Domenica 21 Luglio 2019
   
Text Size

Accesso negato al mare: palizzata "abusiva"

accesso-mare-polignano-denuncia

da "La Voce del Paese", in edicola giovedì 31 maggio 2012



Chiuso l’accesso ai Lapilli. Per la PM, la recinzione è abusiva

I Carone, "proprietari" dell'area si difendono: troppi rifiuti e auto, accesso ai pedoni garantito 

 

 

Una mattina ti svegli e scopri che l’accesso al mare, a Ponte dei Lapilli, non c’è più, ed è sbarrato da una recinzione che non è buona manco per un gregge. Le pecorelle smarrite avrebbero di che divertirsi. Ma gli amanti del mare non sono gregge da pascolo. Come quelle pecorelle, amano la libertà e la natura. Quei paletti possono significare la difesa disperata di un potere, di un qualcosa che non appartiene al privato, ma alla collettività.

Legambiente Polignano ha denunciato l’accaduto, con foto e documentazione su facebook, suscitando l’indignazione popolare. Il tratto di via San Vito, tra Grotta delle Rondinelle e Ponte dei Lapilli è stato improvvisamente chiuso. “Voglio capire i polignanesi dove andranno al mare! Tutti in bici!”. Scrive in un primo momento Vito Montalbò di Legambiente. Poi l’amarezza: “Il bello è che non si può neanche andare in bicicletta”. Montalbò lancia un appello e invoca “Libera la Costa polignanese”.

Noi ci siamo messi in contatto con il Comando di Polizia Municipale. Ieri mattina i vigili hanno effettuato i primi sopralluoghi. Come avevamochiar-di-luna-polignano sospettato, quei paletti da recinzione sono abusivi e delimitano un’area di proprietà privata della famiglia Carone, nel tratto compreso tra Grotta Rondinelle e Lapilli.

La storia è sempre la stessa e si ripete da anni. L’area abusivamente recintata è ancora oggi oggetto di un contenzioso tra Comune di Polignano e proprietà privata (famiglia Carone).

I Carone si difendono, dicono di essere proprietari di quell’area. Il Comune, invece, ritiene che i Carone non possano vantare alcun titolo di proprietà, benché l’area sia stata accatastata.

DICONO SU FACEBOOK – “E’ stato chiuso non per farne un parcheggio, ma essendo proprietà privata e il proprietario ha dovuto pagare delle multe a causa di bagnanti incivili che lasciano i sacchetti del’immondizia sparsi, è stato solo negato l’accesso alle auto, ma non ai pedoni né alle bici”.

Anni fa, la famiglia Carone era proprietaria anche di quella’area adiacente, che costeggia la Grotta delle Rondinelle, poi venduta all’arch. Pedone.

I PRECEDENTI - Nel 2003 fu rimossa una cancellata che delimitava la stessa area, al Chiar di Luna. In un primo momento autorizzata dall’Ufficio Tecnico di Polignano. Poi lo stesso dirigente dell’Ufficio Tecnico dovette fare marcia indietro, poiché il titolo di proprietà dei Carone non fu considerato valido.

Il contenzioso è ancora aperto e non ci sono novità sul fronte giudiziario. Sappiamo solo che il giudice ha sentito di recente alcuni testimoni, tra i tanti altri, a sostegno dell’interesse pubblico dell’area.

Altri accessi al mare negati ci sono stati segnalati da alcuni cittadini ed esponenti politici, in particolare da Nicola Menna dell’Idv. Il problema è che ogni anno, la questione degli accessi al mare negati torna a riempire tristemente le pagine dei giornali. Come fare? Chi si assumerà una volta per tutte le responsabilità “bonificando” la fascia costiera dalle mire privatistiche? Magari le risposte arriveranno dal piano delle Coste.

LA DENUNCIA DI LEGAMBIENTE POLIGNANO

legambiente-polignano-accessi-mare


LINK CORRELATI:

VEDI ANCHE 2011: I MASSI A PIETREGEA

VEDI ANCHE SEQUESTRO VILLETTE ABUSIVE A POLIGNANO

VEDI ANCHE COME E' NATA CALA PAURA


Commenti  

 
#25 Francesco76 2012-07-06 08:13
Da diversi anni ho scelto Polignano x le mie vacanze al mare. L' area recintata era un parcheggio comodo e facilmente fruibile. Prendo atto della scelta di forza di negare al pubblico la liberta' di accesso al mare e migrero' in altra localita' piu' interessata ai miei soldi da turista.
 
 
#24 al 2012-06-08 14:43
solito il vero problema è la lentezza della giustizia italiana , capace in questo come in altri casi di spezzare le gambe ad ogni buon proposito o a far uscire dai gangheri anche le menti sane.Signori Carone le bici e le gambe dei pedoni non ci passano attraverso la recinzione
 
 
#23 rana 2012-06-07 19:46
No, a polignano il mare non c'è più!
A Monopoli invece tante spiaggette carine, attrezzate, con servizi e ristorantini. e non devi accendere un mutuo per passare una giornata al mare! E lì si puo arrivare anche in bicicletta!
 
 
#22 Distruttivo 2012-06-07 13:56
ATTENZIONE!!!
Sarà forse in atto un trasferimento di proprietà (demaniale) dell'area ad altro confinante? La storia insegna a monte e a valle.
 
 
#21 Mavala 2012-06-04 09:54
Egregio direttore Teofilo,
Lei che e' sempre ben informato, a volte anche riguardo cose che Nn sono neanche realmente accadute, lei che quando e' avvenuto quello scempio sotto la casa del sindaco, alle 4.00 del mattino era gia' sul posto per fotografare il vile gesto.......e' strano che non sia al corrente su chi abbia creato e firmato il progetto, sul CHI e sul QUANDO sia stato portato in giunta!!!!! O ha semplicemente preferito ometterlo? Mah....proprio lei che e' cosi' attento ai particolari! E in questo caso Nn sono fatti riportati da seconde o terze persone, qui ci sono le carte che parlano!!!
 
 
#20 carone 2012-06-04 07:01
ricordate, il chiosco a chiar di luna? bene perché ci hanno ritirato le autorizzazioni rilasciate dal comune? vero quella zona è zona pascolare non si possono svolgere attività BENE ALLORA NEANCHE LE MACCHINE POSSONO CIRCOLARE SU ZONA PASCOLARE capite?
 
 
#19 carone 2012-06-04 06:49
ciao cari concittadini, noi famiglia carone non vogliamo negare il nostro mare a nessuno né ai polignanesi né al nostro turismo, noi volevamo fare un posto speciale su quel suolo di 33 mila metri quadri, ma quando richiediamo autorizzazioni ci vengono rifiutate perché sul quel'aria c'è il vincolo paesaggistico e risulta per il comune zona pascolare, ora qui c'è qualcuno di forte interesse che si vuole impadronire dell'area per poi vendersela come hanno fatto con il porto allora se il comune ha dei documenti che può dimostrare che questa area non è nostra perché non si presenta alle udienze emesse dal tribunale di monopoli? noi siamo stati sempre presenti con titolo di proprietà e documenti veri e dimostrabili nelle prossime edizioni dei giornali settimanali, ora abbiamo questa area che nel largo degl'anni aspettando il comune alle udienze ci ritroviamo solo una discarica di tutti i tipi dal cemento all'amianto scaricato abusivamente ora chi pulisce quest'area?
 
 
#18 ruge 2012-06-03 08:01
ci sono tanti clieni dell ex sindaco che hanno avuto dal comune , stranamente..., cio' che non avrebbero dovuto, abitabilita' sospette , installazioni cancelli non dovuti e tanto altro...creando situazioni gravi ai vari confinanti di questi protetti che dovranno sbrigarsela giudiziariamente con i tempi che conosciamo, l utc ovviamente chiude gli occhi, purtroppo abbiamo dato le chiavi per anni a chi vuole bene solo alle sue tasche e non al paese
 
 
#17 frankolino 2012-06-02 22:37
scusatemi stasera ho voglia di scrivere a proposito dell'ex depuratore a cala fetente. perche' non lo demoliamo e' un pugno nell'occhio, facciamo tutto parco marino e ristrutturiamo tutti i trulli che ci sono lungo la costa mi sono accorto che molti automobilisti italiani e stranieri si fermano a fotografare sarebbe troppo bello per polignano e noi cittadini decisamamente vantaggioso per tutti
 
 
#16 frankolino 2012-06-02 22:18
spero vitto risolva questi problemi. per avere accesso al mare da polignano sud devo quasi andare a monopoli che scandalo! per non parlare di polignano cozze tutto chiuso e non si può parcheggiare sulla complanare i vigili fiutano subito l'affare delle multe vergona, ma a polignano c'e' il mare?frank
 
 
#15 polignano1934 2012-06-02 19:30
cari amici, la problematica del parcheggio carone è molto delicata. ci sono dei contenziosi che bisogna quanto prima chiarire. poi, è questa è davvero una chicca, li avete visti i documenti che autorizzano la realizzazione della recinzione? avete visto chi è il progettista? avete visto quando è stata approvata? ebbene, il grande bovino questa volta si è superato perche' ha creato il progetto (firmato dal suo fedele geometra di studio...), ha portato tutto in giunta (dando quindi l'autorizzazione), ma la cosa piu' bella è che, siccome sapeva di perdere queste elezioni, ha concesso il tutto in data 24.04.2012. quindi, col silenzio assenso, dopo 30 giorni si poteva fare tutto cio' che aveva autorizzato, mettendo in cattiva luce e con una grandissima grana da risolvere, la nuova amministrazione che, adesso, non ha piu' un parcheggio per tutti quei bagnanti che gia' da oggi ci hanno letteralmente assalito! che bella è la politica...
 
 
#14 chinesadipiùechimeno 2012-06-02 19:04
P.S. A tutti i cittadini ITALIANI non è necessario leggere aolo l'art. 832 ma è opportuno soffermarsi e leggere attentamente anche gli artt. 822, 823, 824, 825, 826 ed in particolare gli artt. 827, 828, 829 e 830 C.C. e vi renderete conto a chi appartiene quell'area. La proprietà si difende e si tutela solo con atti notarili legittimi e non con documentazione appartenenti a terze persone!!!!!chi mi legge ascolta e impara, chi mi ignora mi intenda!!!
 
 
#13 chinesadipiùechimeno 2012-06-02 18:47
La proprietà non si dimostra con le parole e con le azioni illegali. La proprietà si dimostra con i fatti e con i documenti legali alla mano. Quindi, egregio commentatore 10 è vero che l'art. 832 C.C. recita che il proprietario ha diritto di decidere e disporre della proprietà in modo pieno ed esclusivo, ma è anche vero che proprietari si diventa con il sudore alla fronte dei propri sacrifici e non con la forza e l'arroganza di crearsi una proprietà con una solo documento di affrancazione non legittimo....Conclusione: quell'aria appartiene al demanio e ne possiamo usufruirne tutti i cittadini. E' un diritto di usufrutto che lo impone il "diritto del cittadino" ed tale diritto và rispettato ED ONORATO in quanto lo stabilisce la COSTITUZIONE!!!! Censuro l'iter burocratico delle Istituzioni preposte poichè tutta la documentazione andrebbe affissa in una bacheca esposta all'intera cittadinanza in Piazza Moro!!!! al vaglio del popolo e del potere che ci appartiene!!!!!!!!!!!
 
 
#12 chiaredom 2012-06-02 18:09
si vede che sta per iniziare la stagione estiva.....
da polignanese emigrato, l'accesso a pietregea è sempre chiuso? anche questo sindaco ha legami con il resort sorto sugli scogli?
 
 
#11 per i nostri figli 2012-06-01 16:34
potrei usucapire anch'io quel bene, ho parcheggiato la mia auto per trent' anni
cari amici Polignanesi uniamoci e creiamo un forum dove unirci e combattere queste simili barbarie.
 
 
#10 Art. 832 2012-06-01 16:30
Il proprietario ha diritto di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l’osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico .
 
 
#9 socio legambiente 2012-06-01 15:22
All'att.ne della redazione e del sig. Teofilo Nicola,
volevo solamente precisare che la denuncia, se così la si può definire, è stata fatta da un socio di Legambiente Polignano, in quanto la carica di Presidente è svolta da un socio eletto da tutti noi soci del circolo. Non vedo come una semplice foto, tra l'altro priva di alcun nostro simbolo e nemmeno derivante da un nostro comunicato stampa, con 2 scritte e postata sulla pagina Facebook di un socio possa farla passare come "denuncia" del circolo...
Chiedo solamente un po' più di attenzione nel passare le informazione alla collettività.
 
 
#8 concordo 2012-06-01 15:15
con polignano stanco: cala ponte ha gettato tanto di quel pietrisco (fino) per tutta l'area intorno, e si è ingrandito tantissimo!!!!!!!! ma i controlli dove sono quel chiosco e quell'area il sig. Onofrio se fatto padrone, come mai nn va nessuno a controllare???
 
 
#7 elly 2012-06-01 14:03
sono d' accordo con il post #5: O tutti i possessori di terreni sul mare possono arrogarsi dei diritti o non deve poterlo fare nessuno|||pertanto, se il già citato architetto può vantare dei diritti sui suoi terreni allora lo possono fare i anche i Carone!!!
 
 
#6 luca 2012-06-01 13:33
utc dorme, vigili dormono , intervengono solo se conosci,, è sempre cosi a polignano
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI