Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

PARCO: PROPOSTA A SINDACO E GIUNTA

parco_nazionale_cinque_terre

In foto, un tratto costiero ligure del Parco Nazionale Cinque Terre.

Giuseppe Gialluisi ci ha inviato un articolo apparso sul quotidiano Repubblica (in foto, in basso a fine articolo) e una lettera con proposta a Sindaco, Giunta e amministrazione comunale di Polignano.

Propone il Parco Costiero e una riflessione sullo stato delle nostre coste.

______________________________________

Al Sindaco, Giunta, Amministrazione comunale,

vi allego copia di un servizio giornalistico de La Repubblica, del 29/06/09, su quanto realizzato nell’area del Parco delle Cinque Terre in soli dieci anni di vita.
Il tutto per mettervi nelle condizioni di riflettere e valutare serenamente (evitate/vi/ci atteggiamenti omissivi e/o di supponenza).

La nostra proposta di Parco costiero a Polignano, ormai vecchia di anni, è sempre stata accompagnata (possiamo dimostrarlo) dall’esempio del parco citato e da quello del Parco Nazionale d’Abruzzo!

Dal 1993 Polignano discute, si affanna e si illude dell’improbabile e dannoso sviluppo sin qui tentato con scarsi benefici.
Intanto, è stato danneggiato e depauperato (irrimediabilmente?) il nostro incantevole territorio e il suo eco-sistema, nella disattenzione e indifferenza di quasi tutti.

Polignano ha sprecato soldi a palate per sfilate di moda (o di escort?), feste o cittadinanze onorarie varie, convegni discutibili e senza futuro.
Speriamo riesca a trovare 10mila euro per un serio e concreto convegno su di un tema di tale importanza.

Per il futuro della nostra economia, del lavoro di tanti e per la tutela delle coste, grotte, mare ormai nel mirino di tanti “imprenditori d’assalto”.

Viste le incredibili autorizzazioni, le sanatorie e le striscianti privatizzazioni realizzate, fra poco pagheremo per avvicinarci e bagnarci del nostro MARE!
Domenico Modugno e Pino Pascali si rivolteranno nella tomba.
Distinti saluti.

Gialluisi Giuseppe Sante
Via Mazzini, 69
Polignano a Mare

 

Art.repubblica_2

Commenti  

 
#17 Lindigeno 2009-07-24 15:44
ALCUNE DOMANDE SONO NECESSARIE:
Come si pone il porto turistico all'interno del presunto proggetto del "parco marino"???
A che punto è il proggetto del porto??
Quale dovrebbe essere la data ultimazione lavori???
Ad oggi é ridicolo vedere l'ambiente di ciò che dovrebbe essere un "parco marino" completamente massacrato non dal porto turistico (perchè sia ben chiaro non sono contro il porto turistico ma sono contro a ciò che lo precede...cantieri ventennali) ma dal suo cantiere!!!
Possibile che stia passando sotto silenzio il sopruso che si sta consumando sotto il nome di porto turistico??
L'anno scorso è stato aperto il cantiere, con l'apposizione dei cartelli "vigilanza amata" (ridicoli!!!)
Quest'anno addirittura si è scomodata la capitaneria di porto che ha affisso i cartelli di "divieto di balneazione" anche se poi si parla di navigazione...(non si sono mai preoccupati della costa degli accessi al mare chiusi...mistero!)
Prima di pensare al parco pensiamo a vigilare seriamente...anche con l'aiuto delle associazioni ambientaliste...ed inequivocabilmente sui soprusi che si compiono quotidianamente a danno del territorio polignanese!!!

 
 
#16 alberton 2009-07-19 23:38
:-)il parco non è non deve essere un'utopia,ma deve essere un'opportunita di sviluppo che ci puo aitare a preservare la nostra costa da speculazioni e appropiamenti vari,anche oggi in tv anno parlato di altri parchi che funzionano (ventotene ),non facciamo i pessimisti e cerchiamo di mirare in alto le possibilita ci sono ,vai avanti pino e magari il parco lo facessero sotto casa mia.
 
 
#15 cittadino 2009-07-19 22:09
PS.volevo fare un osservazione sui commenti di questo web giornale

smettetela con queste cretinate
di voler sapere il noome di chi scrive il commento
scoprire chi è, ma è possibile che nessuno ha le palle di ricevere critiche negative

a volte mi passa la voglia di leggere i commenti e di visitare il sito


quindi
scrivete commenti serenamente
accettate critiche serenamnte


;-);-)
 
 
#14 cittadino 2009-07-19 22:02
il parco marino e una bellissima idea , ma putroppo questo paese ha una mentalità retrograda, preistorica e paralitica.
Io penso che solo quando ci troveremo con i piedi nella merda capiremo verso che direzione va qst paese.

abbiamo un paese meraviglioso che turisticamente poteva offrirci risorse per tutto l'anno , ma siamo incapaci di sfruttarlo bravissimi a distruggerlo

siamo un paese di mare e tra un po andremo a farci il bagno a Monopoli , visto che accessi al mare , anzichè crearli li facciamo scomparire

VOGLIO FARE UNA DOMANDA A CHI ANCORA SOSTIENE CHE QUESTO E UN PAESE TURISTICO

COSA CAZZO ABBIAMO DI TURISTICO?

fatemi un eleco:
 
 
#13 alberto nistrio 2009-07-19 15:36
Se pansassimo che tutte le proposte che guardano avanti siano utopia ,in questo e in altri paesi non si farebbe niente ,se qualcuno ah un' idea positiva per lo sviluppo di questo luogo che ben venga ,cominciamo a pensare oltre e impegniamoci senza pessimismi,e almeno qualche risultato lo raggiungeremo.L'idea di Gianluisi è vincente oltre per uno sviluppo del paese ,anche per la salvaguardia di un territorio da valorizzare e non deturpare con accampati diritti di privati.Pino vai avanti.
 
 
#12 Raziel 2009-07-19 00:56
senti gialluisi tu hai una bella idea ma pensi che sarebbe realizzabile il parco a polignano??sarebbe più facile andare sulla luna...te li vedi i polignanesi con tesserini zona A oppure zona B oppure zonaC x fare il bagno, la pesca ecc??nelle riserve ci sono zone con differenti limitazioni che vanno rispettate e con controlli ferrei. certo dirai ma abbiamo la bandiera blu, molto è stato fatto...
ti rispondo: sulle carte!!la nostra comandante fa bene le magie...peccato che per giorni (fino a ieri)non è riuscita a far sparire quel serpentone di melma che si vedeva da lama monachile. ma siete sicuri che abbiamo un depuratore efficiente!?
mi accontenteri già di questo , la riserva è un'utopia.
 
 
#11 LEuropeo 2009-07-19 00:19
"il lavoro per i propri figli si sceglie in base alle opportunita' proposte dal territorio, non si sceglie una facolta' e poi si creano le opportunita'.."
..ma quali opportunità offre, ad oggi, questo territorio? Seminare, spiantare e macinare patate a vita (perchè a venderle ci si rimette)? O portare piatti ed essere trattati come schiavi per 35 euro a serata (se va bene)? Con l'assoluto rispetto per le due professioni sopracitate (che svolgono tantissimi giovani studenti come me), qualche “figlio di Polignano” potrebbe volere qualcosa di più (o diciamo anche di "diverso", per rimanere nel politically correct) per il futuro proprio e del paese (ovviamente per coloro che abbiano intenzione di rimanervici, perché molti altri hanno deciso da un pezzo di andare via..ed HANNO DECISO DA UN PEZZO DI NON TORNARCI PIù).
Le opportunità di un territorio vanno fiutate, cercate ,portate alla luce, sondate e solo in ultimo realizzate…ma se non iniziamo mai questo iter, mai potremo sapere se un Turismo con la “T maiuscola”, un parco costiero, centrali di energie rinnovabili e tutte le potenzialità del nostro territorio sono o meno una fonte di ricchezza, formazione, istruzione e cultura (quella che avrebbe permesso a giogio di non dire questa stupidaggine..)..
..ma questo è solo un buon proposito, probabilmente un’ utopia irrealizzabile, per chi vive (culturalmente, più che fisicamente) in Africa..per chi vive in Europa, Polignano rimarrà sempre e solo un bel posto dove tornare a rilassarsi e a rivedere parenti e amici in estate..ma per un paio di settimane, non di più, perchè dopo un po' che ascolti e vedi messi in atto i ragionamenti di quelli come giogio ti viene la nausea..e ti assale una gran voglia di ritornare in Europa...
PS: In Europa (intesa sempre in senso di status mentale-culturale) i genitori non scelgono più quale debba essere il mestiere dei figli da un pezzo..e mi dispiace immensamente che da voi non sia ancora così, giogio..
 
 
#10 Cittadinanza Attiva 2009-07-18 21:15
Maldestri anonimi, non crediate sia difficile sapere chi siete e del perché scrivete banalità e grossolanità da ignoranti (sul tema), se in buona fede avete l'attenuante di non sapere di che parlate. Per questo proponi amo un convegno per dar modo a voi ed alla politica tutta, quella che sin qui ha permesso abusi e privatizzaz ioni sulla costa che noi soli abbiamo denunciato politicamente a volte anche penalmente (e voi dove eravate?)!
Gialluisi Giuseppe Sante
 
 
#9 freemind 2009-07-18 15:27
per fare un parco costiero bisogna avere una mentalita' ecologia e ambientale e soprattutto nessun favoritismo alcuno a chi continua a danneggiare la costa , gli unici che possono salvarci è la finanza con le loro foto aeree e capiranno che ancora oggi si continua ad abusare costruendo o impedendo gli accessi a chi ne ha diritto , visto che purtroppo al comune poco interessa sopratutto se colui che abusa ha qualche conoscenza politica.
 
 
#8 Lindigeno 2009-07-18 12:50
Bella idea!!!! Mi sembra giusto dopo aver permesso ed agevolato la privatizzazione del litorale tra Polignano e San Vito (con tutti gli accessi al mare chiusi, con i parcheggi in concessione ai ristoranti del litorale, i divieti di sosta e senza il minimo servizio navetta!!!)è giusto chiudere la stalla quando i buoi sono scappati!!!
Ma va la...va la...

P.S. L'anno scorso sul lungomare Domenico Modugno fu apposto un tabellone che inneggiava alla bandiera blu e rappresentava in maniera schematica le varie cale di Polignano...(era semplicemente meraviglioso!!!) pensate Porto Cavallo era rappresentata come spiaggia attrezzata con Cala Ponte (il molo) e con Porto Contessa...Guardandolo ho sempre pensato che vi era descritto un luogo gemellato con Polignano.
Bandiera Blu...ma va la...va la!!!
 
 
#7 grazia benedetti 2009-07-18 02:43
prima di pensare ai nuovi parchi, bisogna prima pensare a mettere a norma i parchi che ci sono e mi riferisco al parco giochi "Pinocchio", che come ho già scritto su un giornale locale :di "Pinocchio" c'è solo il naso delle bugie, quì si fanno poche cose e male, ma farne una e bene no?
 
 
#6 visitatore 2009-07-18 00:49
jack....mi meraviglio di te, la mia era pura ironia...;-) ciao
 
 
#5 Gordian 2009-07-18 00:42
Esssi! facciamo tutto a Monopoli così rimaniamo sempre lì dove siamo.
Forse non abbiamo ancora capito che qui bisogna lavorare e lo ripeto ancora, laaavoooraaareee! Capito??? Basta con questo stato di conservazione, bisogna creare occupazione sempre nel pieno rispetto delle regole ambientali.
 
 
#4 visitatore 2009-07-17 23:50
Io proporrei di farlo nella città di MONOPOLI.....cosi' avremmo meno problemi per gli ACCESSI al MARE....;-)
 
 
#3 giogio 2009-07-17 22:27
il lavoro per i propri figli si sceglie in base alle opportunita' proposte dal territorio, non si sceglie una facolta' e poi si creano le opportunita'..per chi ha orecchi per intendere
 
 
#2 The President 2009-07-17 20:17
Fate un parco dove abita Gialluisi.....
 
 
#1 mondolibero 2009-07-17 17:52
Bello il parco marino, ma dove si fa??????
Cercate di fermare gli abusi delle reti sottocosta, i motopesca, le barchette dei fantomatici pescatori.
Ben venga un parco marino,so che i volontari di Legambiente stanno facendo tanto con legambiente regionale per istituire il parco o iniziare un cammino per il parco.
Per il convegno non ci vogliono tanti soldi per tante parole, bisogna solo buona volontà di tutti.
Bisogna agire e non tante chiacchhhiiierrreeeee.
I volontari di Legambiente Polignano sto vedendo, che fanno tanto per l'educazione ambientale nel vostro paese, sono in gamba cercate di aiutarli per il parco marino. Un amico di Polignano.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI