Lunedì 27 Maggio 2019
   
Text Size

ALBERGHIERO: SERVONO 800MILA EURO - FOTO

bovino-diperna

Esponenti provinciali e locali hanno fatto visita ai cantieri del nuovo edificio che, si spera a breve, possa ospitare le nuove classi dell’alberghiero. L’assessore provinciale alla pubblica istruzione Diperna, il sindaco Bovino, la vicesindaco De Donato, il consigliere provinciale Vitto, tecnici e insegnanti si sono dati appuntamento nel corso dell’assemblea d’istituto organizzata dagli alunni dell’istituto professionale per fare il punto sulle lungaggini burocratiche che sembrano gravare a fronte della mancata consegna dell’opera. I cantieri di fatto sono fermi, quando mancano solo delle opere accessorie.

Intanto ci vorrebbe una delibera di giunta o di consiglio comunale per dare l’avvio alle procedure di autorizzazione dell’impianto fotovoltaico, con pannelli da sistemare sui tetti delle scuole e degli uffici pubblici di Polignano. “Saremo in condizioni di cantierizzare l’opera entro un mese” – ha garantito Diperna, dopo aver ricevuto assicurazioni dal sindaco (continua...)

 

SERVONO 800MILA EURO - Per quanto riguarda la chiusura dei lavori di realizzazione dell’edificio scolastico, purtroppo la faccenda si fa sempre più burocratica e complessa. Da quando la Regione ha sforato il patto di stabilità, i bilanci della Provincia sono blindati in seguito ai mancati trasferimenti dell’ente regionale, rendendo di fatto sterile il tentativo di Vitto di organizzare una spedizione in Provincia con i ragazzi dell’alberghiero.

Il paradosso è che i soldi ci sono, ma non possono essere erogati. Bisogna sbloccare il rimanente 50% del totale, pari a 1,6 milioni di euro (iva esclusa), che è il costo totale dell’opera. Tra l’altro, la ditta che si occupa dei lavori non percepisce più compensi da maggio 2010 e vanta crediti per circa 800 mila euro, la metà del costo totale.

L’ing. Paolo Caradonna, titolare della ditta omonima esegue i lavori con la Tecno Edilizia Meridionale, in A.T.I. (Associazione temporanea d’Impresa). “Mancano solo le ultime forniture, l’istituto alberghiero è quasi pronto”. Per completare l’appalto - spiega Caradonna - servono quei crediti”. L’impresa non è più in grado di sostenere ulteriori costi di residuali forniture che sono di carattere meramente accessorio. Servono perché l’opera possa essere ritenuta completa, e quindi consegnata e aperta al pubblico.

Stessa sorte toccherà al piano strategico dell’area vasta Metropoli Terra di Bari. I soldi ci sono, ma il forziere di via Capruzzi è bloccato per via del patto di stabilità. Bisogna cercare una soluzione per slegare i cordoni della borsa.

Commenti  

 
#5 Nico Amodio 2011-05-06 13:34
Benissimo servono 800 mila euro per completare la struttura? Il nostro primo cittadino è consigliere provinciale di maggioranza, potrebbe benissimo spungere la sua maggioranza provinciale ad occuparsi e adoperarsi per terminare i lavori. Ora che rifletto meglio un'altra spinta alla risoluzione del problema potrbbe darla la lista Schittulli, dato che il loro punto di riferimento politico è il presidente della provincia. Adesso permettetemi una critica, nel bilancio da voi approvato quanti sono i fondi stanziati per la messa a norma degli edifici e le palestre scolastiche? Sappiamo benissimo quali sono le condizioni.Stiamo aspettando che succeda l'incidente? Noi cittadini responsabili più che sollecitare l'amministrazione non possiamo, ma credo sia più importante l'agibilità dei lughi frequentati dai nostri figli che impegnare delle somme onerose per il rifacimento della piazza.Con il federalismo municipale le cose dal punto di vista finanziario non miglioreranno di certo, allora perchè responsabilmente non si completano quelle opere dimenticate nel tempo? Non pensate che opere meno visibili dal punto di vista mediatico siano anch'esse necessarie? Vogliamo forse che qualche commissione costringa i nostri ragazzi a studiare nei centri vicini? Fate per favore gli amministratori responsabili una volta tanto per tanto decantato e mai messo in pratica bene dei CITTADINI.
 
 
#4 forestiero 2011-05-04 20:58
ma si, state tranquilli, se la struttura non la finiscono c'è sempre quella di castellana bella e pronta, dove sono stati spesi un botto di soldi ed è lì da anni con le 4 frecce accese..
 
 
#3 CHECCO77 2011-05-04 10:42
Infatti up, naturalmente si sa perchè questa splendida e importante struttura non si vuole farla finire...poche parole a buon intenditore...e dopo vedendo la foto...che ridere e sopratutto falsi.
 
 
#2 up 2011-05-03 07:26
invece di concentrarsi per risolvere i problemi e portare a termine
questa importante struttura , con volo pindarico l'amministrazione si getta in picchiata sul rifacimento di piazza Moro ,opera marginale ma di sicuro impatto ,ottima per distogliere i paesani
dai veri problemi di questo comune.
 
 
#1 CHECCO77 2011-05-02 07:15
NO COMMENT...AH...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI