Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

Villa Pedone. L'amministrazione dice "no" al lounge-bar

villa-pedone-ingresso

 

I FURBI E IL POPOLO: Ecco come, non rispettando le regole, si può passare dalle “stalle… alle stelle”!

 

Parliamo del caso “Plenilunio al Mare”. Il proprietario della tenuta di via San Vito, Pedone, ha chiesto di recente un cambio di destinazione d’uso funzionale, per trasformare la proprietà in un locale esclusivo per jet set, quindi un locale commerciale. L’Ufficio Tecnico ha autorizzato, guarda caso proprio durante gli ultimi giorni della precedente amministrazione. L’attuale amministrazione, invece, vuole vederci chiaro, anche attraverso dei sopralluoghi, nell’interesse della collettività.

Noi poniamo alcuni quesiti all’attenzione dell’opinione pubblica e dell’amministrazione.


1) Perché sei anni fa nessun Polignanese acquistò quelle che sono state definite delle “stalle per pecore”? Ci riferiamo alla proprietà di Pedone. Certamente perché tutti i comuni mortali (miliardari e non) sapevano che lì non si poteva realizzare nulla, in base alla normativa vigente e al buonsenso.

2) Grazie a chi, sequestro dopo sequestro …, sanatoria dopo sanatoria, Pedone vorrebbe istituire un impero sulla nostra fascia costiera (che è da sempre bene pubblico e inalienabile), alla faccia dei Polignanesi?

3) Chi è responsabile del “silenzio - assenso” grazie a cui, da un giorno all’altro, si possono sollevare muri e conquistare grotte marine, come se fossero auto di lusso?

4) Che fine hanno fatto i vincoli paesaggistici che non ammettono deroghe? Infatti, come scrive l’ex vicesindaco dott. Modesto Scagliusi in un esposto protocollato di recente presso il Comune: “In quella zona (via San Vito 64) non è possibile piantare nemmeno un fiore, ed invece è stata stravolta ogni cosa, come dimostrano i rilievi dell’aerofotogrammetria”.

5) Chi ha gettato la maschera poco prima delle elezioni? Si possono anche perdere le elezioni, preferendo l’interesse di pochi eletti, rispetto a quello di tutti. Uno degli esempi più recenti è proprio quello dell’ex sindaco Angelo Bovino, il quale poco prima di andar via ha gettato la maschera, consentendo il rilascio del cambio di destinazione d’uso alle ormai ex - “stalle per pecore”.

6) Come si può fare un “cambio d’uso funzionale”, senza aver preventivamente realizzato quelle opere indispensabili per trasformare una residenza in una attività commerciale? Come nel caso specifico. Delle due l’una: o le opere sono state fatte prima, senza che nessuno sapesse nulla, oppure l’immobile non è idoneo. Nel primo caso significherebbe che, ancora una volta (come quando Pedone sollevò il famoso muro di cinta), il proprietario fa realizzare opere senza autorizzazione, per poi procedere per sanatorie.

7) Inoltre, il cambio d’uso di un immobile si può avere solo se è conforme al PRG (Piano Regolatore Generale). Ora ci chiediamo, è conforme al PRG il cambio d’uso ottenuto da Pedone in zona definita “fascia costiera”? Alla nuova Amministrazione l’ardua risposta.

8) Ma Pedone, come ha potuto fare tutto questo? Certamente, grazie al benestare di chi contava nella vecchia amministrazione. E chi contava nella vecchia amministrazione? Contava davvero e solo il potere politico? Forse, è proprio vero che il contenzioso su Grotta Rondinelle è solo uno specchietto per le allodole, che serve a poter “sanare” perfino quei comportamenti, di fatto molto conniventi, di chi dovrebbe far rispettare le regole, senza privilegiare il jet set e la crème de la crème.

9) A chi tutto è stato concesso di fare, può ritenersi una vittima, che minaccia di tanto in tanto, di andarsene a Bali-Bali? Le vittime, semmai, sono quei Polignanesi, e quei Cittadini del mondo, che rispettano le regole e giustamente rivendicano i propri diritti.

Per fortuna, la democrazia è come una piramide, la cui base è formata da migliaia di Persone comuni, mentre il vertice è circoscritto ad una “èlite”: pochi straricchi, il cui voto, numericamente parlando, vale esattamente quanto quello della povera e onesta gente.

Sappiate che ciascuno di noi comuni mortali, in quel posto incantevole e baciato dalla natura, non avrebbe potuto spostare una pietra, perché questo dice il PRG e questo chiede il buonsenso.

Le regole sono uguali per tutti, anche per gli amanti del “jet set”.

 

Commenti  

 
#54 caro sindaco 2013-07-29 11:00
avevi promesso che se fossi diventato sindaco avresti dato una nuova interpretazione di queste situazioni ambigue; ma soprattutto che con certi dirigenti avresti fatto "IL DURO"; visto che al paese non è sembrata questa tua durezza, mi viene il dubbio che sei duro solo quando vai in un posto..... la compressa Falqui aiuta.
 
 
#53 Cittadinanza Attiva 2013-07-29 09:47
Caro "u fatue", sono in totale accordo con te e con tutto quello che hai scritto. Però, come tu ben sai, le idee e le proposte viaggiano con le gambe e soprattutto la testa dei concittadini/e! Nota, quest'ultima, dolente per il nostro paesello. La sera del matrimonio vip della famiglia Montrone, il paese fu tenuto sveglio fino all'alba e non vi fu "una sana e dovuta incazzatura popolare". I cittadini (sudditi?) si lamentarono e borbottarono fra loro e basta. Nessuno intervenne: né i vigili che pure avevano scortato l'evento, men che meno l'ass.re e/o il sindaco Bovino! Dopo oltre le due di notte, da solo!, provai a contestare e rompere l'arroganza di tale esibizione feudale e mal me ne incolse: mi fu impedito, da due energumeni minacciosi, di raggiungere, dalla stradina laterale, Cala Paura! Chiamai i vari numeri di emergenza per l'ordine pubblico e nessuno intervenne. Inviai esposto alla P.d.R di Bari (fra gli invitati vi erano dei magistrati) ed ad oggi non so altro. Tutto quanto sopra esposto da te ed in altre occasioni da me -Parco Costiero, ecc.- necessità di persone in carne ed ossa che si diano da fare ed organizzino manifestazioni e pressioni verso i Politici, evitando politicanti ed azzecagarbugli vari -fauna consistente-. Altrimenti è solo un bel parlare e scrivere!
 
 
#52 u fatue 2013-07-27 19:44
Mi chiedo cosa ci sia di male nel voler arredare, curare il verde ed esaltare la bellezza selvaggia di antichi jazzi, che stavano andando in rovina. Nulla, direi, perché il bello é bello. Vedo invece perfettamente tutto quel che c'é di male nello sventolare presunti atti di vendita risalenti al medioevo, in cui le misure sono indicate in passi (!), per pretendere la proprietà di una grotta che é acquisita ineluttabilmente all'uso pubblico da secoli. E, ovviamente, vediamo tutti il male che c'é nel realizzare delle modifiche dell'assetto geomorfologico ed urbanistico in zona paesaggisticamente tutelata, senza i dovuti consensi. Prevedibile, quindi, che il signor Pedone, per quanto abbia buon gusto, essendo scivolato su una ostentazione di prepotenza ed arroganza del denaro sfacciate, si sia attirato addosso la giusta ira e biasimo di molti miei concittadini. Ma vedo anche, cosa che molti purtroppo non vedono, il male che c'é in un'amministrazione che, invece di farla finita una buona volta con queste manie di lucro privato che passano per la preclusione della pubblica disponibilità delle nostre coste, cui non fa eccezione il "parcheggio" chiuso di Porto Paradiso, il largo chiuso di Chiaro di Luna, il ginepreto (e grotta archeologicamente tutelata) di Ripagnola, il lungomare di Pozzovivo ed Incina e relativi accessi chiusi, continua a nicchiare e si incanala in un vicolo cieco. Come mai non si espropria per pubblica utilità un incolto produttivo (categoria catastale cui appartengono tutte le strisce di roccia adiacenti al demanio), il cui valore di esproprio é noccioline? E si aspetta che ci realizzino sotto dei lidi attrezzati, così che i proprietari possano vedersi quei valori centuplicati e il comune possa, allora si, scordarsi per sempre di poterli espropriare? Io me lo chiedo, mi stupisce che altri non se lo chiedano... Signori, questo é l'esempio più scellerato della svendita al mercato del pesce del nostro paese. Continuate pure a votare in cambio di mezza banana, mentre grossi e succulenti cetrioli da seme vengono sempre più avvicinati alle vostre terga, intenti a rosicchiare il permessicchio per scavare nel fianco di una mena, o quello per aprirvi il baretto in un "sottaius" del paese vecchio. Dimenticandovi che aprirvi il baretto é un diritto, non un favore, se avete le carte in regola per chiederlo. Scavare nel fianco di una mena, invece, é un abuso, sotto cui rischiate di sprofondare voi stessi, al primo acquazzone più sostenuto. Nel frattempo, preparatevi (anzi, prepariamoci) alla danza dei mille cetrioli. E a dover pagare ogni passo per accedere a qualunque striscia di mare minimamente decente del nostro litorale.
 
 
#51 m.x 46 2013-07-26 19:18
questa è la politica della polemica fatta a priori e adesso mi viene da dire in gergo locale:'e tnitv i paten!'....BUONE VACANZE agresti a tutti :lol:
 
 
#50 giorgio 2013-07-26 16:04
a me rompevano le scatole se mettevo le persiane al posto delle tapparelle perchè mi dovevo adattare alle ville abusive condonate, ma sempre abusive sono accanto costruite decine di anni fa, mentre ovviamente io devo avare tutto in regola basandomi su chi ha speculato e mangiato il territorio accanto a me. utc utc adaveni baffone, ah no c'è gia' e ne combina di guai
 
 
#49 x made in polignano 2013-07-26 10:11
forse meglio plenilunio la carota(quella di san vito)
 
 
#48 xcomm46 2013-07-26 08:39
meglio un turismo d'elite ... ma solo se apportano soldi al paese, se i vip vanno solo in quella struttura e poi scortati tornano a casa senza spendere un cent a polignano, a cosa me la azzecchi l'elite ?
 
 
#47 elettore 2013-07-26 07:26
X Yoghi. Si sarà rivolto allo studio da te citato..i dirigenti gli hanno poi "ricordato" che il potere è e resterà sempre nelle loro mani e adesso tutto è risolto. Plenilunio Paradiso è oggi una sala ricevimenti. In termini strutturali nulla è cambiato nella proprietà pedone rispetto alla scorsa estate. Ma è accaduto il miracolo ed il sindaco che,lo scorso anno cercava di trovare il pelo nell'uovo pur di non concedere a pedone quello che Stama gli aveva autorizzato, si è convertito e da cecchino si è trasformato in ospite. Ma non sarà, caro Vittocchio, che non vedevi l'ora di diventare anche tu "amico" dell'architetto?
 
 
#46 m. 2013-07-25 18:28
meglio un turismo d' elite che un turismo di ciabatte! basta con l'invidia!
 
 
#45 yoghi 2013-07-25 16:43
se vuole riaprire e non avere problemi può rivolgersi al noto studio "rischiatutto" ora anche in crociera col sindaco una garanzia entrambi!
 
 
#44 Immigrato Polignanes 2013-07-25 11:31
Tutta Polignano è abusiva! Da sopraelevazioni squallide nel centro storico (proprietà di polignanesi) a ville al mare vicino a Porta Alga e porto cavallo, per non parlare del nuovo porto!!E vengono chiamate riqualificazioni!La verità è che c'è del buon gusto a Punta Paradiso, c'è del rispetto per la natura e il paesaggio, cosa non avvenenuta 20/30 anni fa con quei palazzoni osceni a ridosso del mare!Smettiamola di essere contro il Turismo, e contro luoghi nati per il turismo, non possiamo vantarci che a Polignano vengono girate scene di film, incluso i 10giorni di Beautiful fino ad arrivare alla puntata di on the road e poi sparare continuamente su chi fa qualcosa per il turismo...smettiamola di avercela con l'arch. Pedone solo perchè è di RUTIGLIANO!!E' pugliese come noi, a pochi km da noi, è in gamba...basta con questi articoli, abbiamo problemi più seri a Polignano!
 
 
#43 il mio sogno bis è: 2012-07-22 20:01
P.S. che vengano rispettati i parametri del carico urbanistico della zona. La variazione al P.R.G. è competenza del Consiglio Comunale e non della Giunta Comunale. Inoltre, che fine ha fatto il vincolo idrogeologico, c'è il parere favorevole e vincolante della Sovintendenza e del Bacino di competenza? La Regione Puglia che provvedimenti vorrà adottare nei confronti dell'Ente Locale per aver adottato variazione al P.R.G. in assenza di approvazione del medesimo Ente Regionale?
 
 
#42 il mio sogno bis è: 2012-07-22 19:53
una demolizione coatta da parte dell'Amministrazione Comunale su provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria.
La normativa vigente prevede la distanza da 4 a 10 metri dagli argini dello scolo delle acque piovane. Il vincolo idrogeologico della zona interessata prevede la realizzazione di manufatti a 10 metri dal confine perimetrale degli argini dello scolo delle acque. A polignano come è stato possibile autorizzare la realizzazione di quell'obbrobrio manufatto a confine del muro di contenimento della Lama? Che fine fanno le leggi in questo maledetto paese? Devo crederci veramente che in questo territorio sia entrata la Mafia?
L'UTC perchè non risponde alla richiesta di chiarimenti da parte della Regione Puglia? Sindaco indaga e provveda immediatamente ad emettere provvedimenti di competenza. Nel frattempo ho inviato denuncia-esposto alla Procura della Repubblica direttamente al Procuratore Capo Laudati!!! Se ci saranno responsabilità sarò il primo a chiedere ai responsabili il risarcimento per danno ambientale.....Distinti saluti....
 
 
#41 Il mio sogno è.. 2012-07-21 20:45
Una piena della lama!
 
 
#40 X Indigeni 2012-07-20 13:07
Bravo, complimenti, sposo in pieno il tuo articolo, in più spero che facciano al più presto una verifica sul cantieri da 5000 mc ed al cantiere ex sportelli.
 
 
#39 indigeno ..credo! 2012-07-20 11:12
in risposta a chi si chiede come mai nessuno a comprato prima quella proprietà? all'epoca ipervalutata- risposta: meno male che non siamo tutti uguali e che ognuno di noi ha delle doti , a me pare che il tanto chiacchierato arch. Pedone ne ha alcune che altri non hanno; riesce ad immagginare solo cose belle; non è tirchio; rispetta l'ambiente come pochi ;è altruista , è diverso dal polignanese medio che è invidioso sporco e irrispettoso dell'ambiente .
Circa dieci anni fa ebbi l'opportunità di visitare quei luoghi perché interessato all'acquisto di ruderi ma esistenti, in zona con vincolo panoramico , poi è passato per un breve periodo a "verde privato" infine il 2005 quando l'arch. pedone aveva già RESTAURATO, è diventata zona bianca, infatti controllate la tav. 2.6.2 centro urbano e verificate!!
Allora concittadini , buoni e onesti non fatevi prendere in giro a cattiverie gratuite, il nx re dei divani , nemico giurato dell'arch. Pedone , sta rtealizzando di fronte in maniera leggittima quasi 5000 mc di residenziale , a bordo lama che ne dite!
io preferisco 100 arch. Pedone , che a mio parere migliorano il paesaggio (forse con qualche statua in meno) e distribuiscono la richezza al territorio. mentre altri ricchi sono ciechi affaristi solo per loro , esempi come Pedone , Donna Gina , Specchia sono la nostra arma vincente per combattere la crisi- Intanto Gisella cresce, a dx e sx , e nessuno reclama va bene, e Cala paura, è bello?? ma.. infine ritornado io nn ho acquistato semplicemente xchè non avevo disponilità , però mi fa piacere che è finita in buone mani. infine che centra la politica in queste cose specifiche ad personam , cresciamo cerchiamo di occupare il ns tempo per la colletività : posti letto nessuno , lavoro niente , grazie solo ai B&B, lo sviluppo turistico dov'é!!
Vitto e C. non fatevi tirare dentro a queste miserie umane
 
 
#38 X Vivibilità 2012-07-18 13:37
Quindi anche a porto cavallo, portalga, san Vito ecc.ecc. si prenderanno gli stessi provvedimenti???? Visto che la legge e' uguale per tutti
 
 
#37 Vivibilità 2012-07-18 12:33
L'UTC gli contesta i divani, le palme i fichi e fichi d'india. Che vergogna,siamo alle pezze.
 
 
#36 poliziottogreco 2012-07-17 23:49
I pettegolezzi e le illazioni illusorie e infondate non mi lambiscono affatto. A differenza di tutti loro, siccome mi ritengo un "UOMO" porgo l'altra guancia. A condizioni che procediate personalmente e non virtualmente. Con l'anonimato non si fa altro che infangare il prossimo solo ed esclusivamente da persone prepotenti e vili!!!!
 
 
#35 Polignanese medio 2012-07-17 05:20
Meglio un bel campo per zappare la terra e piantare le patate..vero?
Che paese ridicolo..
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI