Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

Grotta Palazzese: il Tar sospende il ricorso della Dalcas - IL SINDACO A ROMA

Da sinistra, Stama, Vitto, Pappalepore nella riunione a Roma, negli uffici del governo

ESCLUSIVO: Incontro a Roma in questo momento

Costa a rischio crolli. Il governo convoca il sindaco Vitto a Roma

 

 

Il contenzioso tra Amministrazione e Sovrintendenza per i Beni Paesaggistici, riguardo i lavori di consolidamento del costone roccioso del bastione Santo Stefano, potrebbe essere a un punto di svolta. Giovedì mattina, 19 febbraio, il sindaco Domenico Vitto, il dirigente dell’Ufficio Tecnico Peppino Stama e l’avvocato Elio Pappalepore, hanno partecipato alla riunione convocata a Roma, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (dal governo per intenderci) presso l’Ufficio per la concertazione amministrativa e il monitoraggio del territorio.

Ricordiamo che il Tar sospese il parere decisionale della Sovrintendenza, la quale non dava il via ai lavori, rimandando tutto a Roma.

Il sindaco Vitto scrisse una lettera al premier Renzi e al governo, che a questo punto non solo è servita, ma è stata recepita al punto che è stata indetta la riunione di giovedì.

Vitto scrisse a Renzi il 14 ottobre 2014, denunciando al governo gli ostruzionismi messi in attoDa sinistra, Stama, Vitto, Pappalepore nella riunione a Roma, negli uffici del governo dagli uffici della Sovrintendenza che non dava il via ai lavori per il consolidamento del costone roccioso pericolante del bastione di Santo Stefano.

“La Sovrintendenza – spiega il sindaco – ci sta creando ostacoli. Quel tratto di costa è pericolante, e non lo diciamo noi, ma ci sono studi e ricerche a dimostrarlo. Dopo i nubifragi a Genova e nel Nord Italia, e dopo l’alluvione del 2006 a Polignano, non si può dormire tranquilli. Per questo ho sentito il dovere di scrivere a Renzi, a Vendola, all’Assessore regionale alle Infrastrutture Giovanni Giannini, e all’on. Dario Francescini, Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo”.

Il Comune è beneficiario di un finanziamento di ben 5milioni di € per la messa in sicurezza geomorfologica della costa alta del litorale polignanese. Dopo aver avviato le operazioni di gara e aggiudicato l’appalto, l’iter subì una brusca interruzione, in ragione del fato che la Soprintendenza per i Beni architettonici e Paesaggistici per le province di Bari, BAT e Foggia l’11 luglio 2014 espresse il proprio parere negativo all’opera di consolidamento della roccia, a rischio crollo, come più volte spiegato da queste colonne.

“A Lama Monachile, centro storico e balconata – confidò l’esperto geologo Vito Pellegrini, ai nostri microfoni – non ci resterei più di 30 secondi. Molte case poggiano sul vuoto o sui tufi”.

Speriamo che gli uffici del governo, a differenza della Sovrintendenza, comprendano la gravità della situazione e diano il nullaosta ai lavori. Intanto, ci giungono le prime immagini dell’incontro romano di giovedì 19 febbraio. A breve conosceremo l’esito di questo incontro.

Intanto, il Tar di Bari ha dichiarato “irricevibile e improcedibile” il ricorso che ha presentato la ditta Dalcas SpA contro l'Amministrazione comunale, quindi contro l’aggiudicazione dei lavori in atto per il consolidamento del costone roccioso di Santo Stefano (fino alla Grotta Palazzese).

La Dalcas si era classificata quarta durante la gara d’appalto, ma il Collegio di giudici amministrativi, guidato da Corrado Allegretta, ha respinto il ricorso poiché sarebbe stato presentato in ritardo, compensando le spese legali.

Notizie esclusive da Roma nel numero de "La Voce del Paese - ediz. Polignano" in edicola domani.

*foto esclusiva in apertura: Stama, Vitto e Pappalepore.

Commenti  

 
#7 monti 2015-02-23 15:18
bisogna farlo ritornare a studiare
ciccio
na fritt pulp
 
 
#6 per ESSO 2015-02-23 12:05
ve vinn a benz che megh! "SE LE DOVESSE AVER SCRITTO SCRITTO DI SUO PUGNO"
 
 
#5 OOOOOOOO60 2015-02-22 14:25
Quanti brutti pensieri,parole ma tantiiii pettegolezzi e giudizi ,niente proposte....chissà perche'
nessuno di noi scende in politica.......buona domenica
 
 
#4 ESSO 2015-02-22 12:35
MA VERAMENTE IL RAG. VITTO HA SCRITTO LETTERE A TUTTA QUELLA GENTE....POVERI NOI SE LE DOVESSE AVER SCRITTO DI SUO PUGNO....SARANNO COSTRETTI A FAR SI CHE QUALCUNO DI POLIGNANO SI FACCIA CARICO DI ......TRADURLE...POVR A NUICE FGHUR DI MERD..
 
 
#3 xcomm1 2015-02-20 14:28
Mitt u cognaum almen sapem a ce unverset e scut!
 
 
#2 belin 2015-02-20 12:08
solo la vista di stama mi fa venire i brividi.....se i muri potessero parlare....
 
 
#1 Gino 2015-02-19 20:27
Vedere Vitto esperto in tutti i campi mi fa solo sorridere....e poi accanto a Stama che avrebbe declassato,appena diventato sindaco :oggi suo stretto collaboratore...
mi fa proprio piangere .Quanto siamo stati ingenui a credere,in campagna elettorale,alle bugie di Vitto!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI