vasi è sempre impregnato di umido.

Il rammarico potrebbe convincere la signora a una scelta dolorosa: “E’ un vero peccato. Polignano non vuole proprio crescere turisticamente. Manca tutto. Io non ce la faccio più, tanto che sto pensando di vendere la struttura”.

Santo_Stefano_2

Commenti  

 
#4 visitatore 2009-07-20 17:53
FREEMIND ti do una bella notizia sai che al molo lungo dove viene il porto turistico giorni fa hanno montato 3 bagni chimici?? Ora mi chiedo e vi chiedo ma era necessario impiantarli li se cè il divieto assoluto di balneazione?? Mentre altre spiaggie frequentate non hanno questo servizio. Questa è una vera barzelletta da far pubblicare su tutti i giornali.
 
 
#3 freemind 2009-07-20 14:48
Egregio signor frenk da dove evince che io non sia cittadino di serie A? solo perchè chiedo giustizia, moralita' , amministratori e primo cittadino piu' onesti e che facciano gli interessi di tutti e non di pochi amici? cio che scrivo è a ragion veduta, le "porcate" che si subisce da tali personaggi (ingegneri tecnici di gloriosa fama e sindaco) sono da denuncia penale mi creda..e per quanto mi riguarda sto muovendomi in tal senso ed esorto tutti gli altri a far tanto o mediante questo ottimo sito o altri organi (tv, giornali)a denunciare i sopprusiabusi. Basta con lo svilimento della democrazia e della politica .
 
 
#2 frenk 2009-07-20 14:29
Egregio signor "freemind" incominci lei a comportarsi da cittadino di serie "A" non demandando alla Procura, hai Vigili, o altre Autorità. Per quello che mi consta personalmente, quei "quattro" vigili, di cui dispone Polignano fanno già abbastanza il loro dovere. (per conferma si rechi in qualche comune limitrofo ed attentamente verifichi...... dopo di chè dia i giudizi che vuole). Al signore del B.& B. vorrei solo ricordare che il bambino che fa la pipì dietro le piante potrebbe pure starci, il vero problema è che spesso sono i grandi che senza nascodersi dietro le piante fanno la pipì ed altro......
Per quanto riguarda la pulizia del C.S. è vero, ha ragiona la signora Rosa, bisogna riconoscere che non si sta attraversando un buon periodo. Credo che sia arrivato il momento di fare qualcosa di concreto: cacciare a pedate subito l'attuale ditta appaltatrice.
 
 
#1 freemind 2009-07-18 15:15
mandare lettere ai vigili per esperienza non serve a nulla, anche di fronte a palesi violazioni anche gravi sono capaci di dirti "prima dobbiamo verificare se lei è a posto...."
se per loro sei un peso ti daranno solo fastidi, quindi lasciali vivere nel loro provincialismo bacato deleterio al progresso del paese che non vogliono. Scavalchiamoli e mandiamo per qualsiasi violazioni esposti alla procura, sperando che prima o poi qualche magistrato magnanimo prenda provvedimenti seri.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI