Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

COME LA RED BULL È VOLATA VIA. NE PARLIAMO CON SCAGLIUSI

RBCD_Polignano_12

 

È ufficiale: la Red Bull ha preso il volo davvero. Lo apprendiamo amareggiati dal sito del Red Bull Cliff Diving 2011. Hanno preferito il Lago di Garda, lasciando a Polignano un vuoto incolmabile. Come scrive questa settimana un settimanale locale l’ufficio stampa dell’evento si limita a dichiarare che il cambio di location fa parte di una loro scelta stilistica. Ma le voci che serpeggiano sulla questione anche da parte di coloro che hanno lavorato al fianco degli organizzatori non fanno che amareggiare ulteriormente le nostre coscienze. Luigi Scagliusi, l’allora assessore al bilancio che per l’occasione s’improvvisò anche assessore allo spettacolo e al turismo e che cercava di tappezzare come meglio poteva la mancanza di educazione dell’amministrazione comunale verso questi ospiti, organizzati e professionali, si dice molto dispiaciuto e amareggiato.

“La Galbiati, project – manager degli eventi sportivi della Red Bull e mia amica, si dice molto delusa “dell’accoglienza” ricevuta a Polignano dagli organi competenti” – racconta Scagliusi – “quello dei tuffi era un’importantissima vetrina che ci esponeva a livello mondiale facendoci conoscere ovunque. E invece qui, gente che dovrebbe essere trattata di tutto rispetto ha incontrato solo l’indifferenza e la maleducazione dell’amministrazione. Hanno avuto problemi nei bed & breakfast, chiedendo convenzioni per i posti letto (per 30 persone) e invece hanno ottenuto solo rifiuto e disinteresse. Hanno dovuto affittare l’intero Covo dei Saraceni per tutti gli anni che sono stati a Polignano. Non hanno avuto collaborazione dai vigili, nessuna disponibilità per l’elettricità; si è venuta così a creare una situazione altamente tesa. Già dal secondo anno cercavano un Comune più disponibile dove realizzare l’evento”- continua ancora Luigi Scagliusi, comunicando tutto il suo disappunto “l’ultimo anno non me ne sono più occupato io, allontanandomi dalla politica e scopro con amarezza che l’evento non si fa più qui. Purtroppo fino a quando nel nostro paese si confonderà il turismo con l’aspetto immobiliare del turismo, avvantaggiando più le strutture che gli eventi culturali, Polignano non andrà da nessuna parte. C’è una totale assenza di una seria e professionale politica turistica, fatta da gente competente che si siede a tavolino e pianifica sino all’ultimo dettaglio la stagione estiva, ma con occhi lungimiranti che possano finalmente elevare culturalmente la nostra cittadina al pari della sua bellezza paesaggistica”.

 

APPROFONDIMENTO:

Incassata l’ufficialità da parte dei vertici Red Bull in merito all’assenza del World Series 2011 a Polignano, proviamo ad analizzare a mente fredda e lucida com’è cambiato il panorama delle location prescelte per l’edizione 2011 della Red Bull Cliff Diving. Navigando sul sito ufficiale della multinazionale svizzera ci rendiamo immediatamente conto che Polignano a Mare è stata l’unica fino ad ora   a fregiarsi del favore di ben tre partecipazioni consecutive. Solo quest’anno La Rochette in Francia raggiungerà lo stesso risultato che la nostra cittadina colse l’anno scorso. Fatto estremamente raro considerando che le località che fanno richiesta di ospitare una singola gara del Campionato in tutto il mondo sono sempre maggiori e pressanti. Confrontando la mappa delle tappe 2011 rispetto a quelle della passata edizione ci rendiamo conto che da 6 gare si è passati a 7, segno evidente che la manifestazione sta crescendo in popolarità e che delle 6 tappe dello scorso anno, soltanto una location è stata riconfermata (appunto La Rochette in Francia). Tutte le altre, a cominciare da Polignano, passando per Kragero in Norvegia, Sisikon in Svizzera, Hilo nelle Hawaii sono state sostituite da Atene in Grecia, Rapa Nui in Cile, Yalta in Ucraina e Boston negli USA. La tappa Messicana è stata confermata, ma com’è successo anche da noi, in Italia, è stata sostituita da un altro sito dello Yucatan diverso da quello di Chichen Itza del 2010. La speranza è che queste strategie di marketing che portano la Red Bull a variare continuamente i calendari ogni anno, per ovvie ragioni commerciali e di promozione, possano portare nuovamente questa kermesse sportiva a Polignano nel più breve tempo possibile, così com’è accaduto per Marcelise, già location della World Series negli anni passati, che rivede l’evento dopo ben tre anni nei quali s’è vista la nostra Polignano monopolizzare la tappa Italiana.

Commenti  

 
#17 barese 2012-07-08 19:48
Vergognatevi, questa cosa deve rimanere di esempio di cio' che sono i polignanesi in genere, da barese amante di polignano , dico vergognatevi, aprite quelle menti invidiose , chiuse al "forestiero", rileggete questo articolo per sempre e vergognatevi...non immaginate nemmno che danno è questo articolo e la perdita di questa manifestazione per il paese
 
 
#16 PUGLIESE dall ESTERO 2012-07-08 13:33
che schifo!!! questo è un esempio del perché tutta litalia va male! chi ci amministra è quasi sempre un grande ignorante...invece di promuovere un simile evento in una bellissima città come polignano in modo da renderla piu famosa nel mondo si tratta in malomodo chi ha voluto promuovere polignano! italia rialzati perché cosi ci avvicineremo al 3° mondo
 
 
#15 pazzesco 2011-03-06 20:53
**** sarebbe bastato dire che è un peccato che un'evento come questo non si farà più a polignano,senza star qui a prendersi dei meriti che non gli appartengono e senza criticare l'operato dei vigili che comq a mio avviso furono efficienti. luigi un consiglio: non ti arrampicare sugli specchi, la politica è altro,è costruire e non demolire.
 
 
#14 augusto cernò 2011-03-05 17:08
ricordo bene che la collaborazione del corpo di polizia municipale fu ottima;non dimentichiamoci le migliaia di persone presenti a polignano anche in concomitanza di una festa religiosa.Comunque seppi già da allora che avrebbero scelto Malcesine sul Lago di Garda.Per quanto riguarda i B&B ho ricevuto personalmente i complimenti da membri dello staff organizzativo. :lol: :lol:
 
 
#13 MARIKA 2011-03-05 08:55
e adesso arriva lui il paladino della giustizia! criticando l'amministrazione negativamente ... si è offeso da solo,visto che all'epoca lui ne faceva parte.quanto all'assenza di serietà politica che scagliusi afferma...bèh lui è il primo a essere un mini politico non serio:
 
 
#12 ANGY 2011-03-04 20:21
X VERITAS:HAI MICA IN MENTE DI COSA IL PAESE HA PERSO?E'VERO,TANTA GENTE OCCUPAVA I NOSTRI SPAZI MA E' PUR VERO CHE I NOSTRI CARI COMMERCIANTI RINGRAZIAVANO DEL LAVORO CHE SVOLTO IN QUEI GIORNI,IL NOSTRO MARE VENIVA AMMIRATO DA MIGLIAIA DI PERSONE!AL POSTO DI QUALCUNO TENTEREI L'IMPOSSIBILE PER IL CLIFF DIVING!
 
 
#11 x delusioneperenne 2011-03-04 16:32
la delusione perenne sono le persone che sanno solo lamentarsi, quelli che credono che l'erba del vicino è sempre più verde, quelli che pur di seminare malcontento sono disposti a dire qualsiasi bugia, ci sono b&b, ci sono ncc, una spiaggia libera nel centro del paese, manifestazioni di interesse un livello soddisfacente di pulizia, 3 bandiere blu una sede per lega ambiente e tanto tanto ancora, io sono deluso di te e di tutti quelli come te, anteponete la politica all'amore per il vostro territorio e scrivete ipocrisie e menzogne che diffamano Polignano, .
 
 
#10 marcob 2011-03-03 09:35
Veritas, come ospizio polignano è stupenda, ma credo che il turismo sia anche molto altro........
 
 
#9 Delusioneperenne 2011-03-02 19:39
Polignano sta perdendo tutto,sia i residenti che le manifestazioni.Abbiamo perso l'Arch.Pedone che sicuramente era l'unico imprenditore-cittadino intenzionato veramente a promuovere per incrementare il turismo a Polignano mettendo anche la sua magnifica residenza a disposizione per questo,ma l'abbiamo mandato via.Ora va via anche la RedBull.Vedrete che un giorno rimmarremo con le patate e la focaccia e non verranno nemmeno più i turisti...ed allora sarà troppo tardi!SVEGLIATEVI SIAMO NEL 2011!Fatevi un giro altrove..rendetevi conto di cosa combinano i paesi sul mare in Estate sopratutto,invece noi facciamo arrivare gente e non gli offriamo nulla!Non cè una spiaggia attrezzata vicina al centro,non ci sono bagni pubblici lungo la costa,non ci sono taxi,navette,beach club...non cè nulla!Vedete Monopoli cosa è diventata...per non parlare del Salento.
 
 
#8 Polignano Turistica 2011-03-02 15:05
X VERITAS, il traffico pazzesco si creava solo per incompetenza degli addetti ai lavori, e poi se si riferisce alla gente beh..quello si chiama turismo!
 
 
#7 alex 2011-03-02 12:23
Tante belle parole di Scagliusi idee sempre cristalline.
Ma con queste idee come mai è stato fatto fuori dall'amministrazione?
Ancora aspettiamo una risposta da Scagliusi.
 
 
#6 Spinelli A. 2011-03-02 12:11
x Luigi Scagliusi. Premetto che non voglio difendere e nè offendere chi che sia. Intervengo sulla questione "Red Bull" in quanto è mio dovere affermare che l'amico Luigi è padronissimo commentare negativamente circa la non collaborazione tra L'amministrazione e Red Bull, ma non gli consentirò mai di attestare che l'organizzazione della Red Bull "Non hanno avuto la collaborazione dei Vigili". Rammento a Luigi che la disponibilità avuta da me personalmente, certamente su disposizione della Dott.ssa Maria Centrone, la Signora GALBIATI (manager-project della Red Bull)è stata sempre inconfondibile poichè quotidianamente e di continuo la seguivamo (Centrone-Spinelli) passo passo, al fine di offrirgli la massima ospitalità e collaborazione su tutto, finanche sulla scelta dei luoghi, persone o Imprese locali da contattare. Invito l'amico Luigi di provvedere ad una "errata corrige" sul medesimo sito e di ricordarsi sempre la collaborazione data personalmente a Lui per la medesima manifestazione, assumendoci anche delle responsabilità ed oneri che non erano di competenza del Comando di P.M. (circa l'autorizzazione dell'atterraggio del paracadutista nell'area adibita alla manifestazione). Scusami Luigi ma sentivo l'obbligo di contrastarti su quanto dichiarato sulla questione VIGILI, la stima non mancherà mai. Andrea Spinelli
 
 
#5 VERITAS 2011-03-01 12:47
Meglio, anzi perfetto, che non vengano più. Creavano solo casino costringendo il paese a un traffico pazzesco. Troppa gente arrivava e sporcava (vedi Largo Gelso). A Polignano abbiamo bisogno solo di tranquillità. Ci basta il nostro meraviglioso mare.
 
 
#4 ruge 2011-02-28 18:53
l'amministrazione non si rende nemmeno conto cosa vuol dire perdere questa manifestazione di livello mondiale, era l'unico attrattiva vera estiva di risonanza di questo paese estivo, che colmava il grande vuoto delle politiche turistiche
 
 
#3 gaetano 2011-02-28 18:50
E' una gravissima perdita per Polignano....Gli amministratori dovrebbero tentare l'impossibile per recuperare l'evento....
 
 
#2 Giovane polignanese 2011-02-28 16:24
Luigi Scagliusi....quante belle parole, e i FATTI???????? tutti amici a lui sono!
 
 
#1 Polignano Turistica 2011-02-28 14:10
Parlare non serve a niente, qui servono i fatti!
Fatti positivi e non negativi come quello in articolo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI