Venerdì 23 Agosto 2019
   
Text Size

E' UFFICIALE: 'NESSUN PERICOLO CROLLI A SCUOLA'

scuola-vigili-del-fuoco-polignano

NIENTE PERICOLO. TANTE E ASSURDE STRUMENTALIZZAZIONI POLITICHE

Domani la conferenza stampa: Opposizione appostata a scuola e in comune "a caccia di consensi"

 

 

“I bambini al primo piano possono stare tranquilli. Non c’è niente che possa pregiudicare la stabilità dell’intero plesso della scuola primaria San Giovanni Bosco. L’attività didattica può continuare tranquillamente.”

Questo il bilancio tracciato stamane dall’ispettore dei vigili del fuoco di Bari Giuseppe Ferrante, che conferma le dichiarazioni esclusive rilasciate per noi dall’Ing. Simone, colui che nel 1970 restaurò il plesso scolastico.

A meno di una settimana dal crollo di alcuni calcinacci, episodio accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì scorso, stamani sono arrivati a Polignano i pompieri della Compagnia di Putignano, guidati dal maresciallo caposquadra Michele Avella e, appunto, dal perito geometra Ferrante. Gli agenti hanno perlustrato ogni angolo dell’edificio che risale agli anni ’30 del secolo scorso. Non ci sono più dubbi: “non c’è alcun pericolo crollo dell’edificio. Si tratta di semplici infiltrazioni d’acqua dovute al violento acquazzone di due settimane fa”.

Alla luce di ciò, risulta ora difficile spiegare l’assurda campagna denigratoria promossa da alcuni esponenti dell’opposizione, in complicità con alcuni giornali compiacenti. “Intanto non si tratta di crollo. Non si può sbattere la parola “Crollo” in prima pagina e poi parlare di calcinacci all’interno del giornale” – ha spiegato l’ing. Stama dell’Ufficio Tecnico Comunale: “Non capisco come alcuni genitori possano essersi lasciati strumentalizzare”. In effetti, da giorni esponenti dell’opposizione stazionano davanti alla scuola e al comune, “forse a caccia di consensi per le prossime comunali, cavalcando il momento” – confidano alcune voci vicine alla maggioranza.

Il segretario del Pd Domenico Scagliusi, o chi molto probabilmente per lui, aveva perfino chiesto le dimissioni della preside, assessore e vicesindaco Beatrice De Donato e dell’assessore Raffaele Scagliusi, trovando confortevoli spazi su un settimanale locale, mentre Vitto, a margine della stessa pagina, si vantava di quando è stato assessore provinciale all’istruzione.

Fanno un passo indietro anche i genitori del Circolo, che implorando chiarezza, in fondo si auspicavano che l’accaduto non scivolasse

Alcuni settimanali hanno quindi gettato nel panico alcuni genitori. Altre mamme sono diventate facile boccone per i prossimi candidati. Altri genitori hanno fatto il loro dovere, chiedendo l’intervento dei vigili del fuoco che così hanno assicurato: “non c’è alcun pericolo tecnico. L’attività didattica può continuare regolarmente al primo piano, in attesa che si concludano i lavori al secondo”.

Sul prossimo numero de La Voce del Paese entreremo nei particolari tecnici dei lavori, di quanto accaduto e delle due conferenze stampa che si terranno domani: prima toccherà al sindaco, alle ore 12, poi all’opposizione alle ore 17 circa.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI