Mercoledì 16 Gennaio 2019
   
Text Size

BLOCCATE IN AEROPORTO RELIQUIE DI SAN VITO ?

san-vito-braccio-polignano

IL GINOCCHIO DI SAN VITO DIRETTO IN BRASILE RIMANE IN AEROPORTO A MILANO

LA COMPAGNIA AEREA: NON TRASPORTIAMO CADAVERI!

 

Potrebbe essere la trama di un divertente racconto o di un cortometraggio, invece è ciò che è successo realmente alle reliquie del Santo patrono di Polignano e della delegazione diretta in Brasile per incontrare la vasta comunità di emigrati, nostri concittadini.

In veste ufficiale l’arciprete Don Gaetano Luca Amore, il presidente del consiglio comunale Eugenio Scagliusi, l’assessore Matteo Colella e altri 34 polignanesi sono partiti mercoledì scorso per creare un gemellaggio con gli ottantamila polignanesi a S. Paolo; un evento importantissimo per i brasiliani che onorano “Sao Vito” con una lunga festa di 14 giorni, conosciuta attraverso il film “Le mamme di S. Vito” e che ha dato l’input per il riavvicinamento delle due comunità.

Dopo il rifiuto del vescovo di Bari e della Sovrintendenza ai beni culturali di trasportare l’intero braccio in Brasile, la concessione era stata possibile solo per la rotula di S. Vito. Un evento storico per la nutrita e nostalgica comunità polignanese in Brasile che per l’occasione aveva mobilitato la stampa nazionale e le comunità religiose dell’intero paese.

Arrivati all’aeroporto di Milano, tra i vari controlli, è spuntato un pezzettino di ginocchio chiuso amorevolmente in un cofanetto: il ginocchio di San Vito. La compagnia aerea internazionaledon-gaetano-san-vito-braccio-ginocchio però, non partecipe del sentimento religioso che muoveva i due paesi, ha ritenuto doveroso trattenere la reliquia a Milano perché non “è consentito il trasporto di cadaveri”. Il gruppo di polignanesi è dovuto così ripartire alla volta del Brasile senza la compagnia del Santo.

Si può immaginare lo stupore e lo sbigottimento dei brasiliani trepidanti per l’arrivo del  pezzettino di osso che aspettano da oltre cent’anni. E S. Vito? Sarà stata la domanda dei giornalisti, del referente del comitato dei fedeli brasiliani Modesto Gravina (che in diretta Skype si commosse alla vista del braccio) o del cardinale di S. Paolo.

Sicuramente un’amara consolazione per i brasiliani l’apprendere dell’arrivo del solo ginocchio, invece di tutto il braccio, ma vedersi arrivare i polignanesi addirittura a mani vuote sarà stato un duro colpo non solo spirituale ma anche economico, considerata l’ampia mobilitazione in tutto il paese.

La domanda ora è: come starà trascorrendo il suo tempo S. Vito, o meglio il suo ginocchio, a Milano? Chi si sta prendendo cura di lui? Qual è la prassi ufficiale per i trasporti eccezionali da seguire per tempo? Intanto tra la vacanza dei polignanesi, la tristezza e la delusa fiducia dei nostri concittadini in Brasile, il Santo ha preferito rimanere a soggiornare a Milano. Santa decisione (!?). Qui a Polignano aspettiamo, ansiosi, notizie del nostro amato S. Vito.

don-gaetano-luca-san-vito-reliquie-polignano

Commenti  

 
#25 antonio ardito confr 2014-11-11 18:04
Salve io come confratello di San Vito e dei Santi Medici avrei un desiderio di portare il nostro Santo Protettore di Polignano a mare li dove ci sono i nostri compaesani i quali sono partiti da qui tanti anni fa con tutta la confraternita nella nostra divisa li a San Paolo in Brasile con il nostro Protettore tutti insieme dai nostri compaesani li al Brasile.
 
 
#24 Tina 2011-05-22 07:51
In qualità di amministratore della pagina facebook dedicata al nostro San Vito Martire, ho chiesto al capo ufficio stampa della Festa in Brasile di scrivere un comunicato ufficiale sulla questione reliquia, in attesa che ritornasse a Polignano la delegazione dei nostri concittadini. La signora, seppur gentilissima, ha risposto con la sua testimonianza sulla festa ma non sulla faccenda della reliquia. A mio avviso questo è alquanto strano.
Nessuno sta mettendo in dubbio l'onestà e la correttezza di Don Gaetano ma si chiede almeno chiarezza sull'accaduto.
 
 
#23 piero mazzone 2011-05-21 18:07
Siete a dir poco scandalosi!!!!mi riferisco chiaramente a tutti coloro i quali (testate giornalistiche e non!!) hanno sputato veleno su don Gaetano e su tutta la compagnia che si è recata in Brasile per un semplice e sano gemellaggio!! E comunque a prescindere dalla conferenza stampa che terrà direttamente don Gaetano a giorni, provo a chiarire in parte la situazione reliquia ove non è stato già fatto...Il braccio di San Vito non è mai partito da Polignano mentre la rotula è partita in un secondo momento perchè purtroppo non è stato possibile portarla dall'inizio del viaggio..In ogni caso a Milano non è mai rimasto niente bloccato!!!Vorrei chiudere con un ultima richiesta cortese:lasciate lavorare in pace e serenità don Gaetano che per ogni azione che compie deve essere criticato ed inoltre non date del bugiardo a don Giancarlo che ha semplicemente esposto durante le messe quanto gli era stato detto....PS: in Brasile dovevo andarci anche io inizialmente, ma poi per vari motivi non ho avuto più la possibilità.. vi garantisco che ognuno ha pagato di tasca propria!!!
 
 
#22 Angela Ardito 2011-05-21 16:44
Gentile cittadinanza attiva, intanto io mi riferivo ai commenti in cui si è cercato di screditare la persona di don Gaetano e di insinuare cose davvero cattive.
Io ho solo dato la mia testimonianza, visto l'accaduto di questi giorni, come persona informata sui fatti semplicemente perchè don Giancarlo è stato chiaro in ogni messa a dire come stavano le cose.
Io personalmente, se entro in qualche sito di carattere più leggero metto comunque il mio nome e non delle abbreviazioni. Se avessi avuto timore di qualche confronto non avrei messo la mia faccia in questi commenti con tanto di nome e cognome.
Mi dispiace che Lei abbia frainteso il mio commento precedente ma penso di non aver offeso ne leso con poca umiltà nessuno, siamo in un paese democratico e come Lei ha espresso il suo pensiero l'ho fatto anch'io.
Per quanto riguarda l'articolo non firmato so esattamente come funziona ed io nel mio commento precedente dell'articolo non ho detto che fosse anonimo: questa cosa l'ho scritta solo sul mio profilo facebook, quindi a questo punto Lei o è tra i miei contatti lì o il mio link è stato condiviso da amici che abbiamo in comune.
Non ho dato lezioni a nessuno e non sono mai stata nella mia vita poco umile verso gli altri.
Distinti saluti.
 
 
#21 cittadinanza attiva 2011-05-21 00:25
Sig.ra A. Ardito (sperando di conoscerla e parlarle), non faccia di tutta l'erba un fascio, non tutti i post sono cattivi ed acidi verso Don Gaetano. Per quanto ci consta, abbiamo chiesto (ai responsabili) di smentire, se in condizioni di farlo, la Gazzetta del Mezz.no. L'articolo non firmato non è anonimo ma è nella dovuta responsabilità del direttore (s'informi). Circa l'uso dei nickname al posto dei nomi e cognomi, lei stessa ammette che in altri web usa il nickname. Quindi? Dia meno lezioni e sia più umile verso gli altri.
 
 
#20 Angela Ardito 2011-05-20 15:56
Innanzitutto tutti questi commenti sopra citati potevano anche essere firmati con nome e cognome (come sto facendo io) e non con dei nickname come siamo soliti fare su qualsiasi web.
Io direi che "i parough si port u vint", spiego per chi non lo capisca: "le parole se le porta il vento" e su questa storia le chiacchiere sono state troppe.
A prescindere dal fatto che le reliquie siano partite o meno, ma dalle foto del comitato del Brasile sembrerebbe proprio di si, tutto quello che avete detto nei messaggi sopra vi sembra corretto?
Avete addirittura pensato che don Gaetano abbia strumentalizzato questa cosa a suo favore non pagando la quota del viaggio: ma dove siamo arrivati...
Vi dico una cosa che sicuramente molti di voi non sanno: i venerdì di Quaresima si raccoglievano in chiesa i soldi del "nostro digiuno" e don Gaetano, come ognuno di noi, si avvicinava al cassettone delle offerte e metteva il suo risparmio di quel giorno, l'ho visto con i miei occhi e non solo io.
Ma quanta cattiveria avete nel cuore? Il problema è che molti di voi sono infastiditi dal fatto che questo parroco così giovane sia riuscito a fare tanto per la nostra parrocchia e non solo, che questo "organizzatore di eventi" (come chiamate voi)sia riuscito a conquistare la fiducia di molti e a fare davvero delle cose importanti per il bene della comunità.
Probabilmente chi ha scritto sopra potrebbe anche essere qualcuno che davanti ai suoi occhi si dimostra amico:
fatevi un esame di coscienza, fate un pò di pulizia nel vostro cuore e prima di "vedere la pagliuzza nell'occhio altrui, guardate la trave che è nel vostro occhio".
D'ora in poi riflettete prima di parlare:
"chiacchier i frutt".
 
 
#19 antonella sibilia 2011-05-19 10:01
La sostanziale differenza tra la concretezza e l'inutile polemica è metterci il nome e la faccia nelle cose scritte. Tutto ciò presuppone la trasparenza e la buona fede delle cose riportate negli articoli. Aspettiamo la conferenza stampa che hanno promesso al ritorno dal Brasile per capire meglio e porre fine a questa disputa.
A. S.
 
 
#18 Allocchi!! 2011-05-18 14:43
GRANDISSIMA BUFALAAAAAA!! ma come fate a credere alle cavolate, la reliquia con il ginocchio di S. Vito è arrivata tranquillamente a destinazione, ovvero a San Paolo, Brasile e questa è l'ennesima dimostrazione delle cavolate che si scrivono e si dicono in questo paese. Credete sempre alle favole!!
 
 
#17 Perché???? 2011-05-17 13:05
Molti mi chiedono: MA PERCHÉ A POLIGNANO NON ANDATE MAI AVANTI? la risposta a questa domanda che credo venga posta anche ad altri residenti in questo paesa la trovate in tutte queste fesserie innanzi citate.
 
 
#16 Mistero! 2011-05-17 09:41
Don Giancarlo nella messa di domanica ha sostenuto che le reliquie non si sono mai mosse dalla Chiesa Matrice...ma dalle foto della festa pubblicate dall'Associazione benefica San Vito Martire di San Paolo, si vede il calice contenente la reliquia della rotula di San Vito. L'urna di argento sarà vuota?!? Chissà!!!!
 
 
#15 Devoto 2011-05-17 08:05
Don Gaetano è una persona che merita tutto il rispetto di questo mondo, ha portato giovani nella Chiesa, ha creato un sacco di manifetsazioni tutte andate a buon fine, é vicino a chi ha bisogno. Chi sacerdote ha mai collegato la Nostra festa a quella in Brasile??? Lui ci ha messo tutta la buona volontà per portare le reliquie in Brasile, e ha fatto di tutto per farlo, purtroppo, per la legge non si poteva, quindi non ha colpa, anzi, bisognava dargli una mano....quest'anno la nostra festa patronale avrà un successo enorme, come noi siamo andati in Brasile, loro verranno da noi...e sicuramente sono più i pellegrini venuti da altri paesi che noi polignanesi ad andare dietro la processione....siamo bravi solo a criticare tutto e tutti, impariamo ad apprezzare e vedere qualcosa di buono in tutto, cresciamo una volta per tutte!!!!
Don Gaetano sono con te.......
P.S. ognuno si è pagato il proprio biglietto a proprie spese e ci è andato a titolo personale.
Chi fa opposizione anche qui deve entrare in merito????pensate ad altro che fate pena!!!!
 
 
#14 mondolibero 2011-05-16 18:12
Molto semplice, con la conoscenza dei PRETI si potevano mandare la reliquia con corriere diplomatico naturalmente AIRVATICANO, le conoscenze che stanno a fare solo a mangiare il pesce a Polignano :lol: :-* :cry: :roll: :sigh: 8) BUONE VACANZA VIVA IL BRASIL :zzz
 
 
#13 mondolibero 2011-05-16 18:03
PERO' QUALCOSA PARTE SEMPRE :o

Le reliquie di Santa Teresina di Lisieux a Gerusalemme
2.000 persone festeggiano il loro arrivo nella Città Santa

GERUSALEMME, venerdì, 18 marzo 2011 (ZENIT.org).- Una moltitudine in festa ha accolto questo mercoledì l'arrivo solenne, per la prima volta nella storia, delle reliquie di Santa Teresina di Lisieux nella Città Santa di Gerusalemme.

La visita in Terra Santa è diventata un grande evento per le comunità cristiane, che la attendevano dal 1977.

Secondo quanto ha sottolineato la Custodia di Terra Santa, il reliquiario con i resti della Santa è stato accolto con grande calore e affetto dai cristiani locali. Non è un caso, ricordano gli organizzatori, che la stessa Santa abbia paragonato il suo ingresso nel Carmelo con quello di Cristo a Gerusalemme.

Una processione animata dagli scout ha ricevuto la Santa alla porta di Jaffa, che dà accesso al Quartiere Cristiano della Città Vecchia, e l'ha accompagnata alla Chiesa patriarcale, dove il reliquiario è stato esposto per tutto il giorno alla venerazione dei fedeli.

“La più grande Santa dei tempi moderni ci viene oggi incontro”, ha affermato il Patriarca di Gerusalemme, monsignor Fouad Twal, al termine della processione e della recita dei Vespri nella Chiesa patriarcale.

“Invochiamo la Grazia per l'unità di noi Cristiani e anche per l'unità con i nostri fratelli ebrei e musulmani... e chiediamo la grazia per l'attuazione delle disposizioni del recente Sinodo”, ha aggiunto.

Visita di due mesi

Santa Teresina di Lisieux resterà in Terra Santa per due mesi. Le sue reliquie sono arrivate lunedì in aereo. Una delegazione guidata dal Nunzio Apostolico, monsignor Antonio Franco, e dai rappresentanti dell'Associazione dei Carmelitani di Terra Santa le ha accolte con emozione all'aeroporto Ben Gurion.

“E' una grande grazia per la Chiesa locale... Ella viene a parlarci... la Chiesa desidera essere attenta al suo messaggio, al suo amore per Cristo e al suo totale abbandono al Padre... Al di sopra di tutto, Teresa parlerà alle anime di coloro che apriranno il cuore”, ha affermato monsignor Franco durante il benvenuto.

La permanenza durerà fino al 31 maggio prossimo.
Il reliquiario si trova questa settimana a Haifa, e nella prossima visiterà, tra gli altri luoghi, Nazareth e Tiberiade.
Il 4 aprile sarà alla Domus Galilaeae, e la Domenica delle Palme con i Carmelitani di Nazareth.

Per la Settimana Santa, il reliquiario si recherà a Gerusalemme e Betlemme, con le monache carmelitane delle due città. Quasi al termine del suo percorso, sarà portato a Ramallah, Gerico e Gaza
 
 
#12 Tutti in Brasile 2011-05-16 13:05
Scusate, fatemi capire, ma allora se è vero che sono partiti senza reliquia, la nostra Armata Brancaleone, che cosa ci è andava a fare in Brasile ?
37 persone a fare che ????
Perchè la Redazione non contatta il Comitato in Brasile e cerca di sapere come stanno le cose veramente ?

Vuoi vedere che alla fine si scoprirà che i Brasiliani hanno pure contribuito alle spese di viaggio dell' Armata Brancaleone mettendo mano al portafogli credendo di ricevere la reliquia ?

La cittadinanza aspetta risposte e chiarimenti ufficiali.
 
 
#11 Cittadinanza Attiva 2011-05-16 11:10
Cari Jan e Kappa, visto quanto scritto sulla Gazz. del Mezz.no, del 14/05/11, sparato nella prima pagina -Nazionale-con titolo a caratteri cubitali, fate inviare, dai responsabili, una chiara e limpida smentita al direttore (gli articoli non firmati, non sono anonimi e si riconducono alla responsabilità dello stesso)! Mettendo fine a questa vicenda!
 
 
#10 Ian 2011-05-16 08:34
Non credete ai giornali le Reliquie del Braccio e del Ginocchio del Santo non sono mai partite da Polignano a Mare e sono sempre state custodite nella Chiesa Matrice così ha riferito ieri sera nella messa delle 21:00 don Giancarlo, quindì possiamo stare tranquilli!!!!!!!!!!!
 
 
#9 zebù 2011-05-15 20:12
come per tutte le manifestazioni cattoliche in italia sono i cittadini che pagano tutte le spese...le reliquie non sono altro che un retaggio di vecchie pagliacciate della chiesa
 
 
#8 kappa 2011-05-15 18:50
Effettivamente le reliquie non sono partite per niente! Don Gaetano, come è ovvio per una persona intelligente, si è informato prima di partire sulla possibilità di portare con se le reliquie. Avendo ricevuto una risposta negativa non le ha portate con se. Quindi questo articolo si basa su una notizia palesemente falsa. Complimenti vivissimi!
Ah, per la cronaca...L'Assessore Colella e il Presidente Scagliusi sono andati lì a titolo personale, non in rappresentanza del comune!
 
 
#7 marinella 2011-05-15 15:32
Non ho parole..
Visto che la Curia e la Sopraintendenza avevano mosso per tempo delle perplessità
Non sarebbe stato meglio informarsi per tempo?
 
 
#6 MC 2011-05-15 14:37
.......Don Gaetano tu che si un bravo "organizzatore di eventi" non potevi informarti per tempo!!!
Poveri Polignanesi aprite gli occhi.. meno male che torno a Polignano per le feste comandate..
CHE TRISTEZZA STO PAESE!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI