Con il Comenius, la Scuola “entra” in Europa

franca formica polignano

 

 

L'esperienza della prof.ssa Franca Formica

 

I corsi di formazione in servizio Comenius offrono agli insegnanti la possibilità di lavorare insieme a colleghi degli altri Paesi d'Europa partecipanti al Programma. L'obiettivo è quello di incrementare la dimensione europea dell’istruzione e promuovere la cooperazione transnazionale tra istituti scolastici in Europa. Quest'attività permette a tutto il personale impegnato nell'istruzione scolastica di partecipare ad attività di formazione in un paese europeo per un periodo che può durare fino a 6 settimane.

Nonostante il fatto che l’azione si rivolga a tutto il personale della scuola, l’esigenza di partecipare a corsi di formazione in servizio è sentita soprattutto dagli insegnanti, in particolare dai docenti di lingua straniera, per natura più disponibili alla mobilità. Il 95% delle borse approvate nel 2012 è stata, infatti, destinata agli insegnanti. La prima regione italiana per la partecipazione alla Formazione in servizio Comenius è la Lombardia, seguita da Sicilia e Lazio. Sono, comunque, rappresentate tutte le regioni italiane, in maniera piuttosto equilibrata. Tra i partecipanti c’è anche la Prof.ssa Franca Formica, docente di lingua Inglese presso la scuola Secondaria di 1° grado“ Sarnelli De Donato”, dell’ I.C. “Sarnelli De Donato Rodari” di Polignano a Mare (BA).

Partecipare ad un corso di formazione offre l’opportunità non solo di ampliare e migliorare le proprie conoscenze della disciplina, ma anche di accrescere la propria capacità di lavorare in gruppo, di programmare, di intraprendere attività in collaborazione, di utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

L’attività di formazione in chiave europea è per gli insegnanti un’occasione importante di aggiornamento, crescita professionale e confronto con altri colleghi europei e in molti casi rappresenta un primo passo verso l’apertura della scuola di appartenenza alla dimensione europea e alle possibilità di cooperazione offerte dal Programma.

 

Quali sono le attività?

workshop di teatro formica

Tra le varie tipologie di attività in cui si articola la Formazione in servizio Comenius, la maggior parte delle candidature, e di conseguenza delle borse approvate, è per la partecipazione a corsi strutturati, selezionati attraverso la Banca dati Comenius/Grundtvig, catalogo europeo online, che offre un’ampia scelta di attività, valutate dalle Agenzie nazionali, e raccoglie corsi scaturiti da progetti europei. Nel 2012, questo tipo di attività ha riguardato il 95% dei beneficiari. Ma, a questo, segue, una volta rientrati nel proprio ambito lavorativo, una serie di attività che permettono la condivisione di quanto appreso con i colleghi che, nel territorio in cui si opera, presentano bisogni formativi simili e, dunque: scambi di esperienze e buone pratiche; ricerca-azione, lavoro di ricerca; realizzazione di prodotti quali testi, videoregistrazioni, presentazioni in Powerpoint, gruppi di studio online , siti Internet; attività di autovalutazione; disseminazione delle esperienze e dei risultati.

 

La mia esperienza

Dunque, questo è ciò di cui ho fatto esperienza nell’anno in corso, grazie all’approvazione e al sostegno del Dirigente Scolastico, Nicola Pasquale De Donato, che ha, senza alcuna esitazione, sostenuto questo mio profondo bisogno di “fare”.

lavoro di coppia formica

Da sempre appassionata di lingue straniere e di didattica, mi sono avvicinata alla formazione in servizio numerose volte e in numerose forme, sia nel mio Paese che all’estero. Nel mio primo anno di assunzione in ruolo, 1994, presso l’Università di Bordeaux in Francia, nel 1999 con il Programma Socrates– Lingua Azione B Formazione Continua, presso l’Università di Canterbury – Kent in Inghilterra e nell’anno in corso con il Programma Comenius – LLP Formazione in Servizio, presso la scuola LSSE, sede di Londra. Un minimo comune denominatore caratterizza tutte queste mie esperienze: la voglia di mettermi in gioco, di conoscere, scoprire, confrontarmi, arricchirmi e crescere, dal punto di vista umano e professionale, vivendo, con piena partecipazione, la complessità e la bellezza dell’essere cittadini europei.

Dal 31 marzo al 12 aprile 2014 ,ho potuto usufruire della borsa di studio presso la scuola d’Inglese LSSE e di seguire un corso di formazione per insegnanti, della durata di due settimane, dal titolo “Modern Methodologies and Language Development for Teachers of English”.  https://www.lsse.ac.uk/index.html
Il corso, di 50 ore, mi ha permesso di:

Dopo due settimane di attività teorico-pratica, simulazioni di lezioni, produzione di materiale sono tornata a scuola con tante idee nuove e tanta voglia di fare e ho subito condiviso il materiale acquisito con i colleghi di dipartimento , iniziando a sperimentare moduli ed unità didattiche.

Incoraggiata dall’esperienza e stimolata a migliorare la mia preparazione di docente, ho positivamente coinvolto i miei colleghi di Istituto nella candidatura per un’azione di scambio, cooperazione e mobilità, Progetto Erasmus+, che vede anche coinvolti i docenti europei, con i quali ho condiviso due indimenticabili settimane di lavoro.
Vivere una tale esperienza, ha soddisfatto pienamente il mio  bisogno di confrontarmi, a livello europeo, riguardo ad idee, esperienze e pratiche professionali.

Credo che mai, come in questi anni così difficili, la parola motivazione sia centrale nel processo educativo. Essere e rimanere dei docenti motivati risulta molto difficile, sebbene non impossibile. Occorrono stimoli, amore per il proprio lavoro e per gli studenti. Passione!

pausa di lavoro formica

In conclusione, come ho più volte avuto occasione di dire, il mio soggiorno è stato un’esperienza formativa, professionale e umana inestimabile, che acquista maggior valore e significato proprio per chi, dopo un certo numero di anni nel settore, sente il bisogno non solo di ricevere, ma anche di dare, condividendo il proprio sapere e la propria professionalità con i colleghi in Europa.

Concludo con un invito ai miei colleghi “: andate in Europa, pacificamente armati di quelle caratteristiche che tutti apprezzano e che sono soltanto Nostre: la flessibilità, la creatività, la curiosità.”

Ringrazio l’Agenzia LLP e il Dirigente Scolastico, prof.  Nicola Pasquale De Donato ,per il suo contributo fondamentale nella mia crescita formativa e professionale.

 

 

 

lavoro di gruppo formica