Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

Vele: Ostuni e Melendugno battono Polignano. Ecco perché ...

vele-polignano-bandiera-blu

5 vele per Ostuni e Melendugno. 4 per Polignano. Ecco cos'hanno in più rispetto alla nostra località...


Sono state assegnate oggi le Vele di Legambiente alle località balneari italiane. La Puglia è seconda in Italia (dopo la Sardegna), fra le regioni più blu d’Italia. La Sardegna, come nel 2012, si conferma la regione con il maggior numero di località a 4 e 5 vele (ben 18), seguita dalla Puglia (11) e dalla Toscana (9). 

Sono quattro le località pugliesi quest'anno premiate con il massimo delle vele, ben 5 (Ostuni, Melendugno, Otranto, Nardò).

Mentre, su sette comuni sventoleranno 4 vele (tra cui Polignano, come nel 2012). 

Sono 37 le spiagge pugliesi che Guida Blu 2013 consiglia di visitare per paesaggi, accoglienza turistica, fondali particolarmente interessanti, luoghi d'interesse storico-culturale e pulizia del mare e delle spiagge.

 

IN ITALIA – A guidare la classifica delle località balneari premiate con le 5 vele è Posada (Nu); la cittadina sarda è regina dell'estate 2013, seguita da Santa Marina Salina (Me) e Pollica (Sa), rispettivamente al secondo e terzo posto. Tra le new entry del 2013 Vernazza (Sp) al 12esimo posto, Otranto (Le) 14esima e Nardò (Le) che chiude la classifica delle migliori località. 

Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia non nasconde la propria soddisfazione: "È proprio attraverso una maggiore qualificazione dell'offerta turistica, rivolta a valorizzare le migliori risorse paesaggistiche e naturalistiche del territorio che si può riuscire a intercettare un turismo nazionale ed internazionale particolarmente attento, secondo tutti gli indicatori, a scelte che premiano gli operatori del settore e le amministrazioni locali che vanno in questa direzione".

Quest'anno sono 7 le località pugliesi a 4 vele: Polignano a Mare (Ba), Monopoli (Ba), Castro (Le), Chieuti (Fg), Diso (Le), Fasano (Br), Gallipoli (Le). In 19 località sventolano 3 vele, e in 7 sventolano 2 vele. Chiude la classifica Castellaneta (Ta) con una sola vela. Nella classifica nazionale delle 15 località a 5 vele, i Comuni di Ostuni, Melendugno, Otranto e Nardò si sono piazzati rispettivamente al 9°, 11°, 13° e 15° posto con le seguenti motivazioni:



Ecco perché Ostuni, Melendugno, Otranto e Nardò sono avanti a noi


MELENDUGNO DICE NO AL CEMENTO
- Come nel 2012, la località salentina di Melendugno è stata premiata per aver riqualificato la riviera cementificata dagli anni ’60 ai ’90: “Il Comune, dopo l'edilizia pesante nella zona costiera realizzata tra gli anni '60 e i '90, ha adottato una politica di recupero del patrimonio ambientale finalizzata alla salvaguardia del territorio, al recupero dei costoni rocciosi erosi e alla valorizzazione e trasformazione dei luoghi d'acqua".

Anche Polignano, in quegli anni, nel tratto compreso tra Cala Ponte e San Vito, è stata cementificata selvaggiamente, ma nessuno ha mai adottato politiche di recupero.

SUPERPREMIATA OSTUNI, ECCO PERCHE' - La vicina Ostuni (Br) è stata premiata "per aver avviato un processo che condurrà alla certificazione EMAS, dopo aver già conseguito la certificazione ISO 14001 del proprio sistema di gestione ambientale. Ha dato il via, nel Parco Regionale delle Dune Costiere e nell'area naturale di Torre Pozzella, ad un percorso di razionalizzazione del sistema di accessi al mare, realizzando un sistema integrato bus+bici e allestendo aree di sosta e parcheggi distanti dalla linea di costa.

Bene a Ostuni anche la raccolta dei rifiuti "porta a porta" e la promozione di campagne di educazione ambientale e alimentare sui temi dell'agricoltura biologica, del risparmio idrico in agricoltura, del cibo e della tutela del paesaggio agrario coinvolgendo associazioni, scuole e agricoltori. Infine il Comune, con il Parco Regionale delle Dune Costiere, ha realizzato un percorso di partecipazione finalizzato a garantire una fruizione turistica sostenibile delle aree rurali e costiere del Parco ottenendo, tra l'altro, la Carta Europea del Turismo Sostenibile CETS. Il percorso in questione coinvolge anche la comunità locale, le associazioni e gli operatori economici".

 

Questa la classifica delle miglieri località in Italia:

1) Posada (Nu)

2) Santa Marina Salina (Me)

3) Pollica (Sa)

4) Castiglione della Pescaia (Gr)

5) Villasimius (Ca)

6) San Vito lo Capo (Tp)

7) Capalbio (Gr)

8) Baunei (Og)

9) Ostuni (Br)

10) Bosa (Or)

11) Melendugno (Le)

12) Vernazza (Sp)

13) Otranto (Le)

14) Maratea (Pz)

15) Nardò (Le) 

 

CLICCA QUI: VEDI ANCHE VELE 2012, COMMENTI E COSTA CEMENTIFICATA A POLIGNANO

 

 

 

 

Commenti  

 
#15 x commento 12 2013-06-11 19:31
E' vero Bovino aveva dato importanza a Legambiente con la sede ufficiale nel parco giochi.
 
 
#14 curioso 2013-06-11 19:28
Ma Oliva e Lomelo perchè quando stava Bovino non pulivano niente? L'amore per il paese non viene prime del partito? Ma noi mica siamo fessi, abbiamo capito tutto. Oggiano basta a difendere Lomelo.
 
 
#13 bandiera blu?!? 2013-06-11 16:55
Sarà... ma domenica sono stato dalle parti di Ostuni e le spiagge erano IMPRESENTABILI!!!!!! Presenza di cartacce OVUNQUE!!!
 
 
#12 the white russian 2013-06-10 15:13
dedicato a Domenico Vitto:
http://www.youtube.com/watch?v=04VRWYZzJFw
 
 
#11 up 2013-06-10 15:09
ieri sera decine di mini gruppi elettrogeni uno per ciascuna bancarella scaricavano nell'aria della piazza , velenossissimi residui di combustione , nel mentre stralunati cittadini erano seduti nella stessa piazza a gustarsi manicaretti pizze e gelati
 
 
#10 ruge 2013-06-09 17:57
la rete wi fi gratuita , come si accede? e in quali zone è attiva, grazie
 
 
#9 arturo paganelli 2013-06-09 13:38
parole, non sono altro che parole che tu dici per convincere me....cosa fai non lasciarmi qui da solo............e anche questi ci hanno preso per il sedere...
 
 
#8 ciccillo 2013-06-08 20:01
ma gli accessi al mare che avreste subito aperto, urlato nei vostri comizi,(LOMELO) è stata una presa in giro?
 
 
#7 ciccillo 2013-06-08 19:52
ma le biciclette che dovevano entrare in funzione dove stanno. Ma non dovevate farvi un giro (LOMELO VITTO COLELLA...) alla faccia dell'amministrazione Bovino? Avete carpito i nostri voti con i vostri edulcorati comizi e buona notte suonatori. Da un'amministrazione di sx non me lo aspettavo.
 
 
#6 porta a porta 2013-06-08 16:15
L'appalto della gara della raccolta dei rifiuti urbani (del sindaco Bovino) porterà anche da noi il servizio porta a porta. Speriamo che i Polignanesi sanno fare bene come in questi comuni premiati.
 
 
#5 Risanamento 2013-06-08 16:12
Anche Polignano ha avviato un importante risanamento dei costoni rocciosi: lama monachile ed ora la grotta Palazzese e grotta Ardito nonchè lo spostamento di tutti gli alberghi a monte della strada statale 16 per la tutela della fascia costiera. Di Giorgio e soprattutto Bovino hanno garantito tutto ciò. Forse qualcuno (caro nicola teofilo) deve ricordare queste cose a Lega Ambiente.
 
 
#4 belin 2013-06-08 16:09
polignano , un bel paese da vedere in cartolina o su qualche barchetta, ma è poco vivibile per un turista
 
 
#3 nicola lamanna 2013-06-08 15:45
Certo che a Lega Ambiente sono veramenta ciechi se a Polignano negli anni 60 e 90 hanno cementificato il tratto di costa tra Cala Ponte e San Vito e aggiungo, oggi ancora più cemento con la costruzione del fatidico "porto turistico", che, andrà a deturpare quel poco che è rimasto di costa fruibile, altro che vele io le darei di cemento.
 
 
#2 giambattista giulian 2013-06-08 11:22
oggi sabato 8 giugno alle ore 12:00 abbiamo il centro storico pieno di auto e camion (fortunatamente anche di turisti). Altro che 5 vele, al massimo ci possono dare le 4 ruote.
 
 
#1 augusto cernò 2013-06-08 09:20
è di pubblico dominio che la costa a sud di bari, ove rientra anche polignano, non ha quelle caratteristiche delle coste salentine. La fruibilità del mare, per i turisti che si fermano a Polignano, è difficoltosa a causa della scogliera e della mancanza di veri lidi attrezzati. E' auspicabile in un prossimo futuro la realizzazione di pedane e accessi al mare a nord della città. Ad esempio il Coco Village dove hanno saputo realizzare una location di gusto.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI