Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

PERICOLO TURISMO: VOGLIONO IL NOSTRO PETROLIO

northern-via-autorizzazione-ministero-ambiente-comune-polignano-monopoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 3 marzo scorso, in un articolo esclusivo apparso sul nostro settimanale La Voce del Paese (vedi link in basso), avevamo ravvisato per primi il pericolo che la Northern Petroleum ripresentasse una nuova istanza, su 'suggerimento' del Ministero dell'Ambiente che sembra favorevole a estrarre il petrolio al largo dei nostri mari, oggetto di interesse di turisti e amanti della natura.

Così, a pochi mesi di distanza da quel pericolo, il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili” comunica che di recente la Northern  Petroleum ha nuovamente presentato istanze di permessi di ricerca di idrocarburi riguardanti le coste pugliesi che si affacciano sul Mar Adriatico Meridionale.

La notizia, diffusa attraverso una nota a firma di Silvia Russo, cita "l’istanza d149  D.R-.NP sono interessati i comuni di Carovigno, Cisternino, Fasano, Locorotondo, Monopoli, Ostuni, Polignano a Mare e per l’istanza d71 F.R-.NP i comuni di Giurdignano, Meledugno, Otranto, Uggiano la Chiesa.

I termini per la presentazione delle osservazioni del pubblico scadono rispettivamente il 2 e 3 agosto".

Per questo, il Comitato invita "tutte le istituzioni preposte, le associazioni ed i singoli cittadini ad attivarsi in tale direzione inviando osservazioni (ai sensi dell’art.6, comma 9 della legge 8 luglio 1986 n.349) presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per la Salvaguardia Ambientale - via Cristoforo Colombo 44, 00147 Roma o tramite PEC a DGSalvaguardia.Ambientale@PEC.minambiente.it. "

I VOSTRI COMMENTI - Intanto, facciamo sentire la nostra voce attraverso il nostro settimanale, in edicola giovedì prossimo, con i vostri commenti e le opinioni che potete postare qui, a margine della notizia, e che saranno pubblicati sul settimanale e raccolti tra le osservazioni.

Facciamo pesare la nostra opinione per scacciare nuovamente il pericolo a largo delle nostre coste.

Commenti  

 
#2 Kekko 2011-07-08 12:34
Ciao ragazzi, facciamo sentire la nostra voce, sopratutto noi ragazzi perchè siamo noi il futuro di questa bella cittadina. Perchè rovinarla con delle piattaforme in mare e vivere con il timore e il rischio che il nostro mare diventi uno schifo??? Teniamo gli occhi aperti e lottiamo per non farci calpestare dai soliti interessi delle grandi multinazionali che mettono al primo posto il denaro e non si accorgono che ormai il mondo sta diventando una merda. Non facciamo diventare anche il nostro bel paese una merda come il resto del mondo.
 
 
#1 pappaz 2011-07-04 15:37
e delle petroliere che ogni giorno passano a qualche miglio da polignano che facciamo?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI