Giovedì 21 Marzo 2019
   
Text Size

I delfini nelle acque di Polignano: FOTO

delfini-polignano-a-mare

Da "La Voce del Paese", in edicola dal 26 luglio 2012

 

 

I delfini a Polignano

Ecco gli scatti fotografici di Roberto D’Alessandro: "Loro studiano l'uomo"

 

Il prof. Roberto D’Alessandro ha avvistato e fotografato magnifici esemplari di delfini che nuotano tra le acque di Polignano, poco distanti dallo Scoglio dell’Eremita. La foto dei simpatici mammiferi, con le pinne che riaffiorano a pelo d’acqua, è una delle più condivise su facebook.

“Alcuni anni fa – racconta D’Alessandro ai nostri microfoni – avevamo la barca presso un rimessaggio di Monopoli. Le uscite dedicate alla pesca erano limitate in quanto la maggior parte delle uscite in barca erano per fare assistenza a mio figlio ed i suoi amici che si dilettavano in pesca subacquea.  Inoltre, la nostra passione per la traina limitava ulteriormente le uscite dedicate alla pesca perché come tutti gli addetti ai lavori sanno, la traina costiera non si pratica tutto l’anno ma solo in certi periodi.

 L’area da noi battuta per la pesca era sempre quella compresa fra Monopoli e Polignano, in particolare il nostro limite nord era l’isolotto dell’Eremita. Questo tratto di mare è abbastanza profondo e spesso si trovavano gruppi  di delfini che placidamente seguono le loro rotte dietro i banchi di sardine e alicette.

Tantissimi sono gli incontri che il mare ci ha offerto in questi anni, ma alcuni sono ricordati particolarmente soprattutto per la loro eccezionalità, ad esempio  una mattina di mare calmissimo abbiamo notato sulla nostra rotta un qualcosa di grande che galleggiava; poiché spesso si trovano in mare oggetti stranissimi, si pensava subito ad una grande busta o foglio di plastica ma poi avvicinandoci scoprivamo che si trattava di un enorme pesce luna  (Mola mola) che tranquillamente dormiva (o meglio si riposava) sdraiato sull’acqua e che non si è assolutamente scomposto neanche quando gli siamo arrivati molto vicino: sembrava beatamente sdraiato sull’acqua. 

delfino-polignano-dalessandro

 

Ecco il pesce luna

Altri avvistamenti e altre specie. “In un’altra occasione – prosegue D’Alessandro – dei pesci spada che saltano fuori dall’acqua e che serpeggiano nell’aria, altre volte tonni di tutte le dimensioni che saltano o scodano durante le loro battute di pesca ed in ultimo ma di gran lunga i più frequenti  incontri con i nostri cugini acquatici: i delfini.

Il particolare interessante è che mai ci è capitato di imbatterci in stenelle o altri tipi di delfini ma solo ed esclusivamente tursiopi ed una sola volta (ma eravamo a circa sei -sette miglia dalla costa) un branco di cinque grampi.

Naturalmente, tutte le volte che li abbiamo visti abbiamo immediatamente recuperato le esche in traina ed abbiamo tentato di avvicinarci ai simpatici amici cercando però di restare ad una debita distanza per non disturbarli … ma spesso succedeva che ci davano l’impressione di essere  loro ad avvicinarsi ed interessarsi a noi e ce li trovavamo velocissimi sotto la barca, a fianco e saltarci fuori da tutte le parti.

Una sensazione fantastica e tutte le volte è stato come se fosse stata  la prima volta”.

 

L’INCONTRO CON I DELFINI: “LORO STUDIANO L’UOMO”

“La loro vicinanza – racconta D’Alessandro – trasmette una emotività indescrivibile, sono animali liberi che si incuriosiscono e la cosa che è evidentissima è che danno realmente l’impressione che siano loro a studiare l’uomo, giocano, saltano e fanno stupende e velocissime pirolette  sotto la barca … sono grandi quanto una barca (4-6 metri)  e quando si riesce a vedere la loro testa si notano evidentissimi gli occhi con cui  attentamente ti scrutano e ti studiano.

In seguito ai tanti avvistamenti fatti e con una attenta osservazione del loro comportamento  sono giunto ad una mia idea sul fatto che vengano a giocare sulla prua di una barca in movimento e cioè dopo aver giocato un po’, l’esemplare  che si pone a prua dell’imbarcazione lo fa con un preciso scopo e cioè loro sanno benissimo che l’uomo con le sue imbarcazioni ama avvicinarsi a loro e seguirli, quindi i il più grande del gruppo si erge a difensore di tutto il gruppo e si pone a prua con l’obbiettivo di attirare su di se l’attenzione e “guidare” la barca in una ben precisa direzione, mentre il branco con femmine e piccoli si dirige in direzione opposta: è praticamente il loro modo per allontanare la curiosità dell’uomo quando diventa invadente o può sembrare pericolosa,  da quelli che sono gli elementi più deboli del branco, femmine e piccoli.”

 

Delfini fotografati vicino allo Scoglio dell'Eremita

delfini-polignano-a-mare

 

Commenti  

 
#8 ruge 2012-08-03 17:34
centra centra che ne sapete voi che mangiate con bovino ogni sera...ahaha
 
 
#7 Per ruge 2 2012-08-02 16:21
Scocchiato!!! Cosa c'entra ora questo tuo commento!?
 
 
#6 XRUGE 2012-08-01 17:49
sei disdicevole oltre ogni modo.
 
 
#5 ruge 2012-07-31 17:37
la vista dei delfini ci ricorda che il mare non è nostro, e ci ricorda che noi terrestri abbiamo specie umane incomprensibili , come gli ingegneri...portatori di morte e distruzione a polignano
 
 
#4 gionny 2012-07-31 11:50
L'importanza che l'uno li lascia vivere dipende dal mare rimanere pulito. speriamo che con il porto turistico il mare è come oggi
 
 
#3 arturo 2012-07-30 17:53
loro studiano l'uomo.....e capiranno la sua grande stupidità!
 
 
#2 elisa 2012-07-30 16:46
Meravigliosi!!!
 
 
#1 SocioLegambiente1 2012-07-30 13:52
Fantastico il nostro mare, in quella zona ci sono sempre i delfini, anche lo scorso anno, grazie ai soci di legambiente insieme alla RAI hanno filmato i delfini che hanno visto in tutta l'italia il bel mare di Polignano.Da tanti anni si chiede la costituzione del PARCO MARINO E COSTIERO. Dai tutti insieme ce la possiamo fare . BRAVO IL FOTOGRAFO.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI