'FUMATA NERA' IN PIAZZA: SALTA IL FALO'. FOTO DEL 2010

fal-polignano

IN BASSO TUTTE LE FOTO DELL'EDIZIONE 2010


 

L’Associazione Culturale E-20 ha inviato un comunicato per annunciare che “il programmato e atteso Falò di San Giuseppe III edizione in Piazza Aldo Moro quest’anno non avrà luogo per sopraggiunti problemi di carattere economico”. Per riaccendere la speranza, quando nei giorni scorsi si parlava di un possibile fuori programma, si è mobilitata perfino la CNA (ex Confcommercio di Polignano).

Noi intanto, abbiamo contattato Domenico Torres, presidente dell’associazione per saperne di più. “Ci tengo a ringraziare la CNA l'associazione dei commercianti che in pochi giorni sono riusciti a raccogliere la somma necessaria per la realizzazione del falò - osserva con rammarico Torres - un altro ringraziamento va al comitato di San Giuseppe, che nonostante le loro difficoltà, si sono resi disponibili per darci un aiuto. Non è bastato per, per via del tempo breve a disposizione, e perché non erano disponibili i fanovai di Castellana, i quali non hanno ritenuto sufficienti i due giorni disponibili per la realizzazione del falò.”

“Tale manifestazione – si apprende nella nota stampa – è nata a margine delle celebrazioni religiose in onore di San Giuseppe. Negli anni precedenti ha goduto di un contributo economico da parte dell’Amministrazione Comunale che consentiva il pagamento delle maestranze incaricate di allestire il falò. Contributo che per questa edizione non è stato garantito."

"L’edizione 2011 - prosegue la nota - prevedeva, inoltre, una sagra gastronomica che avevamo chiamato “PrimaVera Sagra”, con stand gestiti da ristoratori e commercianti del settore.

Questa proposta non ha riscontrato il favore degli esercenti, solo 2 o 3 vi hanno aderito. Venendo meno questa forma di autofinanziamento e avendo poco tempo per trovare altre soluzioni non ci è rimasto altro da fare se non annullare la manifestazione con grande rammarico. Rendiamo merito al Comitato di San Giuseppe e all’ Arciprete Don Gaetano Luca che hanno cercato di venire incontro alle esigenze economiche della manifestazione, ma non ci è sembrato giusto sottrarre fondi alla parrocchia che deve fronteggiare spese ben più importanti e necessarie come il completamento dei lavori di ristrutturazione del Cappellone di San Vito”.

L’associazione infine, lancia un appello all’amministrazione comunale: “speriamo di poter riproporre la manifestazione per il prossimo anno, confidando in una maggiore collaborazione dell’Amministrazione Comunale e dei Commercianti”.

L’Associazione Culturale E-20 ha inviato un comunicato per annunciare che “il programmato e atteso Falò di San Giuseppe III edizione in Piazza Aldo Moro quest’anno non avrà luogo per sopraggiunti problemi di carattere economico”. Per riaccendere la speranza, quando nei giorni scorsi si parlava di un possibile fuori programma, si è mobilitata perfino la CNA (ex Confcommercio di Polignano).
Noi intanto, abbiamo contattato Domenico Torres, presidente dell’associazione per saperne di più. “Ci tengo a ringraziare la CNA l'associazione dei commercianti che in pochi giorni sono riusciti a raccogliere la somma necessaria per la realizzazione del falò - osserva con rammarico Torres - un altro ringraziamento va al comitato di San Giuseppe, che nonostante le loro difficoltà, si sono resi disponibili per darci un aiuto. Non è bastato per, per via del tempo breve a disposizione, e perché non erano disponibili i fanovai di Castellana, i quali non hanno ritenuto sufficienti i due giorni disponibili per la realizzazione del falò.”
“Tale manifestazione – si apprende nella nota stampa – è nata a margine delle celebrazioni religiose in onore di San Giuseppe. Negli anni precedenti ha goduto di un contributo economico da parte dell’Amministrazione Comunale che consentiva il pagamento delle maestranze incaricate di allestire il falò. Contributo che per questa edizione non è stato garantito."
"L’edizione 2011 - prosegue la nota - prevedeva, inoltre, una sagra gastronomica che avevamo chiamato “PrimaVera Sagra”, con stand gestiti da ristoratori e commercianti del settore.
Questa proposta non ha riscontrato il favore degli esercenti, solo 2 o 3 vi hanno aderito. Venendo meno questa forma di autofinanziamento e avendo poco tempo per trovare altre soluzioni non ci è rimasto altro da fare se non annullare la manifestazione con grande rammarico. Rendiamo merito al Comitato di San Giuseppe e all’ Arciprete Don Gaetano Luca che hanno cercato di venire incontro alle esigenze economiche della manifestazione, ma non ci è sembrato giusto sottrarre fondi alla parrocchia che deve fronteggiare spese ben più importanti e necessarie come il completamento dei lavori di ristrutturazione del Cappellone di San Vito”.
L’associazione infine, lancia un appello all’amministrazione comunale: “speriamo di poter riproporre la manifestazione per il prossimo anno, confidando in una maggiore collaborazione dell’Amministrazione Comunale e dei Commercianti”.

Ci consoliamo rivedendo le immagini del falò 2010 CLICCA QUI PER RIVEDERE LA GALLERY

"L'altr'anno c'era ancora il segno, come il letto di un falò." - da 'La luna e i falò' di Cesare Pavese