Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

URLA E INCIVILTA' NEL CENTRO STORICO: DIBATTITO

rifiuti-centro-storico

Caro Direttore,

l'ulteriore conferimento della Bandiera Blu è motivo di soddisfazione per la comunità polignanese in un momento in cui altri siti turistici concorrono a catturare turisti da mezzo mondo.

Come purtroppo noto Polignano, per cause naturali, è carente di spiagge e lidi ben attrezzati. Infatti, occorre spostarsi altrove per trovare sabbia e facili accessi al mare. Nonostante ciò è in costante crescita il flusso turistico e dei visitatori.

Si stanno affacciando perfino i giapponesi, probabilmente affascinati dalla unicità di Polignano così arroccata sulla roccia e ricca di grotte marine. Si pensi che la grotta Palazzese era nota già dal 1700, citata da numerosi viaggiatori inglesi e francesi.

Non si possono negare gli sforzi dell'amministrazione al fine di migliorare la qualità dei servizi e, più in generale, della vita cittadina. Ma la stessa amministrazione dovrebbe prestare maggiore attenzione a dettagli che, se non curati, potrebbero irrimediabilmente ledere l'immagine della ridente cittadina.

Spesso taluni visitatori indugiano ad atti di pura inciviltà che vanno dal gettare a terra carte, coni gelato, mozziconi di sigarette, quant'altro può rendere sozzo il selciato. Soprattutto la domenica, alle prime ore del mattino, si notano situazioni da quarto mondo come: bottiglie di birra abbandonate sul sagrato della chiese matrice, cassonetti stracolmi di rifiuti di ogni genere, scarti "umani" depositati lontani da occhi indiscreti ecc ecc.

Se è pur vero che non è possibile "pattugliare" tutto e tutti è anche vero che la moderna tecnologia (telecontrollo)  può soccorrere le forze dell'ordine e fare individuare alle stesse quanti si comportano in modo incivile disturbando il soggiorno di  residenti, visitatori e turisti.

L'amministrazione non deve permettere che alle 4 del mattino si canti e si urli nelle viuzze del centro storico. Una preposta pattuglia deve avere il diritto/dovere di sanzionare questi scellerati. Occorre innanzitutto RISPETTO per il prossimo e osservanza delle basilari regole del vivere civile.

Attorno a Polignano vi sono tanti luoghi all'aperto dove poter dare sfogo agli istinti animaleschi di tale gentaglia. Nei mesi estivi occorrerebbe far girare la vigilanza dalla metronotte fino alle prime luci dell'alba.

Potenzialmente Polignano potrebbe diventare un'oasi di pace e tranquillità gradita ai turisti che certamente ritorneranno ben volentieri con caduta positiva per l'economia della cittadina e dell'immagine della stessa.

Una comune collaborazione, ed una costruttiva critica, porteranno senza dubbio risultati migliori.

Cordiali saluti

Augusto Cernò

Commenti  

 
#23 necrofilia 2011-10-01 12:52
si, chiudete i locali nel centro storico, e magari pure tutti gli altri, a quel punto la nostra ira si riverserà su di voi.....siamo stanchi di tutti gli ignoranti che vivono il e nel centro storico, noi(" Ass. l'alcool non è una malattia) incitiamo i gestori dei bar e locali nel centro storico alla lotta violenta!!!!via le case dal centro storico...SOLO BAR(ECONOMICI)....
 
 
#22 Polignano Turistica 2011-06-17 01:05
Molte informazioni sono inesatte, il problema è sempre della P.A. che amministra in modo molto approssimativo senza nessun piano.
Secondo me fareste meglio a cantarla tutta la storia...le lamentele arrivano solo da una Piazza e cioè Piazza V.E.(Piazza dell'Orologio per farci capire dai Polignanesi) ma nel resto del centro storico si vive una calma paradisiaca, adesso se i locali si sono concentrati tutti in un solo punto, di chi sarà la colpa???
Non esiste ancora nessun progetto per il centro storico di Polignano, nè esiste un minimo di valorizzazione e promozione.
Se i locali si fossero distribuiti in modo regolare oggi i residenti di Piazza V.E. non vivrebbero queste vicende.
 
 
#21 Giuseppe L. 2011-06-17 00:04
Che dire... grazie a Dio non abbiamo un turismo di massa anche per il mare... è la forma più dannosa di turismo checi possa essere. Per il chiasso nel centro storico ha ragione il Sig. Cernò, ma ho abitato nel centro storico di Roma e posso dirle che i turisti americani, ubriachi tutte le sere al 100% cantano sino alle 3 del mattino, con una pattuglia dei vigili sul posto e nessuno fa nulla. Il problema è che se vogliamo educazione, dobbiamo iniziare ad educare i nostri figli, ma siccome questo non si fa... ecco a voi le dolci conseguenze! Piuttosto che lamentarvi con i professori e altre istituzioni educative perché riprendono i ragazzi nella loro maleducazione, cerchiamo di essere solidali con gli educatori e, i genitori, piuttosto che essere amiconi dei figli, diventino responsabili e in grado di indirizzare i figli sulla via migliore.
 
 
#20 augusto cernò 2011-06-11 09:15
per mister X : buona giornata!............
 
 
#19 Mister X 2011-06-11 00:18
Caro Sig. Augusto Cernò è proprio perchè viaggio che ho la possibilità di risponderle.
Io non sono daccordo ad "invecchiare" prima del tempo, tutto questo silenzio paradisiaco stà diventando insopportabile, si vieta ogni giorno di esprimere gioe ed emozioni.
Seguendo i suoi consigli si arriverà a comunicare mimando.
Non se ne può più...
Quanto all'anonimato, non le da nessuno vantaggio conoscere colui/colei che scrive, quindi se vuole leggere legga altrimenti ignori e basta!
 
 
#18 Luca Scagliusi 2011-06-10 11:33
Dato per pacifico che nel paese vecchio c'è un contrasto tra le necessità di divese categorie, si cercherà con ELASTICITA' di trovare una soluzione TECNICA. E' INUTILE UN MURO CONTRO MURO, E' DA IDIOTI FARCI LA GUERRA!. LA MIA PROPOSTA: Limitare i DECIBEL dopo mezzanotte e azzerare la musica dopo le 2(senza chiudere i locali però). Esistono le macchinette per rilevare la quantità di decibel, bisogna munirne i Vigili Urbani (che paghiamo) per controllare. Dopo due infrazioni TRE GIORNI DI CHIUSURA AL LOCALE. Reiterando il reato 10 giorni di chiusura. SENZA SE E SENZA MA (e senza corsie preferenziali per i locali dei consiglieri, assessori ecc).
Ci sono esigenze diverse e bisogna conciliarle senza darci addosso che qua non si tratta di fare una guerra ma di convivere (e lavorare) al meglio tutti insieme!
 
 
#17 augusto cernò 2011-06-10 07:07
mister X ( bravo anonimo ) lei non ha capito proprio nulla.....se ha possibilità di viaggiare si faccia un giro in Italia ed in Europa e cerchi di capire qualcosa di turismo...
 
 
#16 Mister X 2011-06-09 20:48
Prima erano solo i residenti a rompere mentre adesso si aggiungono anche gli operatori dei b&b.
Vogliamo fare del centro storico un dormitorio??
Sappiate che io e tanti altri abbiamo altre idee di turismo, quindi smammate...
 
 
#15 giambattista giulian 2011-06-09 14:08
otranto 11° località balneare d'Italia, le motivazioni sono:
Otranto (Le) 5 Vele . Sono molti i progetti sul fronte della sostenibilità varati e realizzati in questi anni dalla città salentina: la riqualificazione e pedonalizzazione di ampi spazi cittadini e la costante attività di pulizia e manutenzione; la gestione di un litorale ampio, fatto di spiagge, pinete e scogliera.
 
 
#14 mario b. 2011-06-09 08:45
siamo ancora degli ortolani improvvisati operatori turistici, solo perchè il grande modugno ha attirato l'attenzione su questo paese anche essendo lui stesso cacciato dai polignanesi, e questo dice tutto sulla testa dei polignanesi e di certi capavant
 
 
#13 vincent 2011-06-08 17:41
Polignano è come una bella e avvenente signora vestita da un pessimo e improvvisato sarto.....vedasi ad esempio il manifesto realizzato per l'estate.Turismo è una parola ancora troppo grossa per questo paese.....haime ancora troppo orticolo.....
 
 
#12 frescobaldo 2011-06-08 12:05
il nostro non è un paese turistico ma un ricettacolo di visitatori estemporanei con tutto ciò che ne comporta...... dove sarebbe tutto questo turismo? nei bar che vendono gelati? nelle pizzerie che vendono panzerotti? nei 30 o 40 posti letto dei b&b (che spesso ospitano prostitute in tournè..)? ditemi voi se poi un residente non abbia tutto il diritto di sbraitare se sente chiasso alle 3 di notte!!!
 
 
#11 ruge 2011-06-08 10:21
io verificherei se molti bb nel centro storico siano effettivamente bad and breakfast.....o solo affitacamere
 
 
#10 carlo de luca 2011-06-08 08:26
Il sig. Altieri, vicepresidente della Provincia di Bari, dicendo in sostanza che i polignanesi non legati al turismo devono stare zitti o andarsene via (l’emigrazione ha già spesse volte diviso dolorosamente le famiglie locali, come peraltro avviene tutt’oggi), non solo ha mancato di rispetto verso chi appartiene all’antico e prezioso mondo agricolo, ma ha rivelato scarsa comprensione dei problemi di TUTTI i residenti. Ma il sig, Gialluisi ha sottovalutato forse il fatto che il personaggio politico sopranominato, è un pò giustificabile: stando a cena con amici, la sobrietà, in presenza del primitivo di Puglia o del Bianco di Locorotondo, spesso diminuisce in pochi istanti...
Ingiustificabile sarebbe se non rettificasse il suo pensiero se non altro alla luce del fatto che l'agricoltura a Polignano è ancora il settore con il più alto numero di lavoratori e che, se sciaguratamente non ci fosse, il turismo - da solo - non riuscirebbe a sfamare molte migliaia di famiglie di polignanesi, agricoltori o no
Insomma è così difficile a Polignano contemperare le esigenze, melius i diritti, di tutti come dovrebbe essere normale in qualunque contesto sociale? Aggiungo che il vicepresidente della Provincia è sicuramente benvenuto quando viene a cena a Polignano, ma saremmo tutti più sollevati se eviterà per il futuro esternazioni offensive nei confronti di una parte cospicua di polignanesi.
 
 
#9 augusto cernò 2011-06-08 07:18
a mio parere regna una grande confusione in merito al turismo.Addirittura qualcuno si chiede se Polignano vuole rimanere paese agricolo e meno!.Premesso che non è giustificabile stravolgere il tessuto sociale di una comunità,ritengo che residenti del centro storico ( agricoltori e non ) possano tranquillamente convivere con i turisti.A tal proposito non chiamerei turisti quanti arrivano a Polignano sapendo che possono fare i tutto,tanto dopo la mezzanotte la città diventa terra di nessuno.Provate a richiedere l'intervento della polizia municipale o dei carabinieri alle 2 di notte; se non ci scappa il morto non arriveranno nè gli uni nè gli altri.Un tarlo mi " fora " la testa : ma siamo proprio sicuri che il turismo interessi veramente a questa città?......sotto sotto,diciamoci la verità pare solo una vetrinetta delle vanità per qualcuno.....
 
 
#8 Cittadinanza attiva 2011-06-07 19:02
"Ero a cena con amici in un ristorante sulla Lama Monachile e c'era della musica in sottofondo, quando sull'altro capo del costone, un probabile contadino che si alza presto la mattina si lamenta per la musica fino a tarda ora, Ora, la gente di Polignano deve decidere cosa vuole:rimanere paese agricolo o raccogliere le opportunità offerte dal turismo". Questa è una parte dell'intervento di Nuccio Altieri Vice Presidente della Provincia di Bari. Pezzo ripreso dal Blu del 3/6/11. Credo non ci sia altro da aggiungere.
 
 
#7 Luca Scagliusi 2011-06-07 15:38
La lettura del signor De Luca apre invece il dibattito sulle esternalità negative dei procesi produttivi, in questo caso il turismo: molti concittadini non traggono beneficio ne diretto ne indiretto dal Turismo ma ne pagano solo gli effetti negativi. Il beneficio diretto dal turismo lo ha chi ha un'attività direttamente collegata al turismo: Bar, Ristoranti, Alberghi, B&B, Centri servizi. I benefici indiretti li ha chi ha un'attività in genere, che beneficia della maggiore quantità di denaro circolante (il falegnane che lavora per conto del bar, l'elettricista che fa gli impianti delle case che vengono fittate, chi fitta la casa per l'estate ecc).
I beneficiari degli effetti diretti e indiretti sono una quota importante della popolazione ma forse non la prevalente.
Esistono tantissime persone invece (metti gli statali o gli impiegati e i contadini) che pagano solo le esternalità negative del turismo: impossibilità a trovare parcheggio, traffico impazzito, schiamazzi notturni, aumento delle tasse sui serzizi (i Polignanesi pagano la Tarsu per pulire il paese sporcato dai visitatori).
Quindi due proposte: oltre agli indispensabili controlli da parte di chi paghiamo per farlo, tassa di scopo per i titolari di attività turistiche (magari aumentandogli la Tarsu).
 
 
#6 Luca Scagliusi 2011-06-07 15:24
Condivido quello che ha detto Giambattista: è bellissimo vedere il centro storico animato dai bambini che giocano e che non si devono preoccupare delle macchine. Troppa gente entra indisturbata con la macchina nel centro storico. Sabato sera, addirittura in presenza dei Carabinieri che facevano la ronda, una macchina stile SuperCar con annessa buzzica illuminazione è entrata nella piazzetta, ha fatto una sgommata ed è ripartita nel comune stupore dei clienti della pizzeria dove lavoro che mi hanno chiesto come fosse possibile tutto ciò (c'era al tavolo il titolare della cantina Tormaresca ed ha detto ai suoi ospiti: "si, Poligano è bella, ma è gestita in modo indecoroso"). Mi sono fatto piccino-piccino e mi sono stato zitto. Come contaddirlo?
@ annalaura: dici una cosa non corretta, lavoro in piazzetta e vedo bene chi entra nel centro storico. So i loro nomi e cognomi ma non tocca a me fare il delatore, nè ai titolari dei B&B istituire ronde. ci sono i Vigili Urbani e i Carabinieri per questo, lo facciano senza se e senza ma!
 
 
#5 carlo de luca 2011-06-07 15:12
Ai pubblici poteri locali interessa solamente l'ammuina, il chiasso, il numero, la confusione, i parcheggi straboccanti, la calata dei forestieri, la massiccia affluenza esterna domenicale e festiva non già il benessere e la serenità dei compaesani, ritenendo che ciò basti a far considerare Polignano un grande paese turistico. Contenti loro... scontenti tutti gli altri, non solo i residenti al centro storico!
ma, coraggio, pare che si sia vicino al ricambio. Resistere ancora qualche mese....
 
 
#4 annalaura 2011-06-07 15:10
Io avrei un'idea, i proprietari dei B&B (visto che ritengono di essere i padroni del centro storico) potrebbero assumere personale, per pattugliamenti notturni, raccolta rifiuti, pulizie dei vicoli....e comunque la maggior parte dei veicoli che passano nel centro storico, guarda caso appartengono a clienti dei B&B
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI