Venerdì 13 Dicembre 2019
   
Text Size

GOZZI E BARCHE A SAN VITO: IL DIBATTITO

san-vito-polignano-foto-antica-mare

 

 

La posa della prima pietra a Cala Ponte, per la realizzazione del porto turistico, ha riacceso i riflettori sulla questione dei circa cinquanta posti barca riservati ai pescatori dilettanti di Polignano. Che fine faranno? Questo è il dilemma. Intanto, l’imprenditore Fusillo pare non ne voglia sapere, benché alcuni di questi posti (non si sa quanti) fossero previsti dalla convenzione tra Comune di Polignano e Fimco, società di Fusillo. 

Una delle soluzioni del sindaco Bovino sarebbe quella di prevedere la costruzione di un porticciolo appositamente per loro in località San Vito, da sommare ai posti barca previsti a Cala Ponte. Una soluzione che divide opinionisti, esponenti politici. 

“Per l'amministrazione – scrive, polemico il consigliere Angelo Focarelli (Pd) su facebook – i pescatori possono dire addio ai 50 posti barca previsti dalla convenzione con la FIMCO per la costruzione del nuovo porto turistico. Infatti Bovino ha previsto di costruire un porticciolo appositamente per loro a San Vito. Quindi Fusillo 50 posti barca in più, Polignano un posto incantevole in meno. Servi del padrone – insorge Focarelli, postando una  foto di San Vito com’era in passato (vedi foto apertura e in basso) – giù le mani da San Vito”.

“Ti sembra davvero così poco incantevole, solo perché ci sono le barche?” – è la replica a Focarelli dell’ex segretario del Movimento Schittulli, Antonio Sardano, che alla foto del consigliere risponde con una più recente, sul cui specchio d’acqua è riflessa l’ombra delle barchette tradizionali in legno.

“C'e` da dire che – aggiunge in un post, Giuseppe Silvio L’Abbate (Pdl) - sicuramente i pescatori di Polignano ritengo piu` giusto che abbiano una caletta attrezzata tutta per loro anche per dare risalto a quel folklore che rappresentato che non puo` andare perso. Poi ragioniamo su quale anfratto ma non montiamo polemiche inutili

In realtà, i due progetti (posti barca previsti a Cala Ponte da un lato e posti barca a San Vito) non sembrano in relazione tra loro. L’amministrazione vorrebbe sviluppare un progetto su San Vito propedeutico all’ottenimento di eventuali finanziamenti regionali, individuando punti di attracco per barche tradizionali, cosiddetti gozzi in legno che sono uno degli elementi antropici caratteristici delle marinerie adriatiche, quindi non deturpano il paesaggio, come tantissime foto di turisti e cartoline testimoniano. Nel progetto, del quale non abbiamo ancora i dettagli, si prevede il ripristino della banchina prospiciente alla baia di San Vito.

A Focarelli che invoca maggiore attenzione per valorizzare il porticciolo di San Vito e ricorda la spiaggia della Provincia (ma dimentica di dire che questa è stata realizzata grazie alla cessione di proprietà della contessa), il prof. Gio’ Mazzone risponde così, su facebook: “Credo che il problema sia proprio qui: Polignano è bella quindi dovremmo sfruttala! Io non credo che sia così. Polignano è bella proprio perché (per incuria) ha mantenuto il fascino di un paesino naif e "naturale". Certo andrebbe valorizzata. Ma come si può pensare di valorizzarla trasformandola in "Polignanoland"? I turisti la trovano incantevole per quello che è così come la trovano incivile per come la trattiamo... Se i turisti vogliono le distese di sabbia si rivolgano altrove! Polignano non può che ospitare un turismo di nicchia. Non intendo assolutamente di "ricchi"! Ma di amanti della NATURA, di aria salubre e di mare privo di scarichi fetidi di yachts!

Mettersi d'accordo sul COME valorizzare Polignano - ricorda Mazzone - è una questione di destra o di sinistra! Non certo di PDL o PD!”.

 

A questo punto la domanda è: cosa deturpa di più il paesaggio? Una spiaggia artificiale (come quella citata da Focarelli e vantata da Domenico Vitto), oppure dei posti in più per gozzi (barchette) tradizionali in legno?


SAN VITO IERI

san-vito-ieri-polignano

 

SAN VITO OGGI CON POSTI PER BARCHE TIPICHE CHE, STANDO AL PROGETTO, POTREBBERO AUMENTARE

san-vito-polignano-mare-barche

 


Commenti  

 
#16 rana 2012-07-13 09:00
è la visione d'insieme che manca.
nella visione d'insieme il porto non c'entra e i gozzi si, 1 bar sporco e inquinante ogni 7 centimetri no, un bel bar vista mare ogni tanto si,
si tutelano solo gli interessi dei piccoli squallidi imprenditori e basta.
 
 
#15 gozzo porto cavallo 2012-07-11 18:34
delle due barche seqestrate a porto cavallo tutti se ne fregano
 
 
#14 pace antonio 2012-03-28 13:40
Cala S.Vito:

una conchiglia

di mare ripiena,

alta e maestosa

l'Abbazia riflessa

con le sue arcate

in fuga

nel mare protese.

La colonna spezzata

all'imbocco

sta quieta.

Brillano le onde

baciate dal sole

accarezzano barche

d'emozioni commosse.

Vigila la torre

superba da sola...

Lontano la nave,

lentamente va,

ed io di te

ripenso...

(Antonio Pace)

( Copyright : Vietata duplicazione anche parziale

ai sensi della legge 633 del 22/04/1941

et successive modificazioni
 
 
#13 iom uno come tanti!! 2012-02-05 18:29
Signori miei .... il porto??? Poveri noi diportisti da quattro (e dico quattro soldi!!) ... ci illudiamo!! Chi vuol scommettere??? Tra poche settimane i "Bovino", i "Vitto", i "Zupo", i "..." si presentranno ai pescatori e faranno promesse pur di accaparrarsi una manciata di voti ... qunto siamo belli!!! Io, orgoglioso di essere polignanese, voterò chi mi prometterà il porto, chi eviterà lo scempio di grotta Ardito adibito a parcheggio (ma dove'erano queste persone quando si svendeva il porto e quando il lungomare è stato trasformato in parcheggio??) Facile parlare e ancor più facile - come faccio io - criticare ... ma io non prometto!!! Loro prometteranno e - vi assicuro - non manterranno!!! Miei cari compaesani son tutti uguali!!! Ciao
 
 
#12 Farraone 2012-01-11 11:25
Xlogica
Scusa,posso anche comprendere la critica.
Se mi consenti,dopo aver bocciato vitto,focarelli,bovino....mi sarei aspettato la proposta alternativa.
In verità Polignano è decisamente provinciale,compreso noi che commentiamo.Quando si vuole demolire un sistema,si deve proporre un altertnativa valida,fatta di proposte e di gente che ci metta faccia e idee.Nel tuo commento vedo solo critica,quante persone cittadini del mondo conosci disposte a mettere la faccia e la reputazione?
Vedo nei commenti tanta demagogia e molta,tanta vigliaccheria dato che ci nascondiamo tutti dietro l'anonimato.
Quando tiriamo fuori le palle?
 
 
#11 giulia 2012-01-07 19:12
Il grande problema di San Vito è quell'edilizia scadente degli anni 60 prospiciente la baia dell'Abbazia la cui proprietà nel tempo si è sempre più parcellizzata ed è ormai pressocchè irrecuperabile. L'Amministrazione dovrebbe tentare qualcosa per riqualificare tutta quell'area, potenzialmente splendida ma allo stato attuale davvero mortificata dall'assenza di un progetto unitario di riqualificazione.
 
 
#10 pasquale sportelli 2012-01-07 16:04
il molo corto e quello lungo sono diventati porto turistico percui la e' fatto divieto di balneazione.Se san vito diventa porto da imbarcazioni da pesca,non vuol dire che dovranno portarci tutti i servizio portuali con annesso divieto di balneazione?Ma non volevamo fare di polignano un vero paese balneare?
 
 
#9 Logica 2012-01-07 13:35
Mettere la sabbia di fiume sul mare è incestuoso. le spiagge artificiali non le fanno più nemmeno a las vegas. parlare di sterili posti barca senza menzionare la storica tradizione marinara è da provinciali oltre che da tonti. Con la foto antica senza barche cosa si vuole dimostrare? Che prima le barche non c'erano? È falso, non è vero, è una bugia.Ecco, il problema dell'essere provinciali è secondo me troppo sottovalutato. Focarelli è provinciale e vitto è commerciante. Anche il problema dell'essere commerciante è sottovalutato. Per fare il sindaco bisogna essere uomini di cultura, padroni degli argomenti e cosmopoliti (abitanti del mondo e non di Polignano che sono ii provinciali di cui prima), bisogna conoscere il mondo e la gente ( non la gente che ti voterà), intendo i caratteri, le sensibilità, le diversità.
Intendiamoci, bovino è uno a cui interessa costruire, non è mica la persona cosmopolita di cui Polignano ha bisogno. Però sentire focarelli o vitto, sta gente purtroppo, e non voglio offendere, mi fa vergognare di essere di qui. Veramente cari signori non sentitevi offesi ma siete inadatti e inopportuni. Dico io, hai il ristorante? E dedicati a quello... Che comunque c'è bisogno di piu sforzo, non è che sia quel gran locale... Hai il magazzino? Tutela i diritti dei coltivatori, fai fare la rotazione delle coltivazioni, lavora per far utilizzare meno concimi e disserbanti, fai quello che il resto del mondo sta già facendo.
Siete inadatti al futuro di questo paesello, dovreste dedicarvi di più alle vostre attività e lasciare la politica a persone competenti. Con questo, mi auguro che i pescatori di Polignano possano continuare la loro storia marinara tramandando l'arte della pesca col gozzo ai loro nipoti, figli o amici e perchè no, lasciando in eredità un sacrosanto posto barca, come loro lo hanno ricevuto dai propri avi.
non fate gli offesi per termini come provinciale, perché lo siete.
Vito
 
 
#8 ruge 2012-01-06 09:29
san vito, l isola che non c'è, deturpata da anni da abusivismo sanato, ma sempre abusivismo si tratta, da favoritismi, dall impossibilita' di accedere al mare, dalla mancanza di parcheggi, dalla mancanza di fogna ancora oggi, dalla mancanza di tanto altro, insomma dal solito menefreghismo di parte dell utc
 
 
#7 buoni propositi 2012-01-05 17:21
Per DURM/DURM ....quando ti faro' riascoltare alcune cose che mi hai detto qualche tempo fa' vedremo chi dira' hahahahahahaha
 
 
#6 diportista 2012-01-05 16:09
Ma siete davvero così sicuri che si siano persi i posti barca del porto turistico?
Io credo che quando saranno assegnati, comunque si dovrà procedere ad un bando pubblico che evidentemente dovrà prevedere dei criteri e dei parametri utili per stilare una graduatoria. Non si potranno certo dare ad personam. E quindi immagino che sarà inserita l'iscrizione all'albo dei pescatori, oltre all'anzianità d'iscrizione ecc ecc...
In questo senso il porticciolo di San Vito viene utile a quei marinai polignanesi che non potendo partecipare al bando troveranno cmq un valido ormeggio per i propri gozzi.
Almeno credo di decifrare in questa maniera la volontà dell'Amministrazione.
Vorrei solo che a Polignano certe persone la smettessero di gettare continuamente ombre su tutto e pensassero un po di + al bene del paese. Se si vogliono realizzare degli ormeggi e magari riqualificare la banchina di San Vito, non credo sia uno scempio, anzi. La costa non verrà violentata ne trasformata e quei gozzi daranno colore e vita a quel posto di per se fantastico.
Tutto quello che costruiamo di positivo oggi sarà una risorsa per i nostri figli. le barriere frangiflutti ecocompatibili, ad esempio, oltre a ritardare il fenomeno dell'erosione delle coste servono anche a ripopolare la flora e la fauna marina.
Meno polemica e più fatti, specie da chi per il proprio passato politico e amministrativo non è nelle condizioni di poter dare lezioni proprio a nessuno!
 
 
#5 e vai!!! 2012-01-05 15:32
Focarelli, alza il tiro sulla perdita di 50 posti barca nel nuovo porticciolo turistico e Il Sig. Teofilo spara su Vitto e la spiaggia a San Vito. La spiaggia è più a nord della foto chiaramente modificata di com'è oggi l'insenatura. Sporca, con barchette lasciate lì..... Certo che si possono lasciare lì i gozzi ma come tutti chi ne usufruisce paghi gli ormeggi oppure lasci a chiunque diasponga di un gozzo, il libero ormeggio non come capita di sovente in quella caletta da anni.
Ancora una volta una diversa visione della questione Porto vede il DIRETTORE parte attiva per attaccare VITTO.
Direttore a quando qualche inchiesta sulla sicurezza nelle scuole polignanesi?
 
 
#4 a+ 2012-01-05 13:12
le barche stanno nella spiaggia che si vede nelle foto, la spiaggia artificiale di cui si parla invece è quella prossima alla torre!...che senso ha la domanda?
 
 
#3 solopolemic 2012-01-05 12:25
dice bene l'articolo, la spiaggia di san vito non è tutto merito di vitto, anzi... diciamo grazie all'amministrazione che ha fatto pressioni per la cessione dei terreni.
io sono dell'idea che sia più "deturpante" una spiaggia artificiale che 50 barchette tradizionali.. queste barche sono un diritto per i pescatori ma sono anche imbarcazioni tradizionali e belle. san vito è uno dei posti più incantevoli di polignano e con le barchette lo sono ancora di più-
come al solito polemiche inutili...
 
 
#2 LUCREZIA SIMONE 2012-01-05 12:22
SAN VITO, OGGI, E' SICURAMENTE MOLTO MEGLIO DI IERI. E LE BARCHE DI LEGNO DECORANO QUESTO POSTO DI INCATEVOLE NATURA.DEL RESTO, IO CREDO CHE CHI VUOLE LA SABBIA PUO' ANDARE IN ALTRI POSTI, LASCIATE STARE SAN VITO AL SUO STATO NATURALE MA NON TRASCURATELA.
 
 
#1 convenzione 2012-01-05 11:12
Nicola Teofilo scusami, ma chi te lo ha detto che Fusillo non ne vuole sapere dei posti barca in convenzione? Quando lo avrebbe dichiarato?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI