Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

TRENI E DISAGI A POLIGNANO: ANCORA PROTESTE

lettera
Oltre alla lettera di Lara e alla pioggia di commenti su polignanoweb.it di pendolari indignati per il trattamento mattutino che ricevono nei treni, durante il tragitto da Polignano a Bari e ritorno, riceviamo e pubblichiamo un'altra lettera firmata di una pendolare di Polignano, missiva che ancora una volta giriamo all'assessore regionale alla mobilità Guglielmo Minervini, il quale ci promise, dalla pagina facebook, che sarebbe intervenuto per risolvere il problema. "Faremo una verifica immediata - promise Minervini rispondendo al nostro articolo - e provvederemo a dare riscontro alla "cittadina attiva" che ringrazio vivamente".

LETTERA APERTA A TRENITALIA

Ma quante novità in casa TRENITALIA!!! No, non sto parlando delle nuove e/o rinnovate vetture dei treni – e chi le ha mai viste? Eppure ci viaggio ogni giorno a partire dal 2004! – non sto parlando delle nuove e più frequenti corse! – piuttosto registro una notevole riduzione del numero dei treni che mi riportano a casa (se perdo il treno delle 15,10 mi tocca aspettare APPENA le 17,15 per tornare a casa)! – STO PARLADO DELL’ULTERIORE DISAGIO CHE LA COMPAGNIA STA CAUSANDO A CHI VUOLE  PAGARE REGOLARMENTE IL BIGLIETTO!!!

Parto da Polignano a Mare ogni giorno alle ore 7,00, nei periodi in cui non faccio l’abbonamento pago regolarmente il biglietto, biglietto che mi piacerebbe fare in stazione alla macchinetta e mi piacerebbe tanto anche poterlo obliterare in stazione piuttosto che rincorrere il conduttore del treno percorrendo le inadeguate vetture da cima a fondo. Ebbene dal mese di agosto u.s. (esattamente il 25/08/2011) oltre a non poter fare il biglietto in stazione (possibilità preclusa da tempo immemorabile a causa delle macchinette non funzionanti!) mi sono ritrovata il SOLERTE conduttore di turno matricola n.2938368 (numero che non ho potuto verificare poiché il suddetto solerte conduttore non esponeva alcun segno di riconoscimento visibile se non la camicia siglata e le varie borse sistemate in modo tale da occupare ben n.4 posti a sedere!) che ha preteso il pagamento di ben 5 € di diritti non ben specificati per poter rilasciare un biglietto da € 2,30 per Bari oltre alla mia carta d’identità nel momento in cui ho chiesto il suo nome per poterlo identificare.

Ho spiegato con garbo i disagi di un viaggiatore che parte da una stazione in cui è evidente l’impossibilità di effettuare un regolare biglietto e paradossalmente mi ha risposto con estremo sgarbo che c’è un tabacchi fuori dalla stazione di Polignano ANCHE SE NATURALMENTE CHIUSO A QUELL’ORA DEL MATTINO che potrebbe rilasciare il biglietto per il viaggio!

L’episodio e la realtà dei fatti si commentano da sole ed io non mi dilungherò in deduzioni e riflessioni di elementare portata, lasciatemi però rilevare che avrei fatto meglio a non pagare affatto il regolare biglietto, a non rovinarmi la giornata dovendo subire l’umiliazione di dover esibire IL MIO DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO nonché all’impossibilità conoscere il nome e cognome di un PUBBLICO UFFICIALE –come si è definito- di non poter verificare se quella matricola dettata con aria si sufficienza corrispondesse realmente alla persona che pretendeva di parlare senza ascolare. Inutile aggiungere che il solerte pubblico ufficiale si è poi concesso, per tutta la durata del viaggio, una simpatica chiacchierata con un’altra persona e che si è BEN GUARDATO DALL’ EFFETTUARE IL PROPRIO DOVERE PERCORRENDO E CONTROLLANDO CHE TUTTO SU QUEL TRENO VHECCHIO E SPORCO FOSSE A POSTO – biglietti compresi - !!!

G.P.

VEDI ANCHE I COMMENTI DEI PENDOLARI E LA PRIMA LETTERA PUBBLICATA

Commenti  

 
#2 Giuseppe L. 2011-10-02 23:10
Certi uomini sono spocchiosi solo con una divisa addosso!
 
 
#1 youri 2011-09-07 09:58
http://www.cremss.puglia.it/mobilita/index.php?option=com_community&view=groups&task=viewdiscussion&groupid=11&topicid=23&Itemid=76
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI