Mercoledì 16 Gennaio 2019
   
Text Size

SECONDO VOI SGARBI CI E' O CI FA? VIDEO

sgarbi-polignano-video-il-libro-possibile-foto

SGARBI POLIGNANESI

Il nome di Polignano è su tutti i giornali, tg e web magazine nazionali

Onofrio Introna: "Invito l'onorevole Sgarbi a ripristinare la verità per non offendere la civile città di Polignano"

 

Fischi e insulti. Il Festival “Il libro possibile” rilancia Polignano sulle cronache nazionali. L’indomani della lite tra Sgarbi e il pubblico (vedi video e foto a fine articolo), il nome di Polignano è su tutti i quotidiani online nazionali e locali, perfino sui tg con i più alti indici di ascolto. E’ una pubblicità clamorosa per la nostra città turistica, che nel bene e nel male, farà parlare tutti.

Certo, chi ci guadagna è Polignano (e il buon eccentrico Sgarbi), ma il pubblico decoro dov’è finito? Il critico è stato giustamente accompagnato dai vigili urbani di Polignano, per evitare il peggio, visto che, da quanto raccontano, il contestatore insultato pubblicamente da Sgarbi ha cercato il contatto provando a lanciare un bicchiere di the.

"Ubriacone, drogato, drogato, spacciatore, vai arrestato". Questi e altri gli insulti urlati e amplificati dal microfono hanno riecheggiato tra isgarbi_2calcinacci antichi di piazza San Benedetto. Il fascino antico e decoroso del centro storico, per dieci minuti dimenticato. E forse, al contestatore “spacciatore” consiglieranno di trascinare Sgarbi in tribunale: immaginate come il critico d’arte si dimenerebbe in aula, davanti al giudice e al presunto “spacciatore”.

La platea polignanese di questa decima edizione de Il Libro Possibile si sta rivelando più calda che mai: sarà per il decennale! L'altra sera i fischi per Quagliariello, dei quali vi abbiamo parlato, durante la presentazione del libro dell'ex presidente Eugenio Scagliusi. Ieri i fischi per Sgarbi. Questa edizione, insomma, la ricorderemo per i fischi, gli insulti e per il vento di cambiamento che soffia anche qui, su Polignano.

Eppure, il dubbio che Sgarbi non ci è, ma ci fa, si insinua come un tarlo. L’indomani dell’aggressione, Polignano è al centro del mondo. In piazza non si parla più di crisi delle patate, ma di Sgarbi, che probabilmente pur di strappare un briciolo di notorietà, si dimena come un ossesso.

UN APPUNTO - Intanto, interviene Onofrio Introna, presidente del Consiglio regionale, noto frequentatore della nostra città e residente delle vacanze estive a Polignano. Solo una parentesi: Sgarbi solleva sempre la questione pale eoliche in Puglia, chissà cosa ne pensa Introna del porto turistico, visto che proprio lì troneggia la sua bella villa per le vacanze estive. Quindi, consigliamo a Sgarbi di cambiare disco, visto che il centrosinistra per ovvi motivi tace sul porto.

INTRONA: 'OFFENDE LA CIVILE POLIGNANO' - "Sgarbi – dice Introna dopo lo ‘sgarbo polignanese’ - venga a parlare di problemi ambientali con i pugliesi e anche a contestare torri e pale eoliche, ma lasci stare accostamenti indebiti al malaffare mafioso. Smentisco in maniera categorica che ci sia stato un comportamento incivile e violento da parte del pubblico polignanese. Né lancio di lattine e oggetti né atteggiamenti censurabili, ma proteste vivaci e risentite nei suoi confronti. Invito l'onorevole Sgarbi a ripristinare la verità per non offendere la civile città di Polignano".
Sgarbi, dal canto suo, non è la prima volta che passeggia per le vie del nostro centro storico. Rimandiamo con il link all’articolo sulle liti precedenti e sulle promesse mancate dal critico per il cappellone di San Vito.

VEDI ANCHE SGARBI A POLIGNANO, VISITA DA TATO', LITE CON GLI ARTISTI

VEDI ANCHE I FISCHI PER QUAGLIARIELLO

 

ECCO LE PRIME PAGINE NAZIONALI DI CORRIERE.IT - REPUBBLICA.IT - L'UNITA'

scarbi-polignano-repubblicasgarbi_corriere

Commenti  

 
#30 nn skierata politica 2011-07-23 13:00
X Cittadinanza attiva: io e il mio ragazzo quella sera le abbiamo fatto i complimenti per il suo intervento, non so se si ricorda, e l' abbiamo visto abbastanza agitato successivamente, segno che le parole che aveva detto sugli scempi che stanno avvenendo nella nostra Polignano, erano sentite e l' argomento, come a noi, la fa innervosire e tanto! purtroppo quella sera c' era tanta confusione e Sgarbi, probabilmente, non è riuscito a risponderle tranquillamente e come avrebbe voluto. Peccato che gli organizzatori ( giustamente per questioni di tempo) non abbiano permesso il dibattito, sarebbe stato interessante data la presenza del sindaco... Cmq ribadisco che i modi di Sgarbi sono sbagliati,non si offendono le persone in quel modo. La saluto e ancora complimenti per l' anima che ci ha messo quella sera!
 
 
#29 Cittadinanza Attiva 2011-07-22 22:54
A Luana e agli altri: noi non condividiamo gli scempi paesaggistici (laddove vi sono) dei pali eolici. Ed é quello che abbiamo detto a Sgarbi, quando sceso dal palco ci é venuto incontro ed abbiamo parlato. Quindi abbiamo respinto l'accusa di mafiosità da lui teorizzata. Quando gli abbiamo chiesto che ne pensasse degli abusi edilizi e dei 2 campi da golf autorizzati sulla costa di Polignano é rimasto vago ed evasivo. Quindi, per chi suona la campana Sgarbi? P.S. Infierire sul provocatore ("cercava 5 minuti di gloria"), che dopo essersi preso epiteti quali: ubriacone, drogato, spacciatore, che non lo vuole nemmeno denunciare per diffamazione, mi sembra vile ed ingiusto.
 
 
#28 luana 2011-07-22 21:13
Sono pienamente d'accordo con Carlo De Luca e Sgarbetto. Attraverso i suoi modi palesemente teatrali, Sgarbi espone intelligentemente pensieri concreti e poco retorici.Si parla tanto di energia rinnovabile ma si pone in secondo piano un'altra questione di vitale importanza:la necessità di garantire uno sviluppo sostenibile.Le pale eoliche sono effettivamente un pugno nell'occhio in un contesto paesaggistico,pertanto la loro collocazione andrebbe sempre inquadrata nell'ottica di una sostenibilità ambientale.Che risponda energicamente alle provocazioni lo sappiamo tutti, ma...mi sorge un dubbio:non è che il provocatore cercasse i suoi 5 minuti di gloria?
 
 
#27 nn skierata politica 2011-07-20 12:10
certo, anche! ma è risaputo che quando si costruisce tanto, a volte anche inutilmente, lo si fa solo perchè qualcuno deve guadagnarci senza pensare alle conseguenze. Ora, spero, non sia il caso delle fonti rinnovabili, ma costruire centinaia e centinaia di impianti, spiantando alberi secolari e distruggendo la fauna del territorio serve davvero, dato che molti di questi impianti sono ancora inutilizzati? Vedremo...
 
 
#26 zi nannin 2011-07-19 18:07
per nn schierata politicamente :non è nel numero e nella quantità dei vari impianti rinnovabili che risiede il problema delle speculazioni!quello è insito nel modo di fare di imprenditori e amministratori.
 
 
#25 Hinto84 2011-07-14 08:15
Sull'eolico pugliese forse alcuni ci hanno speculato. Ma non si può generalizzare ed essere contro l'eolico, dicendo addirittura ke vada abolito.
Certo Sgarbi tira acqua verso il proprio mulino, puntando l'indice contro il problema ke gli stà più a cuore, ke è la deturpazione del paesaggio. Ma è come se un ambientalista arrivi a dire ke bisogna abolire tutto il termoelettrico, x impedire le emissioni di CO2.
 
 
#24 up 2011-07-14 07:25
signor Labbate lo sa che gli agricoltori dagli ulivi non riescono a ricavare neanche le spese della potatura.Mantenere un parco di ulivi secolari è estremamente costoso anche a causa della bassissima produttività degli stessi . Se lei come me vuol godere della vista del " mare di Ulivi " non crede sia giusto che agli agricoltori venga riconosciuto un contributo per ogni albero di ulivo che curano .Il bisogno fa fare brutte cose e senza reddito tutti i piccoli proprietari agricoli saranno , anzi già lo sono ,costretti a vendere o a trasformare i loro terreni per non morire.
 
 
#23 MICHELEchenonsiposta 2011-07-14 02:09
http://www.deejay.it/dj/radio/programma/podcast/28/2011-07-13/Ciao-Belli/Sgarbi-vs-il-sindaco-di-Polignano-a-mare?idDetail=28856&idProgramma=8&r=pod
 
 
#22 labbate vito 2011-07-13 20:37
beh uno scempio polignano o paesi vicino lhanno gia' avuto decenni fa, quando solerti imprenditori agricoli hanno pensato di abbattere ulivi secolari, avviare la pratica di spietramento etc etc, ogni tanto qualcuno viene fermato qualcuno dalla procura, ma dovrebbero levargli tutto
 
 
#21 mondolibero 2011-07-13 13:15
Volevo ringraziare, tutti i commercianti ed artigiani che hanno avuto un'ottima idea di istallare sui loro tetti e spazi i fantastici panelli solari senza usare i terreni, nel nostro territorio POLIGNANO ci sono credo solo un impianto a terra zona di santa barbara. Adesso tocca al comune di istallare sui palazzi e scuole pubbliche i panelli solari.
 
 
#20 nn skierata politica 2011-07-12 22:13
le rinnovabili sì! ma senza esagerare, altrimenti ci viene il dubbio della speculazione! e poi i troppi impianti lo distruggono l' ambiente e non lo salvano come dovrebbero!
 
 
#19 zi nannin 2011-07-12 20:24
il petrolio no!il nucleare no!l'eolico no!il solare?forse!il geotermico?cos'è!i biocombustibili no (giustamente)!...ci mettiamo i criceti a correre sulle ruote per avere l'energia che ci serve?.......perplesso......
 
 
#18 nn skierata politica 2011-07-12 17:52
up, scusa, ma se i terreni vengono utilizzati per costruire impianti fotovoltaici e i paesaggi deturpati dalle pale eoliche e i finanziamenti per l' agricoltura non ci sono, perchè vengono utilizzati per altro, come fanno questi settori a migliorare o come fanno a non scomparire per sempre? Certo creerebbero tanti posti di lavoro, ma molta gente che lavora nel turismo e nell' agricoltura lo perderebbe il lavoro! Tu andresti a visitare un posto, un paesaggio un tempo bellissimo, un sito archeologico, divenuto campo per decine e decine di pale eoliche? Io no. Sì alle energie rinnovabili, ma senza esagerare, devono salvarlo l' ambiente e non distruggerlo!
 
 
#17 leo 2011-07-12 16:22
Sgarbi e' un provocatore. Utile, molto utile, alla causa della visibilità di eventi e manifestazioni. Inutile, anzi dannoso, ai fini di una appropriata riflessione sulle questioni energetiche che andrebbero saggiamente lasciate alla scienza ed alla tecnica.
 
 
#16 up 2011-07-12 15:52
le energie rinnovabili sono forse l'ultimo treno a cui l' Italia deve agganciarsi per non rimanere esclusa dalla scena economica mondiale . E per il Sud , viste le favorevoli condizioni climatiche rappresentano un ottimo investimento economino ed una buona occasione di lavoro per i tanti giovani disoccupati .Tutte le attività hanno bisogno di energia e l'agricoltura non è da meno ; essere competitivi in agricoltura è fondamentale per la sua stessa sopravvivenza ,nessuno vuole più buttare i soldi in una agricoltura assistita , tanto meno l'Europa comunitaria . L'agricoltura , il turismo e tutte le attività per sopravvivere devone essere competitive , per esserlo hanno bisogno tra le altre cose di energia a basso costo che se poi non inquina e non ti irradia mortalmente è tanto meglio.
 
 
#15 nn skierata politica 2011-07-12 14:50
Condivido parola per parola il pensiero di carlo de luca! Sgarbi sbaglia nei modi, ma le cose che dice non sono sbagliate!!!! Sgarbi ultimamente in TV non lo sento mai parlare di politica, al contrario di altri... ed è contro il nucleare e l' utilizzo delle basi militari per la guerra in Libia, quindi tanto servo non mi pare! qualcuno è contro il suo pensiero quando ha detto che l' UE avrebbe dovuto dare soldi all' agricoltura anzichè darne così tanti per le energie rinnovabili?! io penso che siano parole giuste! anche perchè se non sbaglio la Puglia vive di agricoltura e turismo e facendo morire entrambe le cose, mi spiegate dove andremo a finire?!
 
 
#14 franco.2 2011-07-12 10:24
Sgarbi fa parte di quella parte politica dove il contradditorio è una cosa irrilevante come il suo grande mentore (berlusca),se qualcuno non è d'accordo e risponde pacatamente alle sue affermazioni diventa culattone drogato spacciatore ecc.ecc.Purtroppo lui ha costruito il suo personaggio in questo modo,però non ha parlato dei soldi che ha fatto lui spendere agli italiani con il suo programma flop che è costato 6 milioni di euro, quando un critico d'arte come Philippe Daverio su rai 3 ogni domenica ne fa spendere molti meno ma ti arrichisce a livello culturale di piu' che un racconto del mediocre sgarbi cacciato in ogni luogo dove mette piede.
 
 
#13 X PAOLO MAZZONE 2011-07-12 09:24
sgarbi tentava di farti capire cosa significa amare il territorio, essere verdi...ma ormai siete talmente tronfi che fischiereste chiunque, tranne niky che non vede la grandine ed i suoi danni.
 
 
#12 carlo de luca 2011-07-12 08:21
Da polignanese che si sforza di tenere il cervello fuori della gabbia, non ero presente in quella piazza per libera e convinta scelta preferendo ben altri autori.
Sgarbi è certamente molto antipatico e rivoltante, ma i pazzi spesso dicono la verità e la verità non piace a tutti specie quando sembra che possa coinvolgere personaggi in alto a sinistra. Costoro sono per diritto divino “intoccabili” e al di sopra di ogni sospetto! Ecco allora che la piazza insorge, meglio reagisce con fischi e insulti qualche faziosetto di sinistra. Anche Quagliarello è stato contestato (nell'occasione io ero presente e ho sentito con le mie orecchie vari e pesanti epiteti) perchè l'intolleranza ormai è epidermica e ogni occasione è buona per fischiare i berlusconidi, anche quando stanno manifestando il loro pensiero ..."pacatamente e serenamente". E spesso sono fischiati proprio quando non se lo meritano....
 
 
#11 rana 2011-07-11 20:30
per fortuna non c'ero! sarebbe stato come subire un talk show, come accendere la tv e fare zapping, come andare al gabinetto e scoprire che non c'è carta igienica... ecco ... per fortuna non è capitato a me.
cari
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI