Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

TRI.COM: LETTERA DEI DIPENDENTI ICI TARSU

tricom3

Lunedì scorso A.L., dipendente della Tri.Com ci ha inviato una lettera firmata che abbiamo volentieri pubblicato.

Oggi ospitiamo una nota che vale anche come seguito di quella missiva. Questa volta A.L. si firma a nome di tutti gli addetti sportello Ici e Tarsu, due settori in particolare del centro Tri.Com.

Il mistero della Tri.Com intanto lascia spazio a un piccolo barlume di luce che forse, nelle prossime settimane potrebbe chiarire una volta per tutta la vicenda, divenuta anche un caso politico senza precedenti.

Gentile Redazione,
ad integrazione della mia mail pubblicata lo scorso lunedì, essendomi confrontata con i miei colleghi che sono solidali con quanto da me espresso, Vi chiedo di pubblicare la seguente nota:

Il contenuto di questa lettera non rispecchia solo il pensiero di una singola persona.
Nel chiedere maggiore rispetto per il nostro lavoro e per le nostre figure professionali, invitiamo tutti i lettori a tenere ben separato l'operato dell'azienda per cui lavoriamo e il nostro modo di svolgere il lavoro che è stato sempre improntato alla massima disponibilità, lealtà e correttezza.
Grazie
Addetti sportello Ici e sportello Tarsu
Centro Tri.Com. S.p.A.

LEGGI ANCHE PRIMA PARTE LETTERA DIPENDENTE TRI.COM

Commenti  

 
#3 wully 2009-07-22 18:55
un vero ed onesto concorso, ci dira' chi merita e annullera tutti ste lamentele fra buoni e cattivi.
Invito l'amministrazione ad agire quanto prima
 
 
#2 fiore 2009-07-21 20:14
x giogio...queste cose succedono in tutta italia, in tutto il mondo da sempre....quindi è inutile attaccarsi a questa finta moralità!!!!!!!!!..."la volpe non può arrivare all'uva e dice che è acerba"!!!
 
 
#1 giogio 2009-07-17 22:30
lo stesso rispetto che e' stato dato a chi partecipo' a quei colloqui dove voi siete stati scelti. "rispetto" non è un termine da usare ad uso e discrezione propria
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI