Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

L'Unione Consumatori contro l'aumento Irpef

polidream logo_410_x_200

 

Nel comunicato che segue, l'Associazione dei consumatori polignanese rivolge un appello all'amministrazione, chiedendo "l'immediato ritiro del provvedimento" e "la costituzione di un tavolo di concertazione per la "spending review" comunale". 

 

IL COMUNICATO DELLA POLIDREAM 

E’ di questi giorni la notizia che la nuova Amministrazione di Polignano a Mare, insieme ad altri numerosi enti locali, abbia raddoppiato l’aliquota dell’IRPEF comunale, portandola dallo 0.4 allo 0,8%; e sembra che altri aumenti di imposte locali siano all’orizzonte, almeno stando alle indiscrezioni giornalistiche.

E’ vero che la crisi sta mettendo in ginocchio anche e soprattutto i conti degli enti locali, ma la strada da seguire non può essere quella di trasferire tutti gli effetti della crisi sulle tasche degli utenti, tanto più che già ci ha pensato il governo centrale a far tirare la cinghia ai cittadini fino all’ultimo buco!

Almeno il governo, seppure timidamente, sta tentando di rivedere la spesa, cercando di tagliare sprechi e privilegi qua e là: a quando una “spending review” anche per i comuni?

Ma soprattutto: a quando un tavolo di concertazione con le associazioni dei consumatori, i sindacati e le organizzazioni di categoria, in modo da decidere insieme e democraticamente come gestire le entrate e le uscite comunali, facendo di tutto, di tutto, per non aumentare le imposte, che sono già al limite del limite?

Pertanto la scelta di raddoppiare “tout court” ed “ex abrupto” l’IRPEF comunale, senza la minima consultazione con le parti sociali, trova la Polidream Assoutenti fortemente contraria, al punto da chiedere l’immediato ritiro del provvedimento e la contemporanea costituzione di un tavolo di concertazione per la “spending review” comunale.


Link correlati alla notizia: CLICCA QUI, MANIFESTO E SATIRA DELL'OPPOSIZIONE - COMMENTI

Commenti  

 
#6 x perplesso 2012-08-03 08:00
molti passaggi del tuo discorso sono condivisibili, sul fatto che Fabio sia una persona per bene, anche.
Bisogna realmente analizzare le situazioni senza lasciare ombre, ma questo significherebbe essere diversidagli altri, in realta in nuovo sindaco incarna proprio quel vecchio modo di far politica e quindi non ti aspettare nulla del genere.
 
 
#5 Perplesso 2012-08-02 10:14
per la verità finchè Fabio è stato in carica il bilancio partecipato è stato redatto. Onestà vorrebbe che dicessimo che i problemi sono sorti proprio dopo il rimpasto della giunta Bovino. D'altra parte il siluramento di Fabio non è mai stato spiegato da nessuno mentre gli altri "avvicendamenti" sono stati dettati da tutte le cose poco chiare che sono accadute col Bovino bis. A questo proposito mi piacerebbe che la Redazione approfondisse la questione del settore ragioneria. Credo che uno dei mali di Polignano siano le vicende lasciate a metà.......Non credo che sia da seguire il motto "passata la festa gabbato lo Santo" perchè il fatto che ci siamo tolti dalle scatole la Tricom non giustifica le ragioni per le quali tutti i responsabili non appartenenti al partner privato l'abbiano fatta franca. A me un certo consigliere di opposizione proprio non va giù che nessuno l'abbia chiamato a rispondere delle precisissime responsabilità che aveva. E di questo unico responsabile è Angelo Bovino che prima lo ha inserito in giunta e poi lo ha pure sponsorizzato in campagna elettorale. Tiriamo fuori gli scheletri dagli armadi........questo è pure smilzo, non ci vuole molto a fargli la radiografia. Forza Domenico! fai finta di essere diverso dal tuo predecessore.....Boh? di fronte a questi campioni, cosa volete rimproverare a Fabio Pellegrini? di essere una persona per bene che l'ha presa in quel posto dal suo amico? mi sembra ingeneroso ed oltretutto non c'è nulla di male se, dopo aver verificato certi comportamenti, Fabio abbia deciso di rimboccarsi le maniche. L'unica osservazione che gli muoverei è il mancato controllo su certe proposte avanzate dai ragazzi del Movimento. Maggiori approfondimenti prima di lanciare proposte al vento non sarebbero sgraditi
 
 
#4 xfabio pellegrini 2012-08-01 11:42
Caro Fabio Pellegrini, il fatto che oggi tu sia un grilletto, non ti ha mica fatto dimenticare che sei stato il piu' sfegatato fan di Angelo Bovino? sai perchè da come parli sembreresti di primo pelo...invece hai ricorperto la carica di assessore, se oggi il bilancio partecipato è lontano secoli per colpa dei politicanti, è anche colpa tua, o tu sei diverso da quelli che definisci politicanti. Ho capito che ti brucia ancora per il rimpasto di tanti anni fa, ma se ben ricordi Bovino di ha dato un ruolo, senza esserti ne candidato e quindi eletto; tu hai fatto l'assessore essendo stato scelto per "curricula". proprio come dicono oggi i tuoi grilletti. occhio fabbie'
 
 
#3 Password 2012-08-01 00:05
Premesso che tout court ex ed ex abrupto sono espressioni che hanno il medesimo significato e, perciò ,non dovrebbero essere utilizzate contemporaneamente, rappresentando una inutile ripetizione, credo che i responsabili della Polidream dovrebbero illustrarci la loro "ricetta" piuttosto che esprimere un'opinione che rasenta l'ovvietà. Per caso vi risulta che ci sia qualcuno favorevole all'aumento dell'imposizione fiscale? Da quando in qua le associazioni dei consumatori devono esprimere la loro opinioni in materia di tributi locali? Certamente non c'entra nulla con la democrazia la mancata consultazione della Polidream. D'altra parte, in tema di consultazione democratica, mi pare che la Polidream, non più tardi di qualche mese fa, abbia avuto l'opportunità (se non l'abbia fatto) di esprimere un proprio candidato alle elezioni comunali. Non l'ha fatto? Beh, peggio per loro. Ad ogni buon conto mi piacerebbe leggere qualche proposta concreta invece che i soliti vuoti comunicati. Spending review? Cosa proponete in concreto oltre alla richiesta d'invito alla "trattativa"? Mi sorge un dubbio: volete vedere che c'è un virus che ha colpito i cittadini di Polignano? A qualcuno si manifesta attraverso la "interrogazionite" acuta, ad altri mediante la "comunicazionite" cronica. Non sarà mica che il contagio dipenda dalla vicinanza dei soggetti colpiti dal virus?
 
 
#2 Fabio Pellegrini 2012-07-31 16:20
Il bilancio partecipativo è lontano secoli per in nostri politicanti di centrodestra e centrosinistra, ci hanno sempre considerati sudditi, per quanto riguarda lo spending review ci sono state già molto marce indietro fatte dal nostro governo Monti messo sotto pressione dalla partitocrazia. E' un buon intervento questo da parte dell'associazione di consumo locale, ma mi appello a loro di essere anche più attenti alle manovre finanziare del nostro comune anche quando non sono palesi, come avvenuto con la precedente amministrazione. Questo dovrà valere per tutti gli atti e non solo per questi che sono senz'altro da biasimare visto le affermazioni e declamazione ascoltate durante la campagna elettorale, rendiamoci conto cosa ci riserva in tutti i tempi ed in tutte le salse l'iprocrita partitocrazia dell nostra città.
 
 
#1 cristiano 2012-07-31 13:25
Quando ci sono stati aumenti sfrenati dalla amministrazione precedente tipo la TARSU non ho visto nessuna richiesta. Perche' il tutto si giocava in casa adesso incominciamo con queste iniziative guidate.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI