Domenica 21 Luglio 2019
   
Text Size

Casa di riposo Sant'Anna Vagno: affare fatto!

cienne polignano sant'anna vagno commissione




La Commissione urbanistica approva definitivamente la casa di riposo della Cienne

 

 

Martedì 4 febbraio, la Commissione Urbanistica ha definitivamente approvato il piano di realizzazione della residenza socio-sanitaria-assistenziale (RSSA) per anziani e persone non autosufficienti denominata “Residenza Sant’Anna”. Poche le tensioni durante la seduta, anche se il dibattito si sposterà in seduta di consiglio comunale, il prossimo 12 febbraio.

Il blitz di Ferragosto. Ricorderete le polemiche di quel caldissimo agosto 2013. Mentre la città si svuotava per la pausa ferragostana, l’amministrazione approvava la variante sulla casa di riposo Sant'Anna, con l'opposizione che gridava allo scandalo.

La maggioranza, in quel consiglio comunale del 12 agosto, approvò una variante al PRG (Piano Regolatore) richiesta, anche se emersero diversità di opinione all’interno del triumvirato: (Vitto-Salvatore Colella-Mimmo Lomelo). Lomelo desiderava che la variante al PRG fosse presa in analisi dalla Regione Puglia (in linea con la proposta avanzata dall'ex sindaco Bovino), mentre per Salvatore Colella era sufficiente il parare del dirigente comunale Stama.

La partita finì 1 a 0 per Salvatore Colella che incassò il pieno sostegno del sindaco. Poi apparve un post emblematico su facebook: "Colella Salvatore impone, Lomelo si adegua!".

Il provvedimento passò con l’assenza dei due consiglieri di maggioranza dissidenti: Angelo Focarelli (PD) e Gianpiero Mancini (SeL).

musa commissione giovanni abbatepaolo focarelli lomelo

L'Affare. La casa di riposo sarà realizzata dalla Cienne Costruzioni di Polignano, su terreni acquistati dal proprietario, Antonio Casalicchio, dell’azienda ortofrutticola che alle ultime elezioni comunali avrebbe sostenuto l’amministrazione in carica. Azienda di cui il vicesindaco, Paolo L’Abbate, è pure dipendente. La casa di riposo sarà costruita e gestita dalla Cienne, in ATS (Associazione Temporanea di Scopo) composta dalla cooperativa “San Salvatore” di Castellana Grotte. Alla Cienne spetta il 98% delle quote, il rimanente 2% alla “San Salvatore”.

La variante è stata oggetto di divisione non solo tra opposizione e maggioranza, ma anche interne alla stessa amministrazione. Molti si domandano: perché a Cienne e Casalicchio si, invece per gli alberghi a Santa Caterina non fu concessa la variante al PRG? È un’amministrazione che utilizza il metodo del due pesi e due misure: agli amici tutto è concesso, in questo caso il vero affare è determinato dalla vendita dei terreni e dalla variante stessa.

Eugenio Scagliusi (consigliere dell’opposizione) si sfogò così su facebook: “Il senso dello Stato, come quello della "comunità", viene ormai costantemente sopraffatto da egoismi e speculazioni. Anche a livello locale, quando si propongono "varianti" che, dietro iniziative sociali, nascondono importanti interessi economici.”

L’approvazione definitiva. Martedì scorso, la Commissione ha approvato definitivamente l’affare che, qualcuno, in maggioranza, ci tiene a precisare: “È un’opera di interesse pubblico”. A parte qualche scintilla tra Focarelli e Stama, l’affare ormai è fatto. Così scherzano alcuni esponenti, in confidenza, a fine lavori di commissione: “Che serva almeno a mandare in pensione qualche politico di vecchia data”.

 

VEDI ANCHE AGOSTO 2012: REAZIONI E COMMENTI DOPO IL BLITZ IN CONSIGLIO

Commenti  

 
#17 ESSO 2014-02-20 18:09
la fortuna di questo mondo è che prima o poi si deve...MORIRE...e chi ha pochi soldi se ne va senza rimpianti ,ma chi ne ha tanti....schiatta ancor prima di andarsene...augiust..
 
 
#16 belin 2014-02-17 09:26
paesi che si sviluppano in base a interessi personalistici, non saranno mai paesi a misura d uomo ma a misura di alcuni , pochi uomini del paese
 
 
#15 X pubblica? 2014-02-15 19:30
La seduta è pubblica ma i posti sono pochi; come mai noi non sapevamo di questa pubblica riunione con pochi posti? Come mai i posti riservati vanno sempre agli stessi? non abbiamo bisogno di risposte. Grazie lo stesso a nome di chi mancava.
 
 
#14 X residente 2014-02-15 13:25
Ti invito a girare un po' fuori da Polignano per capire e vedere come si urbanizzano le nuove zone di espansione. Sono sicuro che al tuo ritorno metterai in vendita casa tua.
 
 
#13 Residente 2014-02-14 20:35
X w Polignano: io abito in quella zona e ti invito a venirla a visitare, zona tranquilla e non caotica , con belle attività e il cimitero posto tanto rispettabili non riesco a vederlo , inoltre mi sento fortunato x la realizzazione del centro anziani xchè si completa così una zona di bella gente , senza nulla togliere ad altre zone, w Polignano sei perdonato visto che scrivi senza capire la zona.
 
 
#12 W Polignano 2014-02-14 13:54
Io mio nonno in una zona artigianale a ridosso della ss16 (una delle zone più caotiche del nostro territorio) con vista panoramica del cimitero, non lo porterei nemmeno per scherzo.
 
 
#11 Brufolone 2014-02-14 01:05
riesci a trasmettere la tua boriosita' anche solo scrivendo un post !
 
 
#10 Che bella cosa 2014-02-12 23:50
In questo paese non va bene niente, magari tutti gli affari erano case di riposo, università o piccoli ospedali.
 
 
#9 Critico 2014-02-12 23:46
Dovremmo essere solo fieri di avere a Polignano una casa di riposo.
 
 
#8 ruge 2014-02-12 18:04
ci vuole un pronto soccorso degno di questo nome, un ospedale anche piccolo.
 
 
#7 Teofilo Giuseppe 2014-02-12 14:16
Chiedo al commento 5 di presentarsi ed uscire dall'anonimato.
 
 
#6 Teofilo Giuseppe 2014-02-12 14:15
Io ero presente in quanto la seduta e' pubblica e come me tutti possono essere presenti
 
 
#5 Conflitto 2014-02-11 20:31
E il Geom. Teofilo cosa ci faceva??? La sua presenza durante la conferenza era lecita??
 
 
#4 pais d purc i fatuu 2014-02-11 19:40
I giornali locali hanno dato notizia di un Lomelo (è l'ex Consigliere Regionale?) che avrebbe denunciato un conflitto di interessi per la presenza di uno dei due soci della ditta di costruzioni! Il vergognoso vitalizio castale (?), gli fa vedere il socio di quell'affare, ma non gli fa vedere la presenza ed il conflitto scandaloso del vice sindaco! Quest'ultimo, è un fidato dipendente dei Casalicchio! I primi e gran fruitori di quell'affare, da cui incasseranno oltre cinquecentomila Euro! P.S. Stando alle cronache locali, nessun altro fra centro-destra e M5 stelle hanno niente da dire e contestare. Popolo bue, invece di indignarti, batti un colpo e svegliati!
 
 
#3 mah 2014-02-11 15:35
un'altra ingiustizia perpetrata da questa amministrazione!!!Abbatepeolo e company mi hanno enormemente deluso...mi aspettavo più serietà da parte di gente che si presentava come "corretta e lontana da compromessi"...invece adesso, "qualche compromesso" l'hanno messo in conto!!!
 
 
#2 nomn 2014-02-11 14:02
MA SE L'ATTUALE MAGGIORANZA NON MANGIA LA COLOMBA.....PER CHI ARRIVA ...TUTTO OK ???
COME DICE IL SENATORE RAZZI (F.I.)....NON CREDO ANGHE PECCHE'......
 
 
#1 belin 2014-02-11 11:27
fate una universita' , non un ospizio,
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI