Domenica 16 Giugno 2019
   
Text Size

La sconvolgente verità sui lavori in piazza Moro - INCHIESTA

polignano piazza moro accesa luci foto di paolo giannuzzi

Esclusivo La Voce del Paese

La nostra inchiesta e le ombre sull’appalto della piazza. In edicola a Polignano su "La Voce del Paese" da venerdì 16 maggio.

 

Scriviamo solo ora quanto andrete a leggere poiché convinti che, se tale articolo fosse stato pubblicato in data pregressa, saremmo stati tacciati per l’ennesima volta come disfattisti. Ma, visto che oramai i lavori giungono al termine, ed i giochi sono ampiamente esauriti, ci sembra giusto informare la Pubblica Cittadinanza che a nostro avviso la Piazza sarà sicuramente pronta per San Vito, naturalmente ci rendiamo già da subito disponibili ad essere smentiti in qualsiasi forma o/e in qualsiasi assise.

Ripercorriamo i fatti.

In data 28 giugno 2013 veniva pubblicata la gara “Sistemazione della Piazza Moro ed aree limitrofe”. L’importo a base di gara era pari ad € 873.576,45 così suddiviso:

- per importi pari a 532.663,76 riconducibile nelle categoria OG 3 (strade e ponti), pari ad una percentuale del 60,975% complessiva dei lavori;

- per importi pari ad € 257.468,13 riconducibili alla categoria OS 24 (verde pubblico) pari ad una percentuale del 29,473% complessiva dei lavori;

- ed infine per importi pari ad € 83.444,56 riconducibili alla categoria OG 10 (pubblica illuminazione) pari ad una percentuale del 9,552%.

Facciamo presente che a tale data (28 giugno 2013) vigevano ancora le vecchie categorie di classifica, quindi non si era sotto gli effetti del decreto legge del 24 aprile 2014 pubblicato dalla GURI n. 26 del 26 aprile 2014, cioè si doveva ancora essere assoggettati alle vecchie classifiche di lavorazioni.

Senza perderci in puri tecnicismi, la prima cosa che ci appare subito strana (ma non è la più strana di tutte) è che i lavori non vengono inseriti ed eseguiti nella classifica OG 2 (restauri). Sono invece stati classificati in OG 3, eppure si sapeva che nel sottosuolo si trovavano reperti di interesse archeologico, e comunque per prassi le piazze solitamente vengono inserite in OG 2.

La seconda cosa molto strana è che il disciplinare di gara prevedeva che i lavori in OS 24 fossero scorporabili e che potessero essere subappaltati al 30%, ma la legge stabilisce che i lavori riconducibili nella classifica OS 24 - essendo la stessa a qualificazione obbligatoria, e ricoprendo importi superiori ai 150.000,00 € e che superano il 10% dell’importo - non possano essere eseguiti dall’impresa affidataria se sprovvista di tale qualificazione (e nel nostro caso l’impresa affidataria dei lavori è sprovvista di tale qualificazione), ma devono essere subappaltate ad imprese qualificate nella stessa.

Ma non è tutto. Se anche l’impresa affidataria avesse provveduto a fare ciò, ovvero ripetiamo avesse provveduto in sede di gara a dichiarare di voler totalmente subappaltare i lavori a qualificazione obbligatoria, dato che trattasi di subappalto definito “necessario”, la stessa avrebbe dovuto necessariamente dichiarare il nominativo dell’impresa a cui eventualmente intendesse sub-affidare il lavoro.

Ciò comporta, per legge, che la mancata ed espressa indicazione del ricorso al subappalto o al cottimo, contenente anche l’indicazione dell’impresa subappaltatrice  o cottimista, nonché la dimostrazione del possesso in capo a quest’ultima dei requisiti di qualificazione, è motivo di esclusione dalla gara, così come disposto dal TAR Puglia Bari Sez I con sentenza n. 565 del 16/04/2014 - Consiglio di Stato Sez. III, sentenza 4431 del 16/04/2014. Quindi, la ditta, se non ha dichiarato quanto su esposto, dovrebbe essere esclusa. Siccome l’aggiudicazione è stata fatta, qualora non fossero state seguite queste regole, risulterebbe illegale oltre che forzata. Di queste disposizioni tutte le stazioni appaltanti sono state edotte in tempo utile e comunque, la non conoscenza delle disposizioni in materia di appalti pubblici non giustifica l’operato stesso.

In buona sostanza vorremo chiarezza su alcuni dubbi:

  1. Come mai i lavori nella categoria principale sono stati inseriti come lavori in OG 3 invece di lavori in OG 2? E comunque solo a titolo informativo ricordiamo che, per puro caso nessuna azienda Polignanese possiede tale categoria, men che meno la ditta affidataria.
  2. L‘azienda affidataria ha dichiarato in sede di gara di voler totalmente subappaltare i lavori a classificazione obbligatoria OS 24? Ha dichiarato il nominativo della ditta alla quale voler subappaltare, con relativa dimostrazione di SOA di quest’ultima e tutti i requisiti necessari? Facciamo notare che il non aver inserito tali disposizioni nel disciplinare di gara non esime né l’ente appaltante, né la ditta partecipante, dal fare tali dichiarazioni obbligatorie per legge, dato che comunque in Italia vige la regola che la Legge non ammette ignoranza.
  3. Siamo davvero sicuri che nel dichiarare l’articolo 38 comma c del D.Lgs. n.163 del 2006, la ditta aggiudicataria abbia menzionato che neiconfronti non sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, neppure con il beneficio della non menzione, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per  reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidano sulla moralità professionale, né condanne, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione ad organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45 paragrafo 1, direttiva CE 2004/18? E se sì, alla luce di tutto ciò, l’ente ha controllato a dovere che il tutto corrispondesse a verità? E se invece si venisse a scoprire che in passato l’azienda ha ricevuto una condanna passata in giudicato per problemini di discarica, (per la quale c’è anche un contenzioso proprio contro il Comune di Polignano con relativa richiesta di risarcimento danni), e contestualmente si fosse riscontrata la non dichiarazione di tutto ciò (ricordiamo che l’impresa ha il dovere di dichiarare tutto, anche dove vi fosse il diritto della non menzione, come su esplicitato), l’ente provvederebbe alla immediata segnalazione alla Autorità di Vigilanza sugli appalti Pubblici? E per il lettore, anche il più disattento, una discarica sequestrata per rifiuti, non incide sulla moralità professionale di una persona o di una azienda?

E se a fronte di quanto su esposto si venisse inoltre a scoprire che la ditta affidataria dei lavori ha vinto la gara con solo il 10% del ribasso, ma senza averne totale titolo, e se dovessimo accorgerci che la seconda classificata avesse applicato un ribasso migliore, non si profila un danno alle casse comunali? Inoltre, perché si è previsto l’espletamento della gara con un criterio dove sostanzialmente sono delle persone a decidere chi vince la gara, su basi puramente discrezionali, e non si è previsto invece di fare la gara con il criterio del “taglio delle ali” con un sicuro risparmio per le tasche dei Polignanesi?

Inoltre, senza pretendere di svelare il quarto segreto di Fatima, sarebbe possibile rendere di pubblico dominio i nominativi della Commissione che ha giudicato le varie migliorie oltre all’immancabile presidente Rup, e sapere su quali basi e quali criteri professionali sono stati nominati?

E per concludere oltre alle maldicenze, alle immancabili reazioni presunte o effettive che ci aspettiamo, alla caccia ai gufi con tanto di segugio e fedele Rex, vorremmo avere immediato riscontro alle nostre domande, in modo da poter festeggiare una serena festa patronale, tranquilli magari di essere stati finalmente smentiti. 


*foto in apertura di Paolo Giannuzzi

Commenti  

 
#86 u dottaur 2014-06-12 17:41
TRASFERITOMI IN ROMAGNA SONO SEMPRE LEGATO A POLIGNANO ::::MA MI FANNO SEMPRE PIU SCHIFO SENTIRE CHE SUCCEDONO ANCORA QUESTE COSE AL MIO PAESE (IL FAVORITISMO E CLIENTELISMO NON SI SMENTISCE MAI A STO CAVOLO DI PAESE ) STATV BUN
 
 
#85 Polignano doc 2014-05-29 22:37
Perché questa testata non inserisce anche
Gli affari di famiglia ......................................
Forse qualcuno ha dato qualcosa per non metterlo in onda
 
 
#84 COME MUSA 2014-05-29 19:59
Ho letto un eccellente commento dell'Arch. Musa in cui lui dichiarava di voler mandare le carte alla procura relativamente all'incartamento della C2Ovest.
Mi domando Sindaco - Ing. Stama - Consigliere delegato Salvatore Colella perchè non prndete esempio dall'illustre Architetto Musa MANDATE LE CARTE DELLA PIAZZA ALLA PROCURA.
 
 
#83 Capre 2014-05-28 13:19
e beh e che credi che non ci fa piacere ch finalmente aprite quel cantiere?
i commenti li faremo poi. Prsonalmente l'ho vista e a me non piace in quanto due pietre messe insieme a quei prezzi figuriamoci se non ci riuscivate.
il problrma è culturale capre capre capre!!!
 
 
#82 adolf3 2014-05-28 07:45
E' INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA MENO 10 GIORNI ALL'INNAUGURAZIONE DELLA PIAZZA. MEDITATE GENTE.......MEDITATE GENTE ...........
 
 
#81 Obiettivamente 2014-05-27 17:58
Obiettivamente, la piazza doveva essere terminata in tre mesi e, stando alle notizie in mio possesso, il contratto con la ditta Andresini è stato sottoscritto a fine Febbraio. Quindi se consegneranno i lavori entro la fine di Maggio, o giù di li, la ditta sarà anche in regola con i termini di consegna. Ma qualcuno di voi ricorda quando sono iniziati i lavori??? Certamente non è stato a fine Febbraio; Obiettivamente......ciaociao!!!
 
 
#80 destro 2014-05-27 14:56
Avv. Scagliusi visto che lei , oltre a essere il capogruppo d'opposizione piu'rappresentativio, oltre ad essere un avvocato di peso, oltre ad essere tra i piu'attivi a fare opposizione, ci farebbe la GENTILEZZA di ...ERUDIRCI SU QUESTO CASO ...sbaglio o la politica e' anche questo ??? ATTENDIAMO..
 
 
#79 5 troll 2014-05-26 15:28
Effettivamente i grillini sulla piazza si sono espressi "appena" una decina di volte da dicembre. Però c'è chi a prescindere spara fango per mestiere. Infirmatevi prima di parlare polignanorevolution.blogspot.it/search/label/piazza%20Aldo%20Moro?m=0
 
 
#78 up 2014-05-26 15:04
quei dirigenti sono come le canne al vento non si spezzano ma si piegano ed ogni inchino è un credito di cui conservano memoria e questo gli da forza che estirparle è impossibile . :lol:
 
 
#77 ruge 2014-05-26 08:35
il marcio è nei dirigenti assolutamente non all altezza del ruolo,....se non si capisce questo da decenni...non si va avanti, e molte persone purtroppo subiscono ogni giorno abusi da costoro...., li si spostano da una parte all altre ad ogni avvicendamento politico, ma il male rimane sempre la
 
 
#76 5 mazze 2014-05-25 15:48
Già ! Che fine hanno fatto quei 2 desaparecidos che abbiamo mandato a Roma ?
 
 
#75 cinque stelle 2014-05-25 14:40
ONOREVOLI CERCASI !!!! ULTIMO AVVISO .....MA PURE VOI SIETE SOTTO SCACCO ??? ANCHE VOI COME GLI ALTRI ???? NOI CI FACCIMO I CA.... NOSTRI !!!! SE CI SIETE BATTETE UN COLPO , PURE UN BAMBINO CAPIREBBE CHE ALMENO IL CONFLITTO D'INTERESSE E' LAMPANTE... FATECI IL FAVORE, DATE IL SEGNALE CHE SIETE PULITI.... datc mbacc allugiust...
 
 
#74 x stefano 2014-05-25 14:22
come ho già detto nel mio post 41 e ho letto in altro commento(n.60), il caro fratello dovrebbe cercare di smontare le accuse o argomentazioni del giornalista. e basta. e se crede di aver ragione, vada alla magistratura. naturalmente se non lo farà capiremo bene che era solo macchina del fango la SUA!!ma i vittos continuano a non capire cosa sia democrazia della stampa: il sindaco ha fatto uscire un articolo di stama non su questa testata(da cui era partita l'inchiesta-denuncia)ma su altra...perchè? forse l'altra più compiacente e servile?? ma ci sono altre riflessioni da fare: 1-l'opposizione in tutto questo dov'è? il suo silenzio mi preoccupa....vuol dire che abbiamo sbagliato proprio tutto..maggioranza e opposizione.2-salvatore-autore del misfatto ha da due anni un enorme potere nelle mani grazie a vitto che glielo ha dato: è delegato ai lavori pubblici (come un assessore) ma sta in consigiio e fa il controllore di se stesso, gestisce gare e appalti e sicuramente è il regista del 70% di tutte le decisioni del paese...ma vitto quando capirà che sta facendo il parafulmine?
 
 
#73 Scavare la fossa 2014-05-25 08:07
Ho letto la difesa d'ufficio dell'Ing. Stama, cioè colui il quale ha assegnato la gara d'appalto che è stata vinta dal genitore di un candidato della lista del DELEGATO ai LAVORI PUBBLICI Salvatore Colella, bene mi è sembrato di rivedere Antonio Di Pietro quando balbettando a stento cercava di dimostrare la sua estraneità in una vicenda giudiziaria che lo vedeva come imputato (poi fu salvato dalla Casta). (Colella tra le mille bandiere è passato anche dal discutibile Di Pietro). Il sig. Sindaco che tanto sta soffrendo per gli articoli che lo riguardano dovrebbe iniziare a riflettere che i suoi guai iniziano allorquando ha ceduto le chiavi di Polignano a quel signore. Non che il sindaco abbia particolarità che lo fanno emergere dalla mediocrità cittadina, però se mettesse fuori questo signore forse potrebbe avvantaggiarsene. E se il regista di alcuni articoli fosse lui per creare il fossato attorno al sindaco? Meditate
 
 
#72 lo struscio 2014-05-25 06:52
Dopo tutto questo vociferare di ragioni più o meno giustificate,su un settimanale locale ,viene fuori una lettera a firma del responsabile capo dell'ufficio tecnico ,il quale come un mago ,usando la penna come una bacchetta magica,dà una spiegazione a suo parere così limpida che tutti i signori che ha commentato il suddetto articolo,per loro disgrazia,sono una massa di incompetenti....perchè niente e nessuno ha fatto qualcosa di illecito o illegale....Ora due sono le probabilità o qualcuno sta giocando con il fuoco dandoci notizie fasulle per screditare questa amministrazione ,e quindi come mai qualche competente si alza a difensore del niente, o i veri colpevoli stanno facendo gruppo con lo scopo preciso di confondere tutto e tutti per difendere
l'indifendibile..comunque sia noi onesti cittadini tutto questo non lo meritiam :sigh: o...
 
 
#71 mr Polignano 2014-05-24 20:56
ma come mai, con tutta sta carne a cuocere, l'opposizione tace.
non vorrei che non si calpestano ,,,i calli :-|
 
 
#70 un missino 2014-05-24 12:02
VISTO CHE UNA PARTE CONSISTENTE DI POLIGNANESI CHE HA VOTATO ...VITTO SINDACO, E ORA LO CONTESTA SUO MALGRADO, COME MAI UNO DURO E PURO COME IL PROFESSORE GIULIANI, ASSERTORE DELLA TRASPARENZA E DELLA LEGALITA , D'AVANTI AD UNA OPERAZIONE COSI TORBIDA ....TACE...FATTI SENTIRE PROFESSO'
 
 
#69 QUARANDICCHJ 2014-05-24 12:00
SI VOCIFERA CHE LE BUSTE PER LE GARE D'APPALTO SONO MANOMESSE DA QUALCUNO.... E CHE PER LE GARE AD "OFFERTA ECONOMICAMENTE VANTAGGIOSA" SONO STUDIATE A TAVOLINO CON LE IMPRESE CHE SE LE AGGIUDICANO. TRA L'ALTRO ITEMPI PER L'AGGIUDICAZIONE è TALMENTE TANTO, CHE HANNO TUTTO "IL TEMPO" POSSIBILE PER FAR CAMBIARE L'OFFERTA TECNICA ALL'IMPRESA CHE VINCE, VISTO CHE VENGONO APERTE IN SEDUTE PRIVATE E NON PUBBLICHE COME LA LEGGE PREVEDE.
ATTENTI DIPENDENTI DIPENDENTI DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI, PER SENTIR QUALCHE POLITICO, SBAGLIATE NEL VSTRO OPERATO.
 
 
#68 compagno g. 2014-05-24 07:19
Normalmente in queste occasioni (POLITICHE)la SINISTRA , che della trasparenza ne ha sempre fatto una bandiera, avrebbe DOVUTO scatenare la bagarre...invece , tutto tace...per noi comuni mortali e non POLITICANTI, questo assordante silenzio ci pare alquanto ANOMALO O COMPLICE ...O NO ?? A meno che il buon capo...ha ordinanato ...IL SILENZO...... iha vhnuh!!!
 
 
#67 X con 62 2014-05-24 07:12
Bravo, spero che le carte siano veramente in procura, così poi verrano a prendere le altre.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI