Domenica 21 Luglio 2019
   
Text Size

Sabbia sospetta al porto: dov'è la Forestale?

porto-turistico-cala-ponte-polignano-sabbia

In basso, le foto esclusive della sabbia sospetta e delle anomalie ai cantieri del porto turistico di Polignano


Mai nascondere la polvere sotto il tappeto. È proprio il caso di dirlo. Dopo la mozione-interrogazione presentata dalla consigliera dell’opposizione Lucia Brescia e la conferenza stampa indetta dalla stessa esponente del Movimento Politico Schittulli, nulla si è mosso. Le anomalie ai cantieri del porto turistico sono tante. La Brescia ha anche informato la Capitaneria di Porto, mentre il sindaco Vitto ha scritto, il giorno 1 febbraio, direttamente alla società Fimco e a Fusillo per chiedere lumi sull’operazione di svendita e sulla riduzione delle quote di partecipazione pubblica nella società mista Cala Ponte spa.

In questo articolo però vogliamo riprendere la denuncia presentata dalla consigliera Brescia riguardo la sabbia ricavata dalle operazioni di dragaggio e depositata nella maglia 12, terreni adiacenti all’area portuale su cui si spera vengano costruite strutture ricettive e non case da vendere al miglior offerente (vedi galleria foto a fine articolo).

Come mai questi cumuli e montagne di sabbia sono stati sostituiti ai terreni, come mostrano le nostre foto? Perché quei cumuli non hanno ricevuto adeguata copertura, in un territorio circondato da colture e abitazioni?

La sabbia, che probabilmente doveva essere analizzata e smaltita, è stata invece spalmata su tutta l’area della maglia, molto estesa, dove un tempo c’era della terra, mentre ora riaffiorano rifiuti, sono stati spiantati gli ulivi, e ci sono numerosi arbusti che affondano le proprie radici in quella sabbia.

È stato modificato, di fatto, l’assetto del territorio. Inoltre, è stata estratta e gettata tra i rifiuti l’antica pietra scolpita con le indicazioni della strada Mola-Polignano. Dai cumuli di sabbia riaffiora ogni tanto qualche rifiuto, in particolare pneumatici da strada.
A questo punto sarebbe auspicabile l’intervento della Guardia Forestale.

 

PORTO TURISTICO A POLIGNANO - TUTTI I LINK CORRELATI ALL'AFFAIRE:

 

CLICCA QUI - IL MANIFESTO DI DENUNCIA DEL 2010

BOVINO E LE NOMINE NEL CDA DEL PORTO

NOMINE CDA: NEANCHE EUGENIO SCAGLIUSI SAPEVA NULLA

A CHI SERVIRA' IL PORTO A POLIGNANO?

PORTO: IL REGALO DI VENDOLA - 6 MILIONI DI FONDI PUBBLICI PER UN AFFARE DI POCHI

PORTO TURISTICO: IL COMUNE PERDE QUOTA

LA LETTERA: PORTO TURISTICO AFFARE O DISGRAZIA?

GOZZI E BARCHE A SAN VITO: IL DIBATTITO

2010: PORTO, "INTERVENGA LA MAGISTRATURA"

2011: IL COMUNE PERDE QUOTA

VEDI ANCHE FINANZIAMENTI REGIONALI E FRUGIS: 'ADESSO BASTA'

VEDI ANCHE INTERVISTA FRUGIS E VENDOLA

LA CAPITANERIA FAVOREVOLE AL PORTO

LA MANIFESTAZIONE BEFFA DEL 2009

PORTO TURISTICO E LAVORI DI SICUREZZA NEL 2010

IL MANIFESTO DEL MOVIMENTO SCHITTULLI SU PORTO E CIMITERO

CONSIGLIO COMUNALE LUGLIO 2010 SU PORTO E EX CASERMA

PORTO IN ZONA DEPURATA: LA 'PROPOSTA' DI GIO'

SERVIZI IN ATTESA DEL PORTO

IL PORTO CI SALVERA' DAL CAVIDOTTO ENEL?

Commenti  

 
#15 u fatue 2013-03-25 21:02
Signori, tutto a posto, tutto sistemato: Se passate ora davanti al cantiere, vedrete un fantastico ombreggiante verde che riveste tutta la rete perimetrale, così la "brutta" sabbia nel terreno non si vede più. Meno male che non ci sono denunce per presunti abusi in essere, altrimenti i poveri autori, per aver fatto un'opera utile a tutela del buongusto di chi passa, rischierebbero addirittura di essere accusati di tentato occultamento del reato. Alle volte questo mondo può diventare davvero ingiusto, bisogna stare sempre con gli occhi molto aperti...
 
 
#14 x belin 2013-03-22 17:41
Ti correggiamo ... il vero cancro di polignano è un certo geometra ... che conosci bene... e che sostiene le amministrazioni che gli conviene. Viva le cinque stelle !!!
 
 
#13 x ca nisciuno è fess 2013-03-05 16:28
i politici eletti han promesso di finanziare il convegno, pertanto non gli si pretende di vigilare o controllare nulla..
 
 
#12 belin 2013-03-05 15:24
lo dico da anni, il vero cancro del paese è sempre stato e rimarrà nei secoli finché cristo se lo chiamerà, speriamo presto, un certo super...ingegnere menzionato anche nei commenti....
 
 
#11 Cittadinanza Attiva 2013-03-02 16:00
Caro "u fatue", sei troppo competente ed interessante per me (e spero per molti altri, che amano mare, costa e grotte) e quindi ti prego di dare e darci una mano e farti vivo (se lo vorrai rimarrai ignoto agl altri) per tenere viva l'attenzione sulle tematiche citate, Geoparco compreso! P.S. Il convegno sul Parco o Geoparco è in itinere, stiamo aspettando che il Sindaco Vitto metta in bilancio il capitolo di spesa relativa. Nessuno può pensare e credere che un convegno con ospiti di alto livello con temi di questa importanza possa essere fatto alla buona ed in stile casereccio (di quel che si discute nei convegni o forum si pubblicano gli atti, cosa, a nostra memoria, mai avvenuta a Polignano!) con amici e conoscenti vari ed in qualche ora di discussione!
 
 
#10 ca nisciuno è fesso 2013-03-02 10:54
dovrebbero essere i politici che abbiamo eletto a controllare quel che fanno e\o non fanno i nostri benpagati dirigenti
 
 
#9 u fatue 2013-03-01 22:16
Mi fa piacere vedere che qualcuno abbia a cuore l'impatto ambientale paesaggistico dei lavori del porto. Siccome penso che lo sdegno sia in buonafede, vi offro una chicca ancora più interessante su cui ragionare (presa dall'Albo Pretorio del Comune):
Con un documento fatto di 5 pagine di premessa e mezza di contenuto, l'ing. Stama firma una delibera in cui si annuncia di ritenere non assoggettabile a VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) il progetto di rinforzo della Grotta Palazzese, in quanto tale progetto (che costa una milionata) rispetterebbe la geomorfologia esistente e non avrebbe impatto paesaggistico significativo. Nello stesso documento, si legge che la base della grotta verrebbe rinforzata con trave di cerchiaggio di cemento armato (avete capito bene, trave di cemento armato, non struttura di massi calcarei assemblati con tiranti e perni, come si farebbe nel resto del mondo). E, quel che é più agghiacciante,i lavori li farebbe la stessa ditta che ha rinforzato la grotta di Lama Monachile (per capirsi, quella ditta che non ha avuto neppure la decenza di usare inerti chiari e non cemento grigio per il beton spray di rivestimento!). Ora valutate voi: se foste i padroni di casa e una ditta vi facesse un preventivo per un'opera con un chiaro impatto visivo, un preventivo molto, ma molto salato, voi non vi confrontereste con un architetto o altro professionista del settore, per sapere se state per pagare una fortuna una porcheria, ovvero se meglio di così davvero non si possa fare? Il vostro architetto é in questo caso la commissione paesaggio cui spetta la valutazione di VIA, che il padrone di casa (pessimo padrone), in questo caso, ritiene di non dover neppure sentire. a noi toccherà una grotta palazzese cementificata ... e, con Lama Monachile, siamo a due. Avanti così, tra qualche anno potremo fare visitare ai turisti direttamente i cassoni di cemento del del ... porto turistico, appunto!
 
 
#8 Giò 2013-02-28 23:38
Nel commento n. 2 "mi spiace" c'è la peggiore malafede che si possa leggere: NON SOLO SI CHIUDONO GLI OCCHI DAVANTI A PROBABILI INFRAZIONI PENALI ma si tende anche a volerci far credere che l'imprenditoria sia legittimata, IN NOME DI UN INGANNEVOLE INTERESSE DELLA COLLETTIVITA', a "trascurare" le norme legali!!! E' un'atteggiamento degno della peggiore connivenza!!!

SI richiedano e si facciano le dovute ispezioni!
Se risultasse tutto in regola si proseguirà a compiere quello che personalmente ritengo uno SCEMPIO AMBIENTALE ad esclusivo vantaggio di pochi eletti ed a svantaggio dell'intera collettività!
 
 
#7 up 2013-02-28 10:45
la cultura del sospetto , ormai è questa la connotazione che contraddistingue la nostra povera italietta . Non ci fidiamo degli altri oe delle autorità perchè noi stessi non siamo affidabili , poichè corruttibili o già corrotti , disposti a venderci per 30 denari.
 
 
#6 Cittadinanza Attiva 2013-02-27 11:29
Non vi sono sordomuti peggiori di quelli che non vogliono sentire (e parlare), ci stiamo riferendo all'intera Comunità! Le interrogazioni, in questi casi, devono essere inviate, anche, alle competenti autorità (Capitaneria di porto, Arpa, P.d.R.ca), altrimenti è furba demagogia buona per gli allocchi! Alcuni stanno aspettando, da quelli che per anni sono stati silenti, iniziative e/o denunce sul grande affaire del porto e dintorni! Loro, di quella zona hanno visto solo "il gozzo che danneggiava le rocce"! Per per tutti gli altri, data l'improvvisa notorietà che i grillini hanno dato a Dario Fò lo citiamo: L'indignazione è l'arma dei coglioni".
 
 
#5 ruge 2013-02-26 10:43
ci passo ogni mattino, vedere la sabbia sostituire i terreni non mi sembra una cosa normale, per di piu' quando si draga un porto in genere la sabbia va smaltita diversamente e non certo buttata sui terreni, qualcosa non mi quadra
 
 
#4 gozzo portocavallo 2013-02-25 20:46
sacgliusi e lamanna dove siete andati a finire il gozzo ha dragato la scogliera a porto cavallo ma cio che stanno faccendo a cala ponte nn lo vedete visto che ci passi tutte le mattine da li lamanna
 
 
#3 consigliere 2013-02-25 15:58
ho letto sul vostro giornale che un consigliere comunale ha presentato una denuncia per quello che sta succedendo con la sabbia del porto . ci sono novità?
 
 
#2 mi spiace 2013-02-25 14:41
ma questa cultura del sospetto fa sì che investitori e imprenditori non abbiano alcun interesse ad investire nel nostro territorio perchè qui anzichè vedere gli investimenti in infrastrutture, specie nel turismo, come volano di crescita e di occupazione qualcuno cerca sempre di trovare l'irregolarità che blocchi i cantieri.
ognuno è artefice del proprio destino, e noi italiani, mi spiace dirlo, facciamo di tutto per costruircene uno da periferia del mondo occidentale.
 
 
#1 è vero 2013-02-25 09:23
è uno schifo quello che stanno combinando!!!! c'e sabbia dappertutto!!! forse nn erano stati conteggiati lo smaltimento di essa!!!! che schifo mi piange il cuore in quella zona
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI