Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Vito Montalbò si dimette da Legambiente. Il 31 si sposa

vito montalbò legambiente polignano

 Dal 2007 a capo di Legambiente, oggi vive a Ostuni.

L'intervista a "La Voce del Paese", in edicola dal 4 maggio

 Ecco le differenze tra Ostuni e Polignano.


E il 31 maggio si sposa al comune di Polignano

 

 

Vito Montalbò, meglio noto Vito Legambiente ha servito per anni l’associazione ambientalista. La Voce del Paese questa settimana ha scoperto che Vito si è dimesso dalla carica di presidente e si è trasferito nella bellissima Ostuni, esempio per tutti di vera città turistica, e che i nostri amministratori locali farebbero bene a prendere a modello. La lieta novella è che Vito, a 50 anni suonati, finalmente convolerà a nozze con Nilla, di Ostuni, il prossimo 31 maggio, alle ore 17.30, presso la sala consiliare di Polignano.

 

Con Vito, tracciamo un suo bilancio di questi anni al vertice dell’associazione ambientalista polignanese. 

“Dal 2007, con gli amici fondatori del Circolo Hippocampus abbiamo raggiunto tanti obiettivi: dall’educazione ambientale nelle scuole alla sensibilizzazione della cittadinanza all’ambiente, con tante manifestazioni sia regionali che nazionali, portando alla ribalta il mare di Polignano in tante trasmissioni televisive e giornali”.

 

Qual è stato il tuo più grande rammarico? 

“Nessun rammarico, qualche volta ci sono delle incomprensioni con vari enti, ma poi si risolve in bene. Sono contento delle percentuali della differenziata. Deluso di quei paesani che imbrattano, gettono rifiuti nel territorio e devastano in tutti i sensi il nostro amato territorio”.

 

Perché hai lasciato il gruppo e chi, secondo te, è più indicato per raccogliere la tua eredità in qualità di presidente?

“Ho lasciato la presidenza per motivi personali e familiari. Inoltre, non risiedo più a Polignano e non posso seguire il territorio. Risiedo a Ostuni. Ci sono tanti soci bravi che possono prendere il mio posto, in questi anni anche loro hanno organizzato tante manifestazioni. Faccio gli auguri al nuovo presidente”.

 

Quali sono le differenze tra Ostuni e Polignano?

“Ci sono tante differenze tra le due Città. Ostuni, città turistica da tanti anni, sa come gestire il turismo. Possiede un parco regionale, la piana degli ulivi secolari, e tante altre cose. Ma anche Polignano sta diventando come tanti paesi turistici, grazie alle tante manifestazioni importanti. Sicuramente deve investire di più nel turismo”.

 

Meglio Polignano o Ostuni?

“Sono due bei paesi che amo tanto. Mare e monti… sono fantastici tutti e due”.

 

Ci sono state difficoltà in questi anni? Quali in particolare?

“Ci sono state tante difficoltà. In particolare abbiamo lottato contro le trivellazioni nel mare Adriatico. Abbiamo difeso la costa…”.


Polignano, nonostante la Bandiera Blu, continua a riscontrare problematiche, anche di tipo ambientale. Per esempio la gestione dei rifiuti. Come risolvere il problema?

“Si possono risolvere i vari problemi ambientali puntando su una collaborazione fattiva di tutti gli enti e di tutte le associazioni. Solo così tutta la cittadinanza può partecipare attivamente alla tutela del territorio”.

 

Qualche riflessione? 

“Spero che in questi mesi vada in porto il Geoparco Marino, con la collaborazione delle varie associazioni. Da soli non si può andare avanti, serve collaborazione. Bisogna attivarsi sulle ciclo vie delle campagne e dei vari siti archeologici… e ci vuole poco a farlo. Bisogna dirottare il traffico in periferia, utilizzare le aree della ferrovia. Largo Ardito ha bisogno di fioriere nei punti d’ingresso e di qualche dissuasore, solo così si risolve il problema del parcheggio selvaggio. Vorrei ricordare che si tratta di zone a rischio idrogeologico. Quando vado in giro in altri paesi d’Italia noto che si rispettano i vari parcheggi e non si entra in zone pedonali. Inoltre, bisogna aprire dei varchi lungo la costa, con parcheggio libero per andare a mare sia a nord che a sud. E tanto altro ancora”.

Commenti  

 
#14 ospite 2013 2014-05-22 11:02
Ma quest'anno non si organizza spiagge pulite ? Ma senza Montalbò non si va avanti ?
 
 
#13 Nuova città 2014-05-08 08:10
scusatemi per il nik di nea-polis (nuova città) non sapevo che fosse un associazione.
Era per una nuova città di di persone che devono dare il loro contributo, per una rinascita, non parlare a dire chiacchiere, partecipate anche voi alla vita sociale di legambiente cosi vedrete cosa fanno i soci.
Auguri a tutti i soci di legambiente .
 
 
#12 cittadina 2014-05-07 15:52
sarà certamente una brava persona, sicuramente ama il verde. Meno male che ha lasciato la carica di presidente di legambiente. Che delusione...
 
 
#11 A.M. 2014-05-07 13:53
Vito, hai preso più commenti di molti altri articoli. W VITO si nu personagg .

Sempre in gamba
 
 
#10 Divertente 2014-05-06 14:15
Descrivere una persona di 50 (cinquanta!) anni "ce ne fossero ragazzi coma lui a Polignano" è da lecchini indefessi! I pochi che lo difendono e ne parlano bene non ci mettono la firma e la faccia, come mai? La firma Neap-olis è quella della associazione del Cons. Com.le E. Scagliusi? Saperlo può essere utile e dovuto.
 
 
#9 Buffoni di Corte! 2014-05-06 14:01
Comm. n. 6: Il servizio alla caritas era retribuito. Per l'onorificenza del Libano la nostra segreteria sta facendo delle verifiche. Inoltre, abbiamo inviato una richiesta all'Unesco ed alla segreteria dei nobel per farci sapere a che punto è l'assegnazione di uno o tutti e due i titoli in questione!
 
 
#8 Amico 2014-05-06 09:32
Bravo Vito . Auguri a tutta la tua splendida famiglia....mi raccomando non mancare alle manifestazioni di LEGAMBIENTE :)
 
 
#7 xfire 2014-05-05 17:38
altro che lega ambiente non hai mosso un dito sull'abusivismo sulla costa accessi chiusi cemento sulla scogliera .....
ma mi faccia il piacere diceva totò
 
 
#6 Nea-polis 2014-05-05 08:59
Ciao Vito, GRAZIE,per quello che hai fatto per Polignano.
Per i commenti fuori luogo, vuol dire che non conoscete Vito, dispiace.
Conosco bene Vito ha fatto tanto per gli altri e il suo Paese.
alcune notizie per chi non lo conosce:
Circa 40 anni in azione cattolica locale e diocesana, responsabile della consulta giovanile, operatore umanitario di Caritas italiana nei Paesi balcanici, operatore socio sanitario con i diversamente abili, decorato della missione di pace in libano, sempre stato ambientalista, amante del mare, eccccccc tante altre belle cosa ha fatto Vito.
Auguri Vito e Nilla.
 
 
#5 Polignanese 2014-05-04 18:24
Grazie Vito...continua ad essere un attivista :)...gli altri commenti sono tutta invidia...ti ricordi certi personaggi....
 
 
#4 NikNik 2014-05-03 23:03
siete irrispettosi!ce ne fossero ragazzi come lui a Polignano. E' un gran lavoratore.Mi dispiace perderlo però sono molto contento che si sposa.AUGURI VITO!!!
 
 
#3 Buffoni di Corte! 2014-05-03 20:05
Intelligente ed analitico il comm. n.1! Breve secco e chiaro il comm. n.2! Non vi è da aggiungere niente. Anzi, no. Si deve sottolineare, che una intera associazione è stata silenziosa al servizio di un furbetto e per tanti anni. Auspichiamo vorranno riscattarsi con prese di posizione chiare e non equivoche per il prossimo futuro.
 
 
#2 Felicetta 2014-05-03 13:06
E chi se ne frega. ..non perdiamo niente
 
 
#1 meno male 2014-05-03 06:43
Meno male che si è trasferito ad Ostuni. In tanti anni non ha prodotto nulla di concreto. Dove sono le denunce per quanto cemento è stato messo sulla nostra costa? E le lame chiuse? E gli alberi tagliati? Mai una posizione contro le amministrazioni comunali, di destra o di sinistra. sempre allineato e coperto. Mi auguro che Legambiente a Polignano abbia un presidente con gli attributi che prenda posizione contro ogni sorpruso venga perpetrato ai danni del territorio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI