Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

ANTENNA, COLELLA: 'COLPA DELL'OPPOSIZIONE'

antenna-fabio-colella-polignano

 

LA PROTESTA DI UN RESIDENTE AL COMUNE: 'VI FAREMO PIANGERE'

FABIO COLELLA: 'Si è materializzato un indirizzo politico non nostro". A Focarelli e Co.: 'Saranno soddisfatti. Fomentano il malessere'.

 

 

E’ alta 24 metri, più 3 se si include il pinnacolo, che fanno 27 metri, quanto l’altezza della costa polignanese più trampolino dei tuffi dalle grandi altezze. Ma questa è un’altra storia. Parliamo dell’antenna da noi ribattezza “D’Altomare”. Gli scatti in sequenza pubblicati nella home page sono stati realizzati dai nostri obiettivi fotografici mentre le gru la fissavano ai plinti già pronti dal 2010.

L’ultimo tentativo di delocalizzazione dell’antenna non è andato a segno. La Ericsson ha deciso di scavalcare tutti: assessore, proteste del Comitato e residenti del quartiere, uno dei quali, martedì mattina, si è precipitato in comune per sfogare la rabbia contro l’assessore Fabio Colella, ricoprendolo di epiteti, il più dolce dei quali suonava come un avvertimento: ‘vi faremo piangere!’.

Così alla fine le “volontà” di Stama si sono avverate “e non solo” – precisa l’assessore Fabio Colella ai nostri microfoni, un po’ rammaricato, non tanto per gli insulti, ma per l’opposizione che “ha redatto il piano di zonizzazione e in un certo qual modo fomenta questo malessere della comunità che vive in prossimità della nuova antenna tre. Credo che possano sentirsi soddisfatti perché si è materializzato un indirizzo politico che non è nostro”.

Ma in questi tre anni e mezzo di amministrazione non si poteva de localizzare o rivedere il piano?

“Purtroppo no. La richiesta della Ericsson è stata presentata sulla scorta di quel piano di zonizzazione elettromagnetica redatto dall’allora assessore Focarelli. La richiesta è successiva a qualche mese dalla nostra elezione, per cui anche se avessimo modificato il piano in un secondo momento, quella autorizzazione fatta sulla scorta di quel piano avrebbe comunque dovuto concludere il suo iter. Non si poteva fare diversamente” – allarga le braccia Colella.

L’assessore si dice comprensivo per gli insulti ma punta il dito contro l’amministrazione. “Era un sfogo che non poteva esprimersi in maniera indifferente, essendo quell’uomo esterno alla politica. Piuttosto mi dispiace notare come chi ha avuto responsabilità più grosse, e mi riferisco a coloro che hanno redatto quel piano, sono quelle stesse persone che oggi fomentano in un certo qual modo, questo malessere attraverso il proliferare di informazioni sbagliate.”

LA TRATTATIVA SFUMATA - Il rammarico dell’assessore è per la trattativa non andata in porto. “Quando ho scritto alla Ericsson ho fatto notare che comunque in un futuro avranno bisogno ancora del nostro territorio. Ho proposto loro una soluzione alternativa all’installazione in quel punto preciso, una soluzione che avrebbe accontentato le richieste del comitato per localizzazione l’antenna in un punto che desse meno fastidio dal punto di vista psicologico. Perché la verità è che non si tratta di eternit o centrale nucleare a rischio esplosione. Ci sono organi preposti in grado di escluderne la pericolosità. Personalmente avevo fiducia della Ericsson, perché accogliesse positivamente la nostra richiesta. Purtroppo la Ericsson ha risposto con un ‘NO’ grande quanto una casa spalmato su una lettera di due pagine che ho ricevuto da poco.”

'LA PARTICELLA E' PUBBLICA' - La Ericsson si è fatta due conti in tasca e ha considerato tutti i canoni finora accreditati al comune per l’occupazione del suolo pubblico: 17mila euro all’anno; tanto vale questo sacrificio. Ma siamo sicuri che ricade su particella pubblica. “Si – conferma senza dubbi Colella – su questa storia che apprendo dai vostri commenti su polignanoweb voglio fare chiarezza, magari tramite conferenza stampa. Il suolo è pubblico.

A questo punto, l’unica arma per il Comitato resta il ricorso al Tar. Del resto, solo la volontà del giudice, al quale sarà consegnato il fascicolo con il procedimento avviato dalla Polizia Municipale e chiuso dopo la concessione della sanatoria, potrà rimescolare le carte e riservare qualche colpo di scena. E a proposito di tribunale amministrativo, a maggio il giudice emetterà il verdetto sull’antenna in località San Vito. Ancora telefonia mobile. Ancora il gestore ‘tre’, perché ‘tre’ è il numero ‘magico’.

ALCUNE NOTE – L’antenna è ad alta frequenza (2100 MHz – megaheartz). Il pinnacolo è riparato da un cappello con sei lampade da illuminazione molto potenti da 3600 watt. Il cellulare tenuto direttamente all’orecchio è un pericolo per la salute del nostro organismo a causa dei rischi dovuti all’esposizione prolungata fino a 4 volt metro.

VEDI ANCHE 'COMITATO ALLA CORTE DEI CONTI' E TUTTI LINK CORRELATI A FINE ARTICOLO

Commenti  

 
#36 Princess 2015-01-07 16:55
Thanks for finally talking about >ANTENNA, COLELLA:
'COLPA DELL'OPPOSIZIONE'
 
 
#35 transennexnico amodi 2011-03-31 07:20
ognuno faccia quello che sa fare meglio. se lo sa fare.
 
 
#34 Nico Amodio 2011-03-30 14:20
A lavar la testa all'asino si spreca tempo acqua e sapone.
 
 
#33 nè C.Ds. e nè C.Sn 2011-03-29 23:55
X l’amico Giuseppe A. E’ vero, per quel poco che sono a conoscenza, che il suolo ove è installata l’antenna in questione è area pubblica, ma non è vero che trattasi di area espropriata per l’ampliamento del “Depuratore” o al servizio di quest’ultimo, è area pubblica ceduta gratuitamente da privati per la realizzazione delle proprie abitazioni (la c.d. zona F). Non voglio entrare nel merito della discussione per non scoperchiare altarini dannosi nei confronti di coloro che hanno sempre la spudoratezza di valersi della cosa pubblica per interessi privati, chi mi capua capua!!! Io con il presente commento desidero solo invitare gli addetti ai lavori di non tirare molto la fune perché se viene strattonata con una certa “forza” si può spezzare in mano a chi la tira illecitamente. Non voglio, neanche, entrare nel diritto urbanistico-edilizio altrimenti direi con una verosimile certezza che l’art. 21 della Legge 1150/1942 (legge madre dell’urbanistica) non è stato osservato alla lettera. Quindi, oltre al fatto che l’importo di Euro 17.000/00 (diciasettemila Euro) spetta al Comune incamerare e trascriverlo nei competenti capitoli e anche la volumetria di proprietà del Comune incorporata nel comparto edilizio del piano di lottizzazione privato và pagata alla p.a. ed i proprietari dei terreni della maglia in questione per l’osservanza della legge innanzi specificata avrebbero dovuto esibire ai competenti Uffici i titoli di proprietà dei terreni medesimi interessati al p.d.l.. Per completare la realtà dei fatti ed evidenziare le infamie che vengono riferite ai cittadini invito i responsabili ad una corretta ed onestà civica nel collimare la realtà dei fatti. Io sono sempre dell’avviso e divento esterrefatto al solo pensiero che di fronte a situazione di quella gravità unica come mai al Dott. Laudati non vengono comunicate evidenti ipotesi di reato penale. Cittadini di polignano ora rispondete Voi con onestà e buon senso: si spendono 3.000.000.000 di finanziamenti Regionali (contributo POR) per un “Depuratore” che non ha mai funzionato? Perché la Procura non ha mai indagato su quell’opera pubblica, evidenziando la liceità dell’iter procedurale e la non conformità al progetto originale? Un addetto ai lavori ha sempre sostenuto che quell’impianto non sarà mai collaudato poiché inidoneo e illegittimo per quante mazzette di “fiorellini” e malaffare sussistono all’interno di quelle “cisterne scoperte”. Perchè nessuno si è interessato a contestare sia alla competente autorità e sia alla cittadinanza quanti strani episodi si verificano in questa comunità polignanese? Queste notizie non fanno parte di una fantomatica politica distruttiva o asservite ad uno scopo inventato, ma sono circostanze di una realtà che fa spavento!!!!!! Un suggerimento al conservatore dei segreti di polignano (ex operatore che conosciamo benissimo), vada Lei personalmente al Dott. Laudati a denunciare le malefatte commesse e quelle a commettersi in corso d’opera!!!
 
 
#32 x nico AMODIO 2011-03-29 15:23
il tuo candidato sindaco si chiama Domenico Vitto, non lo sceglie la maggioranza ma certamente neanche tu.
 
 
#31 ANNASTASIA 2011-03-29 09:15
Al commento 27: purtroppo per te sei e rimarrai per sempre "il *** e null'altro
 
 
#30 Giuseppe A. 2011-03-28 22:32
L'assessore Colella fa chiarezza, il suolo è pubblico, ed effettivamente ha ragione.
Infatti riviene da un esproprio fatto a Privati, per "ampliamento Depuratore" o al servizio dello stesso quale Area Verde.
Ampliamento ottenuto mediante contributo POR Puglia per un importo di Lire 3.000.000.000
In quell'Area espropriata, oltre ad essere installata un antenna, con una dote di Euro 17.000,00 annui, viene anche inserita in un comparto edificabile,con una propria volumetria.
...Chiedo all'Assessore, il premio di 17.000,00 Euro verra diviso e ripartito in mq. fra tutti i proprietari terrieri del su citato comparto?
...
 
 
#29 CHECCO77 2011-03-28 19:25
risp.commento nr.27
La verità fa male........i confronti arriveranno....con programmi veri e da rispettare per il nostro paese e sopratutto per la nostra gente...Sono passati 4 lunghissimi anni ma l'attuale amministrazione non ha fatto niente per il paese......per l'ennessima volta...
 
 
#28 Nico Amodio 2011-03-28 10:56
Questa maggioranza oltre che essere arrogante è anche presuntuosa,sono tutti così pieni di se che hanno perso il senso della misura.Se credono di essere in campagna elettorale ad un anno dalle elezioni stanno commettendo un altro errore.Hanno il dovere di governare(secondo me male)al meglio fino alla fine del mandato.Vedete i confronti faccia a faccia sono tipici delle campagne elettorali.Bovino è già stato investito della candidatura???Vi arrogate il diritto di scegliervi l'interlocutore volete forse anche designare il candidato sindaco della coalizione avversaria???Molte volte vi è stato chiesto un confronto sia su questo sito sia in dibattiti pubblici,vi siete sempre nascosti dietro pseudonimi di comodo evitando accuratamente il confronto.Come dicevo nel mio precedente intervento bisogna privilegiare il dibattito politico senza personalismi di sorta,quando si crede nelle propie idee e nelle propie azioni si espongono le propie tesi senza esacerbare il clima della discussione.Bene ora si chieda a Vitto un confronto?Su che temi?Io penso non sia ancora il momento,quando Domenico sarà designato candidato sindaco dalla coalizione in campagna elettorale ci sarà tutto il tempo per un confronto adeguato sul programma di governo di questa città.Adesso ne verrebbe fuori un confronto fatto di reciproche accuse molto ma molto sterile che per i guai economici e sociali del momento lascerebbero il tempo che trovano.Al contrario un amministratore ha il DOVERE di rispondere ai quesiti che gli vengono posti sia dai cittadini sia da quelle forze politiche anche non presenti in consiglio comunale.Per ribadire meglio il concetto UN AMMINISTRATORE DI TAL NOME DEVE ASSUMERSI LE RESPONSABILITà CHE GLI COMPETONO,NON SI PUò SEMPRE NASCONDERE DIETRO LA CLASSICA FOGLIA DI FICO ADDUCENDO SEMPRE RESPONSABILTà DI PRECEDENTI AMMINISTRAZIONI.Faccio ancora un altro esempio delle opere portate a termine utili per il paese ci si vanta sempre con orgoglio,ma degli scempi fatti sul nostro territorio non esiste paternità alcuna,passa tutto nel dimenticatoio.Un bagno di umiltà servirebbe a tutti,qualche volta si può sbagliare è umano ma perseverare nell'errore ......Ringrazio il giornale per lo spazio concessomi,ribadisco ancora una volta che risponderò adeguatamente se di mia competenza a chiunque sarebbe gradito conoscere l'interlocutore per un confronto franco e leale.
 
 
#27 x amodio 2011-03-27 22:20
la maggioranza e Bovino sopratutto il confronto pubblico lo vuole con VITTO??? Magari si decideva a parlare visto che vuole fare il sindaco.
 
 
#26 M. 2011-03-25 11:40
se ad un'azienda viene data una concessione e se questa azienda ha già investito denaro per realizzare qualcosa, ovviamente deve sviluppare quel progetto (in questo caso 'lantenna). Chi ha dato queste concessioni??? all'epoca c'era la sinistra al comando.....no???Perchè dare la colpa a Bovino e a questa amministrazione? Se Bovino diceva di no, l'azienda che ha investito denaro dopo le concessioni già date avrebbe fatto ricorso e ovviamente doveva vincere tale ricorso..facendo spendere altri soldi al comune (quindi a noi cittadini) Quindi basta fare queste polemiche, anche io sinceramente se mi dicevano che posso costruire un palazzo accanto alla statua di Modugno e avrei cominciato a investire soldi e poi mi sentirei di dire che non posso più far niente avrei fatto ricorso, perchè se mi hanno dato le concessioni e autorizzazioni chi avrebbe vinto secondo voi?? e voi non avreste fatto la stessa cosa?? L'amministrazione all'epoca di sinistra ha lanciato la pietra e poi ha nascosto la mano, cercando di far cadere la colpa all'attuale amministrazione....La sinistra di questo paese è solo arrogante!!
 
 
#25 Nico Amodio 2011-03-25 11:07
Non è vero che tutti si celano dietro uno pseudonimo.c'è chi usa le propie generalità,eppure tutte le volte che ha posto domande o chiesto spiegazioni la maggioranza è rimasta sempre muta.Caro assessore in democrazia il confronto anche aspro fa parte delle regole del gioco,lei vuole un dibattito aperto con dei cittadini:si affretti ad organizzarlo magari in sala consigliare parteciperemo con gioia e molto entusiasmo.Il decadimento del confronto politico di polignano ha raggiunto un livello per dirlo alla paesana terra terra anzi addirittura underground.La politica come la intendo io è basata sulla dialettica e sul confronto di quelle che sono le propie idee,per me non esiste il nemico politico bensì l'avversario.Ho notato con rammarico che basta una critica a questa amministrazione affinchè chi si sente leso della critica ti toglie addirittura il saluto.Ci tenevo a precisare questo per farvi capire che per me non esistono nemici ma avversari,e che nel mio mondo siccome sono una persona corretta non ci si avvale del potere del propio mandato per mettere in atto ritorsioni nei confronti di cittadini o avversari politici.Vista la vosta disponibilità al dibattito con i cittadini che avete bellamente ignorato per ben 4 anni (si sente l'odore delle elezioni)vi invito come ho già fatto altre volte su questo sito senza mai ricevere risposte alle mie fondate critiche,ad organizzare un dibattito e mi permetto anche di suggerire il temadella serata che potrebbe essere L'ETICA DELLA POLITICA.Aspettiamo con ansia e trepidazione notizie.
 
 
#24 2° Poliganese doc 2011-03-25 11:02
@ Polignanese Doc:
vedi quando l'ha messa. il giorno dopo la caduta del sindaco (in modo che non si potesse bloccare perchè un Commissario Prefettizio non ha poteri oltre l'ordinaria amministrazione). Essendo all'ufficio tecnico aveva il contatto con la ditta istallatrice:
ET VOILA' (ci ha fatto lo studio da dentista al figlio).
ahivoi fuori dal palazzo
non avrete mai un (sollazzo?)
 
 
#23 a mali estremi.. 2011-03-24 17:27
se alla gente non piace l'antenna, che la butti giù.. un migliaio di persone dovrebbero bastare..
 
 
#22 SIAMO ALLE SOLITE... 2011-03-24 17:09
quelle (rare) volte in cui si fa qualcosa di buono è merito dell'amministrazione in carica, quando c'è qualcosa che non va, si scarica su chi non c'è più... mi chiedo quando la nostra cittadina avrà una classe dirigente responsabile che si assume le responsabilità dell'attività amministrativa???
 
 
#21 polignanese doc 2011-03-23 13:01
E dell'antenna posta in contrada perrazza, sita nella prorietà di Peppino giuliani, dipendente comunale nell'ufficio addetto al rilascio delle concessioni, appunto alle antenne ne vogliamo parlare?
 
 
#20 x Fabio Colella 2011-03-23 00:13
Sappiate che a polignano c'è un grosso personaggio che se inizia a parlare succederà la rivoluzione altro che la guerra in Libia....La Nato verrebbe a polignano a coordinare il via vai dei cellulari "BLU"!!!!
 
 
#19 mondolibero 2011-03-22 18:55
Semplici consigli per combattere l'inquinamento elettromagnetico

http://lafragolamatta.blogspot.com/2010/11/semplici-consigli-per-combattere.html
 
 
#18 Polignano turistica 2011-03-22 18:46
Secondo me non è una questione di "estetica" anche perchè se andiamo a vedere il nostro centro storico dire che fa pietà è poco, quindi, teniamo fuori il tema turismo da queste faccende per favore.
 
 
#17 mondolibero 2011-03-22 18:45
CONSIGLI UTILI :sad: :cry: :o :-x
Se si acquista una casa:
vi sono linee elettriche aeree o cabine elettriche? (le cabine elettriche spesso sono al piano terra)
vi sono antenne fisse per la telefonia cellulare? vi sono radar? vi sono ripetitori radio o TV?
In casa vale la regola della distanza di un metro:
tenere apparecchi elettrici (segreteria telefonica, radiosveglia, ecc.) sul comodino ad almeno un metro di distanza dal letto (o usare apparecchi a pile); non dormire sotto una termocoperta accesa; insegnare ai bambini a stare ad una distanza di almeno un metro dallo schermo del televisore in funzione (anche per i videogiochi); evitare di sostare dietro il televisore anche se vi separa un muro (il campo e' piu' elevato nella parte posteriore e laterale del televisore); tenere lontani i bambini da forni elettrici e ferri da stiro in funzione; utilizzare la lametta al posto del rasoio elettrico; utilizzare il phon tenendolo il piu' possibile distante dai capelli (d'estate asciugarli naturalmente); mantenere una distanza di almeno un metro e mezzo dai termosifoni elettrici portatili; cercare di ridurne al minimo i tempi di funzionamento di elettrodomestici come tritatutto, tostapane, frullatori, ecc.; mantenere il cosiddetto babyphone ad una distanza di almeno un metro dalla testa del piccolo; alcuni modelli di apparecchi per aerosol emettono un campo elevato, cercare di rendere massima la distanza utilizzando il tubicino dell'aria piu' lungo; non posizionare il letto a ridosso di una parete che confina con un quadro elettrico (dove c'e' l'interruttore principale); nella camera da letto e' meglio se i fili elettrici non passano dietro la testata del letto; mantenere un metro di distanza dallo schermo di un qualsiasi monitor; evitare di stare ai lati o dietro il medesimo (il campo e' maggiore); usare gli apparecchi elettrici con prudenza: per esempio accendere la stampante solo per utilizzarla.
Fuori casa:
tenere lontani i bambini da cabine o linee elettriche, da antenne per la telefonia mobile, da radar, da ripetitori radio o TV.
Il cellulare nuoce gravemente alla salute:
usare l'auricolare ed estrarre l'antenna riducono l'esposizione, ma non tenerlo in mano (verrebbe esposta come la testa e i rischi per la salute non sono certo minori); evitare lunghi colloqui; non usarlo all'interno dell'auto (va bene solo se l'antenna e' montata fuori dall'abitacolo); persone con stimolatori cardiaci o altri impianti elettronici dovrebbero mantenere una distanza di sicurezza di almeno 30 cm dal cellulare.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI