Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

La tettoia della ferrovia non contiene amianto!

movimento-beppe-grillo-polignano

 

Siamo finalmente arrivati alla fine della storia, ma forse per capirci sarebbe meglio fare un riassunto delle puntate precedenti.

L'8 giugno 2011 Polignano è stata colpita da una violentissima grandinata e tra tutti i danni che provocò denunciammo presso il Comando dei Vigili Urbani quelli subiti dalla tettoia della stazione ferroviaria, poiché sembrava fatta di eternit (amianto).

La Comandante della Polizia Municipale fece 3 richieste alla ASL di documentazione cartacea che attestasse l'assenza di amianto nella tettoia, la ASL per ben 3 volte non trasmise alcun documento ma, qualche personaggio fantomatico, verbalmente, comunicò alla Comandante che non c'erano problemi.

Successivamente inviammo una richiesta a mezzo raccomandata alla ASL – SPESAL per avere maggiori ragguagli e dati ufficiali, questi ci risposero che non sapevano nulla e ci suggerirono di chiedere alla RFI (Rete Ferroviaria Italiana).

A questo punto avanzammo richiesta all'RFI che prontamente ci ha risposto inviandoci tanto di documentazione: “La tettoia in parola è da considerarsi priva di amianto: tanto è documentato nel Rapporto di Prova Campioni di Massa rilasciato dal laboratorio certificato Delta A.P.S. di Roma in data 3/02/2012, che si allega alla presente a puntuale riscontro di quanto richiesto”.

Finalmente dopo aver inviato richieste a mezzo mondo siamo riusciti ad avere una risposta certa ed ufficiale!

La cosa che ci incuriosisce è che le analisi effettuate alla tettoia risalgono al 3 febbraio 2012, quindi fatte in seguito alle nostre sollecitazioni. Una domanda ora ci sorge spontanea: come faceva la Comandante e quel fantomatico funzionario della Spesal a sapere che nella tettoia non c'era amianto prima di effettuare le analisi? Se erano a conoscenza di altre analisi perché non ce le hanno comunicate mettendo fine alla nostra peregrinare da una istituzione all'altra?

Noi crediamo che quando si tratta di tematiche così importanti come la salute dei cittadini, tutti gli organi competenti a qualsiasi livello devono pretendere chiarezza e dati ufficiali, in modo da tranquillizzare la popolazione.

In merito alla problematica dell'amianto, vogliamo avanzare una proposta alla nuova Amministrazione: effettuare un censimento di tutte le coperture in eternit presenti sul territorio (scuole, parchi, opifici, strutture ad uso agricolo e zootecnico, etc.) e di mobilitarsi con provvedimenti atti ad informare la cittadinanza sui pericoli connessi all’amianto e sulle soluzioni attuabili, come il controllo periodico sullo stato di conservazione delle coperture, l’incapsulamento, la bonifica mediante sostituzione con coperture isolanti e pannelli fotovoltaici, et similia.

L’Amministrazione potrebbe inoltre incentivare e agevolare tali operazioni semplificandone l’iter burocratico e illustrando ad aziende e privati gli eventuali incentivi esistenti.

Il Ministro della Salute Renato Balduzzi ha recentemente dichiarato che entro il 2020 assisteremo ad un picco di decessi causati da patologie correlabili all’amianto.

Invitiamo inoltre tutti i cittadini ad attivarsi in prima persona per controllare lo stato delle coperture presenti sugli edifici privati ed a mantenere alto il livello di consapevolezza e controllo fino a quando la bonifica non sarà completata.

Comunicato permanente alla partitocrazia: "In Natura e nella Storia tutto ha un inizio e tutto ha una fine. Voi siete la fine, noi siamo l'inizio."

Commenti  

 
#12 Nathan Never 2012-08-19 19:17
Io criticavo inizialmente la frase in chiusura dell'articolo, ovvero "In Natura e nella Storia tutto ha un inizio e tutto ha una fine. Voi siete la fine, noi siamo l'inizio.". Che poi si sia andato OT capita nel protrarsi della discussione, ma dimmi dove ho mancato di rispetto piuttosto.
 
 
#11 X Nathan Never 2012-08-16 16:58
Ci sono persone che preferiscono, come dici tu stare altrove, e tu rimanici se stai bene, nessuno ti rimprovera, ma abbi l'accortezza di rispettare, nel bene e nel male, chi non la pensa come te, attieniti ai fatti dell'articolo. Chi se ne frega del vate e del casaleggio.
 
 
#10 Nathan Never 2012-08-14 18:11
Grillo non mi ha mai convinto, sono un non-sostenitore (se esiste un non-statuto anche quelli come me) sin dai suoi primi tentativi, e il suo modo di essere (e quello di Casaleggio) mi fan ben più che dubitare della sua idea politica. Detto ciò che è evidente che ci sono le persone, che altrove avrebbero per me un maggior appeal, e che troppo spesso si fanno trascinare nei modi e nei toni dal loro vate.
 
 
#9 INKURSOR 2012-08-12 18:55
Per NATHAN
ok NATHAN, tutto bene. Se qualcuno si sottrae al confronto ed ha atteggiamenti arroganti, hai ragione, ma non puoi giudicare un movimento per un singolo esponente. Nelle prese di posizione pubbliche invece, a volte, bisogna provocare per non passare inosservati, per non finire nella marmellata del "politically correct".
D'altronde, se ci fosse un partito, dico uno, capace di interpretare i bisogni reali degli italiani, il movimento di Grillo non sarebbe neanche nato. Nelle epoche di forte decadenza come l'attuale, in cui la voglia di cammbiamento incalza, se le spinte dal basso non trovano uno spazio politico si orientano verso forme di lotta più dure della politica, è naturale che sia così. In questo senso il movimento 5 stelle sta svolgendo una funzione molto utile. Te l'immagini un 20% di elettori molto incazzati che non trovano uno sbocco politico?
Tornando al tema "TOMMASO" ti ricordo TOMMASO CAMPANELLA e " LA CITTÀ DEL SOLE"
Ok NATHAN, il confronto prima di tutto, ma senza pregiudizi.
 
 
#8 vincy 2012-08-12 08:48
avete sprecato tutto sto tempo quando sapevate da tempo che la tettoia delle ferrovie erano state sostituite informazione datovi da ferrovieri
 
 
#7 Nathan Never 2012-08-11 18:06
Inkursor su Tommaso Da Lampedusa hai perfettamente ragione, sono andato a memoria (che raramente mi inganna) ed ho fatto un pastrocchio (ma il senso è ben chiaro). Sulla legge di Lavoisier so benissimo di cosa si tratta, ma era una mia evidente "provocazione" alla chiosa dell'articolo. E sono anche daccordo sui falsi buonismi, ma quando mi riferivo all'UNILATERALITA' parlavo di persone vicine (anzi vicinissime) al movimento che hanno avuto in fase di confronto con me atteggiamenti dall'aggressivo all'insultante quando si è solamente tentato di parlare e di dimostrare che alcune loro affermazioni erano false. Riguardo alle UTOPIE forse dovremmo chiedere ad un redivivo San Tommaso Moro cosa ne pensa... anzi c'è un romanzo degli anni 60 che ne fa una stima ;)
 
 
#6 INKURSOR 2012-08-11 10:48
PER NATHAN...
La legge di LAVOISIER, appunto, tutto si trasforma e genera la nuova situazione. Lavoisier parla di trasformazioni energetiche, era un fisico.La realtà tutta è in perenne movimento, bisogna saper cogliere i fermenti, lascia perdere gli atteggiamenti, la presunzione etc...guarda la sostanza! Qualche piccola provocazione serve a suscitare il confronto, basta con il buonismo e "il volemose bene" che servono a prenderci in giro ed a lasciare davvero le cose come stanno. Le contraddizioni DEVONO esplodere, altrimenti la situazione per noi semplici cittadini peggiorerà sempre. La discussione non è unilaterale tanto è vero che vi stai partecipando, parliamo piuttosto di problemi e di proposte concrete. Ricordati che la Storia altro non é che una serie di UTOPIE realizzate.
 
 
#5 Nathan Never 2012-08-10 21:00
E' il loro più grande limite. E non si tratta di idee, ma di approccio alla discussione per loro quasi del tutto UNILATERALE.
 
 
#4 INKURSOR 2012-08-10 17:44
TOMASI DI LAMPEDUSA, NON TOMMASO. Guarda il capolavoro di Luchino Visconti "IL GATTOPARDO"
 
 
#3 Dylan Dog 2012-08-10 14:56
caro nathan never... tommaso da lampedusa... e chi è? un giocatore di calcio siciliano? ma forse ti riferivi a Giuseppe Tomasi di Lampedusa (autore de "Il Gattopardo" da cui hai estrapolato la frase?). e non accampare scuse da T9 che non va... la scusa non regge!
 
 
#2 ... 2012-08-09 14:23
avrei voluto votare i grillini, ma quella frase finale ai loro articoli proprio non la sopporto... è pura presunzione. state alla frutta pure voi...
 
 
#1 Nathan Never 2012-08-09 07:52
Riguardo alla "minaccia" in calce, in realtà in natura nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. O per dirla alla maniera di Tommaso Da Lampedusa "Tutto cambia affinchè nulla cambi".
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI