Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

CROLLI A SCUOLA. L'ING. SIMONE RASSICURA

beatrice-de-donato-calcinacci-scuola

 

GIOVEDI' NOTTE IL CROLLO AL SECONDO PIANO DELLA SCUOLA SAN GIOVANNI BOSCO

L'Ing. Simone in esclusiva ai nostri microfoni rassicura: "Solo infiltrazioni d'acqua !"

 

 

Infiltrazioni d’acqua. Sarebbe questa la causa del crollo di alcuni calcinacci verificatosi nella notte di giovedì scorso in un’aula al secondo piano della scuola primaria San Giovanni Bosco.

Venerdì mattina, autorità civili e militari si sono seduti attorno a un tavolo per fare il punto sui crolli. Il sindaco ha emesso un’ordinanza di chiusura a tempo indefinito di tutto il secondo piano dello stabile, che risale al 1932 circa ed è stato completamente restaurato negli anni ’70 dall’Ing. Gianni Simone, il quale ha preso parte ai sopralluoghi.

“Si tratta di semplici infiltrazioni d’acqua” – ha sentenziato Simone, in esclusiva ai nostri microfoni, per rassicurare i genitori dei bambini. L’Ingegnere, memoria storica di Polignano, e progettista di alcuni importanti edifici della città (tra cui l'aula consiliare), ha rilasciato una intervista che troverete nel prossimo numero de La Voce del Paese.

Ieri mattina l’Ing. Giuseppe Stama e il comandante dei Carabinieri Sergio Tatoli, gli ingegneri Massimo Centrone e Rocco Ferrini hanno effettuato un sopralluogo sul tetto della scuola, dove su alcuni punti, come vi mostriamo dalle foto (vedi galleria in basso), ci sono degli scollamenti tra un mattone e un altro. Da queste fessure sarebbe filtrata l’acqua, causa del crollo dei calcinacci e che ha provocato due buchi sul solaio, prontamente chiusi nella mattinata di giovedì, quando sul posto è arrivato il sindaco.

Intanto, il secondo piano dell’edificio resterà chiuso: insegnanti e alunni dovranno procedere con i doppi turni e i rientri pomeridiani.

I MEMBRI DEL CONSIGLIO DI CIRCOLO (Marilù Martellotta, Di Lauro Vito, Mara Giannoccaro, Francesco La Volpe, Giovanni Narracci, Flavio Oliva, Anna Putzolu), in rappresentanza dei genitori, nonostante le rassicurazioni dei tecnici, diffonde ai giornali un documento per accusare l’ente di aver risposto “in maniera ambigua e contraddittoria” agli accadimenti. Su facebook invece parte di alcuni rappresentanti politici cavalcano il momento per diffondere notizie allarmistiche: si è parlato perfino di crolli e tragedia sfiorata! Circostanze tutte escluse ai nostri microfoni dall’Ing. Simone.

 

Commenti  

 
#14 CACIOCAVALLO 2011-10-05 11:24
x ne sinistra e ne destra, e X chi la racconti,
Se non c'è la sininistra e ne tantomeno la destra, dove andiamo al Centro TAVOLO, con l'allenatore del Milan Allegro?
;-) e vero che quì si parla di questa situazione di pieno stallo,della scuola che cade a pezzi, mi dispiace solo x i bambini, che vanno in quelle aule.
Ma vi ricordo a tutti gli utenti che scrivono su questo topic, che abbiamo un altra grossa emergenza a Polignano, il Punto di Primo Intervento che ve lo siede scordati? Aprite gli Occhi 8) Saluti da Caciocavallo Fresco
 
 
#13 a chi la racconti 2011-10-04 18:42
x nè di sinistra nè di destra sono d'accordo con te, ma non si dà addosso solo su una parte quando si è di parte. nè destra nè sinistra tutti a casa.
 
 
#12 nè di SX ne di DX 2011-10-04 07:48
X a chi la racconti:
Allora se non l'ha fatto la sinistra può non farlo la destra? questa è una società civile.Sveglia! non è una partita a clacio Balilla(ti va bene Balilla?).
 
 
#11 a chi la racconti 2011-10-03 16:14
xAlex: visto che sei informato su tutto spiegami quante bacheche in merito a questo problema ha riempito l'amministrazione scorsa di sinistra guidata dai tuoi amici?, specialmente quelli che adesso si propongono alle prossime comunali, fai un'altro elenco per favore
 
 
#10 e se... 2011-10-03 11:37
e se fosse una trovata ****, alzare un enorme polverone per un calcinaccio caduto (di notte, quando la scuola è chiusa e nessuno capisce "come possa essere successo") ?
 
 
#9 alex 2011-10-03 07:40
voglio ricordare all'Ing. STAMA che all'inizio dell'anno scolastico dovrebbe dare il collaudo necessario previsto dalla legge mettendolo in bacheca nella scuola. Sindaco queste cose le dovrebbe sapere anche lei in quanto Ingegnere.
 
 
#8 anonimo osservatore 2011-10-01 21:52
x lo sfiduciato- Hai perfettamente ragione sulla questione dei controlli. Di solito per quei casi chiamano immediatamente i Vigili del Fuoco, in questo caso come mai hanno chiamato subito Simone ed altri due professionisti? perchè non sono intervenuti i tecnici comunali per verificare l'entità dei danni? per la caduta dei calcinacci era proprio necessario dichiarare il secondo piano inagibile ed ordinare, alle maestre che non fanno parte alla sua corrente politica, il doppio turno? Ma nessuno provvede a fare denuncia al provveditorato ed al ministero della pubblica istruzione per quello che succede a polignano? E' possibile che a polignano siete diventati tutti degli zombi? e immaturi? La politica si fa, ma non si compromette la scuola!!!! Cittadini di polignano svegliatevi altrimenti vi porteranno tutti in messico a dormire sotto i sombreri....
 
 
#7 Fidel 2011-10-01 19:52
Caro amico i vigili del fuoco non si possono chiamare,altrimenti chiudono tutte le scuole di polignano!Questo perchè nessuna ha l'adeguamento alle norme di sicurezza vigenti.Perchè i giornalisti non chiedono al sindaco,l'assessore ai lavori pubblici,al vice sindaco De Donato quanto è stato speso in manutenzione degli edifici scolastici in questi anni del loro mandato?Penso che le preoccupazioni dei genitori sono leggittime.MENO FESTE DELLA CULTURA E PIù ATTENZIONE AI VERI PROBLEMI DELLA CITTADINANZA.Il sindaco come intende utilizzare il denaro incassato con la vendita degli immobili comunali?
 
 
#6 Vittoria 2 2011-10-01 17:19
Scusatemi, è vero che tutti i genitori sono stati tranquillizzati. Perchè allora non c'è una carta, un documento che certifichi che è tutto a posto e che non ci sarebbero problemi statici? Ovviamente un documento sottoscritto e firmato. E' stato richiesto, ma si è voluto deviare. Speriamo comunque tutto bene.
 
 
#5 ora passo la mano 2011-10-01 16:21
il Sindaco L'Ass DEdonato l'Ass scagliusi aspettano il danno grosso nn si mette una toppa dove c'e una falla senza scavare x capire il pericolo.
loro nn capiscono che un infiltrazione d'acqua e' pericolosa,e se qualcuno ha dubbi basta guardare la palazzina di Edilmare in via mazzini con le fioriere distrutte ing di lei io nn mi fido
CHE SAN VITO CI PROTEGGA
 
 
#4 ninja 2011-10-01 13:40
tutti tranquilli fino al prossimo crollo..un edificio di 80 anni bisognerebbe controllarlo ogni anno,non quando inizia a cadere a pezzi!
 
 
#3 Disincantato 2011-10-01 13:02
L'Ing. Simone può dire quello che vuole, ma se una pietra o qualcosa di simile CADE E SFONDA UN BANCO (testimoniato dalle foto), non voglio neanche pensare cosa avrebbe combinato ad un bambino !!!! quanto poi alle competenze il caro Ing. Stama invece di passare l'estate facendo mettere sbarre nei posti di mare, avesse pensato a effettuare i controlli previsti, cosa che, fra gli altri, avrebbe dovuto sollecitare anche l'assessore alla cultura e il dirigente didattico della scuola ....ah, ma come dite ? L'assessore alla cultura è la De Donato ? ma davvero ?? e il dirigente didattico sempre la De Donato ? meno palchi e parate e PIU' FATTI ALLORA !!!!
 
 
#2 polignanese 2011-10-01 11:56
allarmarsi è giusto ma ci è stato garantito ke nn ci sono problemi gravi quindi calma a tutti ............
 
 
#1 sfiduciato 2011-10-01 11:49
ma, in casi come questo, i controlli non dovrebbero eseguirli i vigili ndel fuoco? si tratta di personale specializzato, imparziale ed obiettivo, cose che di certo non guastano visto che ne va di mezzo la sicurezza dei bambini!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI