Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

IN CODA AI PROVINI: C'E' L'ATTORE DI CANALE 5

si-pu-fare-lamore-vestiti

AL PROVINO C’E’ L’ATTORE DELLA FICTION TV ‘CENTOVETRINE’

VOGLIA DI SUCCESSO: Elevata affluenza al casting per il film che a ottobre sarà girato a Polignano

 

400 PERSONE CANDIDATE AI PROVINI, TRA IL CALDO E LE SPERANZE - Nei giorni 1 e 2 agosto la scuola elementare S. Giovanni Bosco fatica a contenere i numerosi attori o aspiranti attori accorsi in massa per esporsi con i loro monologhi o solo con la loro immagine alle selezioni del film “Si può fare l’amore vestiti?” per la regia di Eros Puglielli, riprese che partiranno il prossimo ottobre a Polignano. Ci si è dovuti munire di numeri progressivi per evitare la ressa. Nel caldissimo pomeriggio della seconda giornata di provini la lista conta quasi 400 candidati. Accenti di ogni parte della Puglia si accavallano a inflessioni nordiche e romanesche.

L’impietrito mezzobusto di San Giovanni Bosco osserva silenzioso, dal corridoio della scuola, tutto quello sciorinare di acconciature, profumi, ambizioni, tacchi, copioni sudati e sogni di gloria che attendono di offrirsi agli obiettivi delle telecamere. La speranza di tutti: poter essere notati e fare gli attori. Anche bene la comparsa, tanto si guadagna a sufficienza al giorno per non fare poi nulla. Bisogna registrarsi innanzitutto e comunicare le proprie intenzioni agli organizzatori del casting, se ci si candida come comparsa o per un piccolo ruolo (continua, dopo la galleria foto)

 

IN CODA DALLE 10 DEL MATTINO - Due simpatici ragazzi dai capelli impomatati e i fisici scolpiti, Saverio e Nicola di Andria, di 22 e 23 anni ci scherzano su “Siamo arrivati alla 10 di stamattina, abbiamo preso e ce ne siamo andati al mare. Siamo ritornati nel pomeriggio e dobbiamo aspettare ancora un po’ per il nostro turno”interrotti bruscamente da una voce preoccupata su due occhi sbarrati “Ho saltato il turno. E ora?” afferma una signora piccoletta dell’entroterra barese. Un turno saltato può significare anche dover rifare tutta la trafila quando hanno già comunicato che non si accettano più altri candidati. Passa il fotografo, in un coriaceo romanaccio “E’ un delirio sta Polignano, ma che è tutta sta gente?!!”. Tutti in trepidante attesa, tutti con un volto da regalare al cinema italiano. Belle, bellissime, brutti, simpaticissimi e pessimisti, tutti con la stessa speranza negli occhi.

REITANO, 39 ANNI - “Questo è il secondo giorno che sono qui” dice Reitano, 39 anni “Ieri sono stato tutto il pomeriggio ma io sono paziente e, si sa, la pazienza premia” conclude stanco, provato dal caldo che non lascia scampo. E’ la pazienza che gli dà forza, si vede. Una figurina esile, ben vestita e con il telefono incollato all’orecchio lancia occhiate nervose ai tanti presenti, ai ragazzi esaminati coordinando contemporaneamente le sue conversazioni telefoniche. E’ Andrea Iervolino, il giovanissimo produttore ventiquattrenne del film che riesce a ritagliarsi il tempo per presentarsi “Questa è la diciassettesima produzione cinematografica che chiudo. Sto seguendo altri film in tutta Italia. Polignano? Bellissima città, bellissime persone” e scappa via coi suoi 24 anni imprenditoriali.

Dall’interno di una delle aule arriva la tenerissima voce di una bambina bionda, avrà avuto 12 anni, che declama una poesia impastata di un inconfondibile e difficilmente scrollabile accento barese, sotto gli occhi vigili della madre che vede in sua figlia una futura promessa del cinema. Dal corridoio, sinuosa, si avvicina una bellissima ragazza; ha i capelli che le cadono sulla spalla da un lato e i riccioli creati per l’occasione le incorniciano il giovanissimo volto:

“Sono di Alberobello, ho 19 anni, esperienze nella moda. Cerco un regista pazzo pronto a scommettere su di me!” Tra i tanti ci sono anche volti noti, qualcuno bisbiglia all’amico: “Guarda c’è quello di Cento Vetrine (vedi galleria foto)” o “Uuuuh la concorrente de «La sai l’ultima»” tutti lì, tutti riuniti con la medesima speranza che qualche regista pazzo possa scommettere su di loro. Tutti ad aspettare. Tutti nella fremente attesa di poter cogliere il  proprio sogno di fama e successo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI