Domenica 16 Giugno 2019
   
Text Size

"La schiuma è naturale". E il sindaco promette querele

mare-schiuma-polignano

Non è inquinamento: dopo il nostro articolo, anche l’Arpa sbugiarda la stampa allarmista

(Ecco, invece le vere ed esclusive foto della schiuma sporca, proveniente da Monopoli) 


Noi l’avevamo anticipato, quella schiuma bianca (come quella che si vede nella foto in alto) non è sostanza inquinante. Diversa è la schiuma nera e oleosa da noi fotografata in esclusiva nello scorso numero, e che invece proviene da Monopoli. Nei giorni scorso l’Arpa Puglia ha effettuato i rilievi e il 20 giugno ha inviato al sindaco Vitto, alla Capitaneria di Monopoli e all’Asl/Ba5 un rapporto dettagliato.

“Le schiume bianche (definita chimicamente un colloide) si origina in mare durante e dopo le mareggiate… sono assimilabili a eventi del tutto naturali causati dalla concomitanza di fattori scatenanti… la schiuma – prosegue la nota – è dovuta all’energia stessa delle onde, che “spinge” molecole gassose in quelle liquide dell’acqua marina favorendo schiume di colore bianco, generalmente poco compatte… le schiume possono formarsi ed aumentare di volume in presenza di alcune sostanze definite “tensioattive”, che possono essere sia di origine naturale che antropica.

Per “tensioattiva” (o “surfattante”) si intende una sostanza che abbassa la tensione superficiale dei liquidi, favorendo la formazione di schiume. Le sostanze tensioattive sono solitamente di natura organica… sostanze naturali con proprietà tensioattive sono regolarmente presenti in mare, e per quanto riguarda le nostre latitudini si può affermare che in particolari periodi dell’anno, più frequentemente in primavera (ma anche ad inizio estate) e a fine estate-autunno, la loro concentrazione può aumentare a causa dei cicli di produzione del plancton (crescita delle popolazioni, fioritura, senescenza, degradazione).”

Ciò premesso – conclude il direttore generale prof. Giorgio Assennato – “ed avendo verificato che nei giorni precedenti e nel giorno stesso della segnalazione spiravano venti dai quadranti settentrionali con intensità pari o superiori ai 10 nodi, è probabile che la schiuma si sia formata per le motivazioni sopra esposte.” L’Arpa allega una scheda sulla specifica problematica delle schiume in mare.

LA VERA SCHIUMA SPORCA - In effetti, osservando le foto dell’Arpa corrispondenti alle schiume bianche - che secondo un giornale sarebbero inquinamento, secondo altri deriverebbero dal depuratore – si nota che sono diverse dalle schiume marroni e nere da noi fotografate la settimana scorsa. Il sindaco, che ha annunciato di voler querelare la stampa allarmista, faccia un ultimo atto di coraggio: disponga delle indagini lungo il litorale monopolitano, da dove probabilmente provengono quelle schiume scure che nulla hanno a che vedere con la schiuma erroneamente scambiata per detersivo o quanto di assurdo si possa immaginare dall’alto di qualunquisti con la penna sempre unta di verità in ogni materia. 

 

QUI, IN BASSO, NELLA GALLERY, LE FOTO DELLA SCHIUMA A OLIO DA NOI FOTOGRAFATA LA SETTIMANA SCORSA, E PUBBLICATE NEL NUMERO DE "LA VOCE DEL PAESE"

Commenti  

 
#2 nicola lamanna 2013-07-01 18:43
Ma quale fenomeno naturale, che dire dei liquami scaricati in mare, che dire del depuratore che va in tilt tutti i fine settimana, ecc. sindaco questi non sono fenomeni naturali...
 
 
#1 Sindaco, sindaco... 2013-06-29 20:40
fai bene a querelare, querela cortesemente anche i tuoi amici che fino all'anno scorso cavalcavano il fenomeno contro la precedente amministrazione!!!! PS: e cmq non si è mai vista per un mese di fila.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI