Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

FISCHI PER QUAGLIARIELLO. GRASSO: 'MAFIA SOTTERRANEA'

il-libro-possibile-quagliariello-polignano-ingroia-grasso

DAL PUBBLICO CORI DI PROTESTA E FISCHI PER IL SENATORE PDL SUL "LODO SALVA-FININVEST": 'VATTENE VIA !'

IL CASO - Silenzio dal Tg Regione Puglia della Rai: il servizio 'pubblico' ignora i fischi e il procuratore antimafia Grasso, superospite della serata.

 

 

Disappunto manifestato dal folto pubblico di piazza S. Benedetto, a Polignano, durante la presentazione, ieri sera, del libro del consigliere polignanese Eugenio Scagliusi nell’ambito del festival “Il libro possibile 2011”. Gli interventi previsti: oltre all’autore del libro, il senatore Pdl Gaetano Quagliariello, il senatore Pd Nicola Latorre (assente) e moderatrice del dibattitto la giornalista della testata Bari Sera Mariateresa D’Arenzo.

“E’ un’occasione troppo ghiotta la presenza del senatore in questa piazza per lasciarsela sfuggire” ha esordito la D’Arenzo che ha provocatoil-libro-possibile-polignano-fotoQuagliariello (amico dell'ex presidente Eugenio Scagliusi e del sindaco di Conversano Lovascio, seduti poi tra i tavolini del bar) su temi scottanti come il caso della morte di Eluana Englaro, in stato vegetativo per 17 anni e l’accusa di omicidio urlata a suon di <assassini> dal senatore a palazzo Madama.

GLI AMICI DEGLI AMICI - Quagliariello, vale la pena ricordarlo, segue una delle correnti interne al Pdl, in questo momento più vicina ai sindaci di Monopoli e Conversano, e all'ex presidente comunale Eugenio Scagliusi, ora aspirante sindaco. Corrente distante dai fittiani e dal sindaco di Polignano Bovino.

I FISCHI PER IL SENATORE - Dal pubblico in piazza si sono sollevati i primi fischi e un vocìo contrario di sottofondo. La giornalista ha continuato anticipando la notizia di un ddl che sarebbe stato presentato solo oggi al Senato, a firma di Quagliariello e Gasparri, a favore della norma salva – Fininvest. Così, la piazza è esplosa tra fischi e ingiurie.

“Pagamenti di multe così alte distruggono le imprese” ha risposto il senatore “si vuole evitare il pagamento di enormi somme a seguito di sentenze non ancora definitive, senza alcuna garanzia di restituzione nel caso si dovesse vincere la sentenza nel grado successivo”.

sindaco-bovino-maria-centrone-grasso“Non sembra un caso che questa norma spunti proprio adesso, non si tratterà dell’ennesima manovra <ad personam>? ”sottolinea La D’Arenzo, portavoce della controparte in assenza del senatore Latorre mentre il pubblico continua ad inveire contro le dichiarazioni di Quagliariello che così rilancia. “Mi ritengo una persona coraggiosa nell’esporre le mie idee. Proprio come dice Eugenio Scagliusi nel suo libro, è importante saper dialogare ed esprimere le proprie opinioni”.

IL DIS-SERVIZIO PUBBLICO - Il Tg Rai Regione della Puglia, servizio pubblico pagato coi sacrifici dei contribuenti ignari, ha letteralmente ignorato i fischi e i disappunti del pubblico. Migliaia di teste pensanti stipate tra i gradini di piazza San Benedetto. Il Tg Regione ha perfino ignorato il numero uno in Italia dell'Antimafia, Piero Grasso e il magistrato Antonio Ingroia (sui quali torneremo in un altro articolo) acclamati, invece, dal pubblico, forse desideroso di cambiamento e ormai stanco della solita fiction bipartisan e political-televisiva.

Insomma, la Rai non si smentisce mai: da tempo l'azienda è al centro di scandalose inchieste (tra le tante), come quella sulla cosiddetta 'Stuttura Delta' incentrata sul presunto sodalizio tra il sistema pubblico televisivo e la politica, per condizionare l'opinione pubblica e controllare tutta l'informazione.

I cittadini contribuenti dovrebbero insorgere quando i loro risparmi e sacrifici di lavoro vengono impiegati da giornalisti prezzolati del servizio pubblico all'opera per deformare la realtà e assolvere al compito di marchettari, quello per cui sono pagati. Altro che servizio pubblico!

DANDINI E LA RACCOMANDATA DI VELTRONI - E a proposito di raccomandati in Rai, ieri sera ha sfilato anche l' "intoccabile" Serenaserena-dandini-raccomandata-aldo-grassoDandini, regina delle interviste tv "ridanciane e fintospiritose" - come l'ha definita il grande giornalista Aldo Grasso. La prossima volta che viene a Polignano ci spieghi meglio come è entrata in Rai. Anzi, ve lo diciamo noi: è entrata grazie a Walter Veltroni, stasera ospite a Polignano.

Nel 2009, sempre in occasione de Il Libro Possibile, ci pensò l'ex Ministro Mastella ad ammettere (senza troppa impudenza e ridacchiando con malizia) di essere entrato in Rai con la "raccomandata", per fare il giornalista.

Ridacchiava il buon Mastella. Alla faccia dei martiri come Pierpaolo Faggiano, di 41 anni, che alcune settimane fa si è tolto la vita perché giornalista precario da sempre, senza raccomandata, ma con tanta voglia di rendere il suo servizio al pubblico. Capite ora la differenza tra "servizio pubblico" e "servizio al pubblico".

 

 

 

 

 

Commenti  

 
#10 carlo de luca 2011-07-12 08:35
Il cittadino attento ha scritto delle cose condivisibilissime, tranne quelle nel finale del suo scitto. se gli "sgarbi" capitasse di farli proprio il cittadino attento, varrebbe anche per lui la legge dei calci nel sedere da parte di chi non li gradisce? Insomma, il dissenso è sacrosanto ma la tolleranza e il rispetto sono essenziali se non si vuole scadere giorno dopo giorno verso la barbarie dei rapporti intersoggettivi. Va bene la polemica e la contestazione ma è altrettanto importante evitare sempre di seminare odio e disprezzo verso chiunque
 
 
#9 Nico Amodio 2011-07-10 17:59
X osservatore.
Certo signori si nasce,ma in giro ne vedo pochi.Un amminisrazione di tal nome non deve scegliere come alibi per la calamità naturale VENDOLA & C.Come è stato fatto per la delibera PARCO DEI TRULLI dove le visite dei nostri amministratori negli uffici dell'assessorato all'urbanistica della regione sono state molto assidue,mi sarei aspettato la stessa assiduità per lo stato di emergenza.Troppo comodo cercare alibi anche da parte del centrosinistra,quando i miei rappresentanti in regione verranno per chiedere consenso elettorale,valutermo se sono stati meritevoli della nostra fiducia.Per tornare in tema il Senatore i fischi li ha meritati tutti i referendum non hanno insegnato niente?la gente ha espresso chiaramente la propia volontà,NIENTE PIù LEGGI AD PERSONAM.Se la mondadori fosse di altra propietà pensi che avrebbe fregato al governo modificare la legge a 5 giorni dalla sentenza??Più passa il tempo e meno obiettivi si diventa.
 
 
#8 cittadino attento 2011-07-10 14:36
Purtroppo destra e sinistra sono una saga come beatiful & c. dove all'apparenza tutti sono contro tutti ma la sera a cena o a letto diventano un corpo unico, anzi un ammasso di corpi. Mi preoccupa l'insegnamento che di questo stiamo dando ai giovani, di come stiamo minando la loro crescita, della mancanza di pudore e senso di responsabilità. Questi politici, allegra combriccola immersa negli ozi e negli agi, nei vizi pubblici mascherati dalle non pubbliche virtù, anzi, ormai rilascianti maleodoranti olezzi derivanti da putridi comportamenti in nome del popolo italiano, ma quale popolo, quale Italia, senza moralità, senza onore, senza orgoglio, così malamente rappresentata. Quale futuro ci spetta. E' chiaro che i Polignanesi siano arrabbiati, come tutti i cittadini che al mattino si alzano per andare a lavorare, (se hanno la fortuna di avere un lavoro), come tutti gli ammalati che attendono in liste di attese infinite, come i ceti deboli sempre più deboli grazie ai tagli delle risorse al sociale da parte del governo, come i giovani, laureati e senza lavoro, diplomati e senza prospettive, bamboccioni non per scelta ma per necessità. A chi giova tutto questo? Io non lo so, ma voglio dire ai cittadini di Polignano, protestate, gridate forte il vostro dissenso e se qualcuno vi fa degli"sgarbi" prendetelo a calci nel sedere e pretendete rispetto per la vostra città e per voi stessi.
 
 
#7 ruge 2011-07-10 09:35
la lotta alla mafia è stata fatta dai magistrati come risposta al governo che fa di tutto per incentivarla
 
 
#6 Giò 2011-07-10 08:38
Per "x zia Sisisna". Vorrei ricordarle, senza polemica e solo come spunto di riflessione (se abbiamo voglia di riflettere) che da sempre le faide mafiose si sono fatte la guerra tra loro. A buon intenditor...
«Il resto sono solo...» tagli al budget di tutte le "forze dell'ordine"; a quell'“ordine" sbandierato in campagna elettorale e applicato solo contro i ceti più deboli. Ma si sa: “ordine“ è un vocabolo dai molti significati...
 
 
#5 x zia sisina 2011-07-09 18:00
questo governo ha fatto della lotta alla mafia un punto fermo.....il resto sono tutte cazzate.
 
 
#4 marr 2011-07-09 17:07
in piazza san benedetto,audio pietoso,si sente poco quindi molte cose non si capiscono
 
 
#3 zia sisina 2011-07-09 15:17
grasso sei mitico...quaglieriello sei il vuoto cosmico quando!
 
 
#2 osservatore 2011-07-09 09:36
i fischi per Quagliarello evidenziano il modo di agire di una certa sinistra, sarebbe stato facile per il popolo di centrodestra contestare Vendola, Amati e compagnia bella....colpevoli di non accorgersi dello stato di calamità naturale.
signori si nasce.......
 
 
#1 estia* 2011-07-08 21:55
Ottimo articolo, specchio incondizionato e incondizionabile da questa che, come pochi ma buoni pensano, è una sagra mondana delle arti (nel senso di mondo e di terrestre)!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI